Costruirsi un portafoglio di Borsa

La creazione del vostro portafoglio di Borsa è la parte più delicata della messa in opera della vostra strategia di investimento perché è da essa che dipende la riuscita dei vostri piazzamenti. Prima di costruire il vostro portafoglio titoli, badate a non correre rischi investendo denaro di cui potreste aver bisogno.  

Costruirsi un portafoglio di Borsa
76.4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

 

Tener conto dei rendimenti e dei rischi possibili

La prima regola da applicare quando costituite il vostro portafoglio di Borsa è di stabilire la durata dell'investimento. È quello che viene chiamato “orizzonte di investimento” nel gergo borsistico.  

Generalmente si distinguono i seguenti investimenti:

  • Gli investimenti a breve termine che durano meno di due anni.
  • Gli investimenti a medio termine che durano da due a cinque anni.
  • Gli investimenti a lungo termine che durano più di cinque anni.

È noto che gli investimenti più lunghi sono i più sicuri e che gli investimenti di breve durata sono i più rischiosi per via della loro esposizione agli effetti psicologici dei mercati.

Tuttavia se desiderate ugualmente investire su un breve periodo, scegliete i fondi monetari che sono meno volatili. Per ottenere dei guadagni, dovrete anche possedere un capitale di investimento abbastanza significativo. Per gli investimenti sul lungo termine, le azioni di Borsa possono rivelarsi dei buoni valori.

 

I valori più redditizi e i valori più rischiosi

Quando costruite il vostro portafoglio di Borsa, è bene diversificare gli attivi scegliendo di volta in volta delle azioni e degli OICVM. In questo modo si può ambire a dei rendimenti interessanti, benchè rischiosi, e a dei rendimenti più deboli ma più sicuri. In generale gli attivi più rischiosi sono: 

 

Gli attivi meno rischiosi sono:

Per minimizzare i rischi salvaguardando le opportunità di guadagni interessanti, bisogna quindi diversificare al massimo i vostri investimenti scegliendo contemporaneamente attivi rischiosi e attivi più sicuri.

 

Il capitale necessario per un buon portafoglio di Borsa

Per diversificare il vostro portafoglio di Borsa è tuttavia necessario disporre di un capitale di investimento sufficiente. Al di sotto di 2.000 € è infatti difficile diversificare gli attivi.

In definitiva, costruire un portafoglio di Borsa è una procedura che richiede riflessione e che si basa su una logica di investimento a  termine più o meno lungo. Non esitate a chiedere dei consigli al vostro intermediario in caso di dubbi.

 

La composizione ideale di un portafoglio borsistico

Se avete intenzione di costituirvi prossimamente un portafoglio borsistico, vi proponiamo ora un metodo semplice da seguire che vi permetterà di seguirne la composizione.

La prima fase consiste nell’osservare, con la massima attenzione e senza implicarsi in alcun modo, l’evoluzione della quotazione dei principali indici borsistici e delle azioni di Borsa che vi interessano maggiormente. Dovete concentrarvi solo su alcuni valori per non disperdervi e per capire bene le tendenze osservate.

Dopo questa fase di osservazione, l’ideale è scegliere, tra i valori che avrete avuto il tempo di analizzare, tre o quattro titoli al massimo fra quelli che trovate più promettenti focalizzandovi questa volta sul loro comportamento e ancora una volta senza realizzare la benché minima operazione borsistica. Ciò vi permetterà di sapere se questi valori siano più o meno volatili o più o meno speculativi e quindi quale sia il loro livello di rischio a seconda dei loro punti di forza e debolezze fondamentali. Andranno ovviamente analizzati i risultati delle imprese e la loro struttura finanziaria nonché il modo in cui queste vengono percepite dal mercato borsistico. In termini generali i trader con meno esperienza dovrebbero orientarsi di preferenza verso i valori meno a rischio e che abbiano delle performance regolari nel tempo escludendo invece le azioni più speculative che restano riservate agli investitori più agguerriti.

Infine, l’ultima fase consiste nello scegliere progressivamente i valori che costituiranno il vostro portafoglio. In generale, e per ridurre al massimo i rischi che si corrono, vi raccomandiamo di investire circa un quarto del vostro capitale su due dossier di fondo del portafoglio con un’elevata prevedibilità circa i risultati e le prospettive. Un terzo valore su cui investirete circa il 5% del vostro capitale verrà poi scelto in funzione del suo carattere fortemente speculativo. Questo valore avrà quindi la possibilità di fruttare maggiormente senza generare dei rischi troppo elevati avendogli accordato una quota limitata del capitale. Aspettate poi alcuni mesi e fate il bilancio di questa prima strategia. A seconda che sia positiva o negativa potrete utilizzare il resto del vostro capitale per perfezionare le posizioni iniziali.

 

Valutazione: 4.28 36 voti

Dove è possibile creare fin da subito un portafogli borsistico?

Se desiderate cominciare oggi stesso a crearvi un portafoglio borsistico, vi basta raggiungere una banca online e sottoscrivere un prodotto di investimento classico come il conto titoli e profittare di spese interessanti.

Inizia a fare trading adesso
76.4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.