Fusione Fiat-PSA: un progetto di prossima approvazione da parte della Commissione Europea

  •   Le 27/10/2020 à 07h38
  •   DEHOUI Lionel

Per rispondere alla duplice sfida che l'industria automobilistica si trova attualmente ad affrontare, Fiat Chrysler e PSA hanno deciso di unire le loro forze attraverso una fusione. Infatti, le informazioni recenti su questa alleanza si riferiscono alla data di approvazione da parte della Commissione Europea. Il verdetto dell'istituzione potrebbe essere presentato prima della fine dell'anno.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Fare trading con i CFD su Plus500

L'obiettivo di questo progetto di fusione

L'obiettivo principale della prevista fusione tra Fiat Chrysler e PSA è la creazione del quarto produttore di automobili al mondo. La nuova entità formata dalle due case automobilistiche si chiamerà "Stellantis". La creazione di questo nuovo produttore soddisferà le attuali esigenze dell'industria automobilistica.

In realtà, la sfida attuale per l'industria automobilistica è il finanziamento delle auto pulite. E' anche relativo al calo della domanda dovuto alla pandemia di Covid-19. Pertanto, la fusione delle due società contribuirà a dare impulso a questo settore rispondendo a queste numerose sfide. Inoltre, va sottolineato che l'alleanza tra Fiat Chrysler e PSA è interamente costituita da azioni.

 

Proposte di concessioni nel settore dei veicoli commerciali

La fusione delle due case automobilistiche ha sollevato non poche preoccupazioni a livello di Commissione Europea. Era quindi necessario che trovassero soluzioni che eliminassero queste varie preoccupazioni. Così, per rispondere alle preoccupazioni dell'istituzione sul loro matrimonio, le due società hanno optato per una proposta di concessioni.

Infatti, secondo fonti vicine al dossier, PSA aveva fatto una proposta a settembre, relativa al rafforzamento della Toyota sul segmento dei veicoli utilitari. Fiat Chrysler e PSA concederanno inoltre ai loro concessionari un'autorizzazione che permetterà loro di operare in alcune città. Tale autorizzazione riguarderà la riparazione di veicoli di marche concorrenti.

Inoltre, la crisi sanitaria legata alla pandemia di coronavirus ha costretto Fiat e PSA a rivedere i termini della loro alleanza. In effetti, le due case automobilistiche hanno dovuto apportare modifiche al loro progetto di fusione il mese scorso. Questo permetterà loro di rafforzare il loro bilancio di fronte a questa crisi.

Inoltre, i due gruppi saranno in grado di mantenere gli equilibri stabiliti prima della crisi epidemica. Va ricordato che i due colossi automobilistici avevano presentato il loro progetto di fusione nel dicembre 2019.

 

La Commissione europea emetterà presto il suo verdetto su questo caso

Anche se la decisione della Commissione Europea sulla fusione di Fiat Chrysler e PSA dovrebbe essere annunciata a breve, è comunque importante sapere esattamente quando l'istituzione darà la sua approvazione in materia. Tuttavia, secondo fonti vicine al caso, questa decisione potrebbe arrivare prima della fine dell'anno.

Per ulteriori informazioni sull'argomento, l'agenzia Agefi-Dow Jones ha contattato persone vicine al caso, tra cui rappresentanti della Commissione europea in questa vicenda e portavoce delle due case automobilistiche. Questi ultimi, tuttavia, hanno scelto di non commentare l'argomento.

Va ricordato che la fusione tra Fiat Chrysler e PSA è stata oggetto di un'indagine approfondita da parte di Bruxelles nel mese di giugno. Le due case automobilistiche avevano fatto una presentazione delle concessioni a fine settembre. Questo è stato fatto nel contesto dell'ottenimento dell'approvazione di Bruxelles.