A differenza di Boeing, Airbus registra un profitto nel primo trimestre

  •   Le 30/04/2021 à 08h26
  •   HARMANT Adeline

La concorrenza sta dando ad Airbus il sopravvento sul suo rivale di lunga data, l'americana Boeing. Infatti, i risultati trimestrali del produttore francese sono stati pubblicati ieri sopra le aspettative del mercato. Infatti e mentre Boeing aveva registrato ricavi in calo del 10% a 15,2 miliardi di dollari con una perdita netta di oltre 500 milioni di dollari su questo trimestre, Airbus ha annunciato un fatturato stabile a -1.6% a 10,46 miliardi di euro con un utile operativo rettificato di 694 milioni di euro rispetto ai 281 milioni del primo trimestre dello scorso anno. In particolare, ha triplicato il profitto degli aerei commerciali a seguito del controllo dei costi e di un effetto cambio favorevole.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Fare trading con i CFD su Plus500
A differenza di Boeing, Airbus registra un profitto nel primo trimestre
Immagine: ©Sergey Kohl/123RF.COM

Risultati che hanno superato le previsioni:

Questi risultati hanno superato le previsioni di alcuni analisti che scommettevano su entrate di 10,3 miliardi di euro. Il mercato era più ottimista e si aspettava un utile netto di 406 milioni di euro, che non è stato raggiunto. Tuttavia, il gruppo ha perso 481 milioni di euro nel primo trimestre del 2020.

Si noti inoltre che il gruppo era già tornato all'utile nell'ultimo trimestre del 2020 con 1,55 miliardi di euro dopo aver accumulato debiti dall'inizio della crisi.

Va notato che il gruppo ha consegnato 125 aerei commerciali negli ultimi tre mesi, che è 3 aerei in più rispetto allo scorso anno. Mentre questi risultati positivi riflettono principalmente la performance delle consegne di aerei commerciali, il controllo dei costi e il flusso di cassa, nonché il progresso del piano di ristrutturazione, questo primo trimestre mostra anche che la crisi purtroppo non è ancora finita. Questo è almeno ciò che il CEO del gruppo crede in un comunicato stampa.

Cita in particolare il fatto che il mercato rimane incerto e che il gruppo rimane prudente per quanto riguarda il resto dell'anno con previsioni invariate e un numero di aerei consegnati almeno equivalente a quello del 2020, cioè 556 e un utile operativo rettificato di due miliardi di euro.

 

Reazione positiva del mercato all'annuncio:

Spinto in particolare dal free cash flow consolidato prima di fusioni e acquisizioni e finanziamenti ai clienti, che rimane positivo a 1,2 miliardi di euro dopo aver perso 8 miliardi di euro l'anno scorso, gli investitori sembrano aver accolto con entusiasmo i risultati del primo trimestre del produttore.

In effetti, sul mercato azionario, il prezzo delle azioni si è mosso in verde ieri con un aumento del 2,4% del suo valore e una quotazione a 101,72 euro. Allo stesso tempo, il prezzo delle azioni di Boeing è sceso del 3% sul mercato di Wall Street, anche in seguito ai suoi risultati trimestrali.

Il titolo ha così recuperato più del 110% dal suo minimo di marzo 2016, ma è ancora scambiato vicino al 40% sotto il suo picco storico raggiunto prima della crisi sanitaria a quasi 140 euro.