Firma del nuovo contratto tra Airbus e l'Agenzia Spaziale Europea (ESA)

  •   Le 04/02/2021 à 13h17
  •   DEHOUI Lionel

La conquista dello spazio sembra essere sempre stata al centro delle motivazioni delle grandi nazioni, come gli Stati Uniti, la Russia, la Cina e altri. Questi paesi hanno la fortuna di avere strutture che lavorano quotidianamente per fabbricare prodotti e attrezzature aerospaziali, facilitando questa conquista. L'azienda aerospaziale Airbus è, inoltre, una multinazionale europea considerata uno dei principali produttori mondiali di aerei di linea. I prodotti aerospaziali che commercializza contribuirebbero a soddisfare le esigenze sia militari che civili. Poi firma un nuovo contratto con l'agenzia spaziale intergovernativa ESA per la progettazione di un totale di 6 moduli.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Fare trading con i CFD su Plus500

Una continuazione del programma Artemis della NASA

Artemis è un programma americano della NASA che mira a portare un equipaggio di astronauti sulla luna. Il veicolo spaziale progettato per portare i passeggeri di questo equipaggio oltre l'orbita terrestre si chiama Orion. Si prevede che questo veicolo spaziale ospiterà tre nuovi moduli di servizio ESM europei dopo la firma di un contratto con Airbus, una multinazionale europea.

Una continuità del programma Artemis può quindi essere prevista attraverso la progettazione di questi moduli aggiuntivi a quelli già in corso, come indicato dall'Agenzia Spaziale Europea. Il nuovo veicolo spaziale avrebbe maggiori probabilità di portare gli astronauti sulla luna grazie a un migliore sistema di propulsione una volta che i nuovi moduli saranno disponibili.

Secondo il gigante Aribus, condizioneranno anche la qualità di vita degli astronauti nel miglior modo possibile, fornendo all'equipaggio elementi come acqua e ossigeno durante il periodo della missione. L'obiettivo è quello di creare una presenza duratura intorno alla luna e una migliore esplorazione del sistema solare, in modo che l'umanità possa veramente conquistare lo spazio.

 

L'Europa in prima linea in un decennio di esplorazione spaziale

La posizione di Airbus nell'esplorazione dello spazio è senza precedenti. Infatti, la costruzione di questi 6 moduli permette di rivelare i migliori cervelli del settore della conquista spaziale che lavorano nel cuore della società Airbus e quindi di rafforzare le partnership con l'Europa.

Per quanto riguarda il modulo di servizio proposto dal gigante europeo, è di forma cilindrica con un diametro e un'altezza di circa 4 metri. I grandi pannelli solari, che misurano 19 metri quando sono stati dispiegati, sono anche integrati in esso e contribuirebbero a produrre la quantità di energia necessaria per alimentare due case. Il modulo di servizio potrebbe anche contenere 8,6 tonnellate di carburante per alimentare il motore principale, così come 32 piccoli propulsori.

Infine, un primo volo di prova senza equipaggio di Orion, con uno dei moduli di servizio europei, verrebbe riempito al Kennedy Space Center degli Stati Uniti. Si chiama Artemis I e il suo decollo sarebbe in vista, al più tardi per quest'anno. I primi astronauti circumnavigheranno la luna come concordato per la seconda missione, Artemis II, per poi tornare sulla Terra dopo alcuni anni.