La paura di una pandemia in Europa sta facendo precipitare i mercati azionari:

Anche se il numero di nuove contaminazioni in Cina sembra in diminuzione, il coronavirus sta facendo sempre più vittime nel resto del mondo, anche in Europa con diversi casi in Italia. Si prevede quindi una pandemia globale, che attualmente sta portando a una fuga dai mercati finanziari tradizionali a favore di paradisi sicuri come l'oro o i titoli di Stato.

Così, il CAC 40 ha perso il 3,62% questa mattina quando il mercato ha aperto a 5.811,51 punti, mentre il DAX 30 ha perso il 7,76% e il FTSE 100 è sceso del 2,74%.

Più globalmente, l'indice Eurostoxx 50 per la zona euro ha perso il 3,6%, l'indice FTSEurofirst ha perso il 3% e lo Stoxx 600 è sceso del 3,35% questa mattina. Ma è la Borsa di Milano che ha registrato il maggior calo del 4,04% dopo l'annuncio di un quarto decesso dovuto al virus nel Paese e più di 150 persone infettate.

In effetti, i vari indicatori delle ultime sessioni hanno spinto gli investitori ad essere più cauti circa il probabile impatto economico del virus.

In Corea del Sud sono stati segnalati più di 160 nuovi casi di infezione, per un totale di 763 casi nel Paese, che ha recentemente dichiarato lo stato di massima allerta sanitaria. In Iran ci sono ora l43 casi di contaminazione e non meno di 8 morti. Infine, per quanto riguarda la Cina continentale, dall'inizio dell'epidemia ci sono ora altri 150 morti o 2.592 casi mortali nel paese. Tuttavia, il numero di nuove contaminazioni al giorno è sceso a un mese al minimo, con conseguenti minori restrizioni al trasporto e alla circolazione delle persone in molte province.

 

Valori in rosso in Europa:

Molti titoli europei sono stati quindi direttamente colpiti dalla flessione del mercato all'inizio della settimana. Da notare che tutti gli indici di settore sono attualmente in rosso, soprattutto quello dei trasporti e del tempo libero, che sta perdendo il 5,27% e che è il più colpito dai rischi per la salute.

Naturalmente, anche i settori più esposti alla Cina stanno perdendo punti, come il settore automobilistico con un calo del 4,92% o le materie prime, che perdono il 5,08%.

Per quanto riguarda le azioni in calo, le azioni di Air France KLM è diminuita dell'8,19%, il calo maggiore nella SBF 120, e la le azioni di Accor è diminuita del 6,59%.

Le azioni di ArcelorMittal è scesa maggiormente sul CAC, con una perdita dell'8,05% davanti a LVMH che ha perso il 4,69%.