Diminuzione del prezzo del titolo Atos dopo risultati negativi

  •   Le 27/07/2020 à 14h41
  •   HARMANT Adeline

Il prezzo del titolo Atos ha appena superato il livello di supporto di 75 euro e ora sembra muoversi verso la soglia dei 69 euro, che era il suo punto più basso l'11 giugno. Questo calo sembra essere influenzato dalla pubblicazione di risultati contrastanti questa mattina, tra cui un minor margine operativo nel primo semestre dell'anno, che non è stato sufficientemente sostenuto dall'annuncio di due acquisizioni strategiche. Diamo un'occhiata completa alla situazione di questo titolo.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Il margine operativo di Atos è diminuito significativamente nel primo semestre dell'anno:

Il primo impatto significativo sul mercato per Atos e che potrebbe spiegare in parte il calo del prezzo del titolo è rappresentato dai risultati del primo semestre pubblicati questa mattina. Il Gruppo ha registrato un utile netto normalizzato di 2,93 euro per i primi 6 mesi del 2020 rispetto ai 3,21 euro del primo semestre dello scorso anno. Il margine operativo del gruppo è pari all'8% del fatturato ed è in calo di 110 punti base.

Nel primo semestre dell'anno, i ricavi del gruppo dei servizi informatici sono stati pari a 5.627 milioni di euro, con una diminuzione del 2,8% a tassi di cambio costanti, pari a -4,8% nel secondo trimestre. Il rapporto ordinativi/ricavi è stato del 112%.

Il gruppo ha confermato anche questa mattina i suoi obiettivi per il 2020 con un'evoluzione organica del fatturato da -2 a -4% e un margine operativo dal 9 al 9,5% del fatturato. Il free cash flow dovrebbe raggiungere tra 0,5 e 0,6 miliardi di euro.

 

Il Gruppo annuncia due prossime acquisizioni:

Sempre nella mattinata del 27 luglio 2020, Atos Group ha annunciato anche due prossime acquisizioni strategiche. Il primo riguarda le trattative in corso per l'acquisizione di digital.security. Questa filiale di Econocom consoliderà così la posizione di leader di Atos nei servizi di sicurezza informatica in Francia con i suoi 500 esperti dedicati e rafforzerà la sua posizione di leader europeo. Digital.security ha infatti creato il primo CERT europeo e offre un'ampia gamma di servizi ai principali clienti del settore finanziario e assicurativo. Il perfezionamento dell'operazione è previsto entro la fine dell'anno dopo la presentazione agli organi di rappresentanza del personale di entrambe le parti.

Il secondo annuncio riguarda la firma di un accordo per l'acquisizione di EcoAct, società di consulenza specializzata in strategie di riduzione delle emissioni di CO2 e al servizio di oltre 400 clienti attraverso quattro uffici internazionali. Questa acquisizione supporterà l'ambizione di Atos in termini di decabronizzazione e arricchirà il suo portafoglio di soluzioni, servizi e strategie digitali, con l'obiettivo di supportare i suoi clienti in ogni fase del loro percorso verso l'azzeramento delle emissioni di carbonio. L'azienda, con sede in Francia, impiega attualmente 150 persone ed esperti di clima in tutto il mondo. Il closing dell'operazione è previsto per la seconda metà del 2020.