Ford: joint venture con SK nelle batterie

  •   Le 01/06/2021 à 09h06
  •   DEHOUI Lionel

La creazione di una joint venture con la sudcoreana SK è stata recentemente annunciata da Ford. Secondo l'annuncio, la partnership delle due aziende permetterà la produzione di celle e moduli per batterie negli Stati Uniti. Questa decisione è stata presa da Ford, per dare un senso al suo grande piano di elettrificazione.

Il 67% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con eToro
Ford: joint venture con SK nelle batterie

Ford sale di marcia con BlueOvalSK

BlueOvalSK è il nome della nuova società creata da Ford e SK Innovation. L'obiettivo di questa azienda sarà quello di raggiungere, entro pochi anni, una produzione di 60 gigawatt-ora all'anno. Ford vuole lasciare il segno nel mondo automobilistico e questo progetto è una delle tante strategie in vista.

Infatti, la nuova joint venture è un elemento centrale del piano di Ford. Ci sono diverse altre cose che accadranno nel tempo. Alla fine di aprile, Ford aveva già annunciato il lancio di un centro di ricerca. Questo centro concentrerà la sua ricerca sulle celle delle batterie, annunciando l'inizio di una produzione interna.

Infatti, come la corsa si intensifica nel campo delle auto elettriche negli Stati Uniti, il produttore ha deciso di andare all'offensiva. Annunciato all'inizio dell'anno, il suo obiettivo sarebbe quello di dedicare un budget di 22 miliardi di dollari alla produzione di auto senza carburante.

 

Un primo successo con la versione elettrica del pick-up F-150

Ford ha fatto scalpore negli Stati Uniti quando ha presentato il suo pick-up elettrico F-150, che è stato testato dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden in persona. SK Innovation era lieta di far parte del piano della Ford. Quest'ultimo è ora uno dei protagonisti dell'elettrificazione dei veicoli negli Stati Uniti.

Inoltre, va notato che l'azienda sudcoreana è stata coinvolta in una controversia su un caso di segreto commerciale che riguarda le batterie al litio. Tuttavia, nell'aprile di quest'anno, è stato raggiunto un accordo extragiudiziale con la collega sudcoreana LG Chem per risolvere il caso. Grazie a questo accordo, SK Innovation sarà ora in grado di completare la sua costruzione di impianti nello stato della Georgia.

Ford, nel frattempo, ha annunciato che il suo stabilimento del Michigan cambierà nome. Precedentemente noto come "Van Dyke Transmission Plant", sarà ora chiamato "Van Dyke Electric Powertrain Center". Questo cambiamento ha lo scopo di adattare il nome del sito al suo nuovo ruolo nel piano di transizione verso l'elettrico.

 

General Motors segue l'esempio di Ford

Dopo l'impegno di Ford per i veicoli elettrici, anche General Motors ha deciso di iniziare la propria produzione di batterie. Per farlo, il gruppo ha collaborato con la sudcoreana LG, con la quale ha anche formato una joint venture. Infatti, la costruzione di una fabbrica di celle di batteria è già iniziata. Situato a Lordstown, Ohio, questo progetto da 2,3 miliardi di dollari dovrebbe essere completato nel 2022.

La joint venture tra le due aziende si chiama Ultium Cells. Attraverso questa joint venture, GM e LG hanno deciso di costruire un nuovo impianto con un investimento aggiuntivo di 2,3 miliardi. Questo impianto sarà costruito negli Stati Uniti, più precisamente nel Tennessee.

Inoltre, la maggior parte delle case automobilistiche americane si sta gradualmente allontanando dalle auto a combustibile per passare alle auto elettriche. Questo non è solo un bene per il pianeta, ma anche per queste aziende, che stanno attirando sempre più investimenti eco-responsabili.