Engie in calo del 2%, a seguito della revisione al ribasso degli obiettivi del Credit Suisse

  •   Le 15/06/2020 à 10h55
  •   DEHOUI Lionel

Il Credit Suisse ha rivisto al ribasso il suo prezzo target a 13 EUROS da 16,9 EUROS, pur rimanendo neutrale sul suo valore. Dopo aver condotto la sua analisi, il broker ha deciso di abbassare le sue previsioni di guadagno per l'anno 2020 e per il periodo 2021-2023.

Inizia a fare trading su Engie
80.5% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

I sostenitori del Credit Suisse di questa decisione

Mentre l'analista ha abbassato le sue stime di EPS del 28% nel 2020 e dell'11-15% tra il 2021 e il 2023, il titolo di Engie è sceso di oltre il 2% alla borsa di Parigi. Proprio così!

Secondo il Crédit Suisse, il titolo in questione è attualmente esposto a un rallentamento economico, così come la maggior parte delle utilities europee integrate. Il rallentamento in questione è causato principalmente dai suoi servizi o dalle attività di servizio alla clientela.

Infatti, il 40% dei ricavi operativi ricorrenti era rappresentato dai servizi e dall'America prima della crisi. Inoltre, l'iniziativa di eliminare il dividendo nel 2019 sta causando un'ondata di incertezza.

 

Alcuni motivi interni

La società di analisi ritiene che ENGIE sia in un anno di transizione, a causa della ricerca di un nuovo Presidente e CEO. Una situazione che indubbiamente incide sull'omonimo titolo, in quanto è possibile che l'insediamento di un nuovo Presidente possa durare più di 12 mesi. A questo proposito, l'analista afferma che una transizione gestionale a lungo termine avrà probabilmente un impatto negativo sul gruppo.

Tuttavia, i recenti commenti del Presidente sono rassicuranti secondo il consiglio. Quest'ultimo ritiene che il progetto di riequilibrio della crescita delle energie rinnovabili sia ben pensato. Soprattutto l'idea di riequilibrare la rete del capitale del gas.

 

Le prospettive di Engie

La revisione al ribasso del "target price" del Credit Suisse non è stata priva di conseguenze per l'azienda. A questo proposito, il negoziatore, che sta acquistando sul dossier, Goldman Sachs, sta perseguendo un prezzo di 13,10 EUROS, in accordo con il piano di riorganizzazione pianificato dalla società.

Sempre nell'ottica di dare una svolta al gruppo, il Chief Financial Officer di Engie non ha mancato di annunciare i suoi piani all'ultima riunione dell'Assemblea. Ha sottolineato che il gruppo potrebbe ridurre i suoi debiti di oltre 1 miliardo di euro se si ritirasse da più di 25 paesi entro il 2021.

 

Decisioni di pagamento dei dividendi

Commentando il pagamento dei dividendi, Jean-Pierre Clamadieu ha dichiarato che la società intende mantenere la sua politica dei dividendi. Sospeso dall'anno scorso, il dividendo non sarà pagato nel 2020. Per lui, l'obiettivo della società è quello di trovare una via d'uscita per poter pagare il dividendo. La decisione sull'ammontare del dividendo sarà presa dal Consiglio di Amministrazione dopo l'esercizio 2020.

Egli sostiene che questa decisione ha certamente avuto un impatto importante sull'azione, ma non è stato necessario prenderla nel contesto di una crisi imminente.