Hennes & Mauritz: vendite al di sotto delle aspettative

  •   Le 19/03/2021 à 08h37
  •   DEHOUI Lionel

Dopo aver pubblicato risultati trimestrali che sono scesi più bruscamente del previsto, diversi eventi hanno segnato le notizie di Hennes & Mauritz. Verso la fine di gennaio, il gruppo ha pubblicato le cifre che mostrano i suoi profitti in calo di oltre il 90,7% nell'anno finanziario 2020. Infine, H&M ha appena riportato le sue vendite.

Hennes & Mauritz: vendite al di sotto delle aspettative

Vendite in calo, ma meno del previsto

Hennes & Mauritz è un'azienda svedese specializzata in abbigliamento. Lunedì scorso ha annunciato che le sue vendite durante il primo trimestre fiscale sono in calo. Questo trimestre è stato chiuso dal gruppo alla fine di febbraio e il calo è meno grave del previsto.

Secondo fonti affidabili (all'interno della catena di abbigliamento H&M), le vendite dell'azienda sono scese del 21% in termini di valuta locale per i tre mesi conclusi. Questa cifra era inferiore al livello atteso dagli analisti. Gli analisti si aspettavano un calo del 24%. È quindi chiaro che il calo registrato è infine inferiore al previsto.

 

Il recupero delle vendite in marzo

L'azienda svedese di abbigliamento H&M è ancora il numero 2 in questo settore, subito dopo il suo concorrente spagnolo "Inditex". Va notato che un gran numero di negozi del gruppo Hennes & Mauritz sono riusciti ad aprire nelle ultime settimane. Questo ha logicamente influenzato l'evoluzione delle vendite negli ultimi tempi.

Di conseguenza, il gruppo H&M è aumentato del 10% nelle prime due settimane di marzo. La reazione del titolo alla Borsa di Stoccolma dopo questa notizia è stata immediata. Il titolo H&M è salito molto rapidamente lunedì mattina, guadagnando l'1%.

 

Hennes & Mauritz nel 2020

Durante l'intero anno fiscale 2020, le vendite nette del gruppo di abbigliamento sono di 187 miliardi di corone svedesi. A tassi di cambio costanti, questo valore corrisponde a un calo del 18%.

In questo anno fiscale, lo sviluppo delle vendite è stato fortemente influenzato dalla crisi sanitaria della Covid-19. Ciò è dovuto alla chiusura di negozi nella maggior parte dei mercati.

Infatti, il calo delle vendite è dovuto principalmente alla chiusura dell'80% dei suoi negozi. Per fermare il calo delle vendite nei negozi, il gruppo H&M ha dovuto utilizzare maggiormente i vari canali digitali.

Infine, l'utile di H&M dopo le tasse è stato di 1,24 miliardi di corone svedesi. Rispetto ai 13,44 miliardi di corone di un anno fa, questo è un calo del 90,7 per cento del profitto.

 

Obiettivo e lancio di obbligazioni sostenibili

All'inizio del 2021, il gruppo Hennes & Mauritz aveva accennato di aver registrato una grande domanda per un'obbligazione. Quest'ultimo è legato allo sviluppo sostenibile. Questo conferma l'aumento dell'interesse degli investitori nei finanziamenti sostenibili negli ultimi tempi.

Infatti, il bond di sostenibilità è di 500 milioni di euro e ha una scadenza di 8,5 anni. Il suo tasso cedolare annuale è dello 0,25%. Ha attirato molto interesse nel mercato nel suo complesso ed è stato 7,6 volte oversubscribed.

Questo perché le obbligazioni di questo tipo sono legate a un certo numero di obiettivi ambientali. Questi sono definiti dall'azienda.

H&M prevede di aumentare l'uso di materiali riciclati del 30% entro il 2025. Il gruppo prevede anche di ridurre le sue emissioni del 20% nello stesso periodo.