Le aziende che compongono il FTSE MIB nel 2021

  •   DEHOUI Lionel

Come molti paesi del mondo, anche il mercato azionario italiano ha il suo indice di riferimento. Questo è il FTSE MIB, che è rappresentativo dell'economia italiana. Se vuoi investire in questo indice online, ecco tutto quello che devi sapere sulla sua composizione.  

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Le aziende che compongono il FTSE MIB nel 2021

Cos'è il FTSE MIB?

Il FTSE MIB è il principale indice del mercato azionario italiano. In precedenza era conosciuto come S&P MIB. Da giugno 2009, è gestito dal Financial Times Stock Exchange Group. L'indice è stato creato per tracciare la performance dei titoli quotati alla Borsa di Milano.

Inoltre, il FTSE MIB è il benchmark per i mercati azionari italiani. Questo indice comprende i 40 maggiori titoli quotati alla borsa italiana. Questi corrispondono alle aziende incluse nell'indice. Sono selezionati secondo un principio di ponderazione proporzionale alla dimensione della loro capitalizzazione di mercato.  

Tuttavia, questa selezione è fatta tenendo conto della liquidità dei titoli e dell'importanza del settore di attività. Inoltre, i 40 titoli del FTSE MIB rappresentano da soli più dell'80% della capitalizzazione del mercato nazionale.

 

Come viene calcolato l'indice FTSE MIB?

Il principio utilizzato per calcolare l'indice FTSE MIB si basa sul metodo del flottante. Il metodo del flottante aiuta a determinare il numero di azioni disponibili in un mercato per essere comprate o vendute. In confronto, la capitalizzazione totale del mercato è il calcolo di tutte le azioni disponibili e in circolazione.

Inoltre, il valore di ogni azione cambia costantemente. Di conseguenza, anche le capitalizzazioni di mercato che compongono il FTSE MIB cambiano costantemente. Va notato che la capitalizzazione di mercato del flottante prende in considerazione solo le azioni delle società presenti sul mercato azionario. Non comprende quindi tutte le azioni di queste società.

Per negoziare uno qualsiasi dei titoli che compongono il FTSE MIB, devi aspettare che la Borsa Italiana sia aperta. Puoi fare trading tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17.30. Poiché l'Italia è il paese emittente di questo indice, la sua valuta di quotazione è l'Euro.

 

Sulla composizione del FTSE MIB

Il FTSE MIB comprende 40 società quotate alla Borsa di Milano. Sono selezionati da diversi settori e secondo un principio specifico. L'obiettivo è quello di creare un mix equilibrato in cui l'economia e il mercato italiano siano ben rappresentati.

Tra i titoli che compongono questo indice, sono rappresentati vari settori di attività. Tra i titoli che compongono questo indice, sono rappresentati vari settori di attività, come la produzione di automobili, le banche, l'energia, ecc.

 

I titoli che compongono il FTSE MIB

Ecco la lista di queste società con la loro capitalizzazione di mercato all'8 ottobre 2021.

 

  • Gruppo A2A con una capitalizzazione di mercato di 5,64 miliardi di euro.
  • Il Gruppo Amplifon con una capitalizzazione di mercato di 9,37 miliardi di euro.
  • Il gruppo Atlantia con una capitalizzazione di mercato di 13,49 miliardi di euro.
  • Il gruppo Azimut con una capitalizzazione di mercato di 3,38 miliardi di euro.
  • Il Gruppo Banca Generali con una capitalizzazione di mercato di 4,43 miliardi di euro.
  • Il Gruppo Banca Mediolanum con una capitalizzazione di mercato di 7,19 miliardi di euro.
  • Il Gruppo Banca Popolare Emilia Romagna con una capitalizzazione di mercato di 2,91 miliardi di euro.
  • Il Gruppo Banco BPM con una capitalizzazione di mercato di 4,28 miliardi di euro.
  • Il gruppo Buzzi Unicem con una capitalizzazione di mercato di 3,82 miliardi di euro.
  • Il Gruppo Campari con una capitalizzazione di mercato di 14,35 miliardi di euro.
  • Il gruppo CNH Industrial con una capitalizzazione di mercato di 19,67 miliardi di euro.
  • Il gruppo Diasorin con una capitalizzazione di mercato di 9,60 miliardi di euro.
  • Il gruppo ENEL con una capitalizzazione di mercato di 70,26 miliardi di euro.
  • Il gruppo ENI con una capitalizzazione di mercato di 42,53 miliardi di euro.
  • Il gruppo Exor con una capitalizzazione di mercato di 17,59 miliardi di euro.
  • Il gruppo Ferrari con una capitalizzazione di mercato di 35,68 miliardi di euro.
  • Il gruppo Finecobank con una capitalizzazione di mercato di 9,66 miliardi di euro.
  • Il Gruppo Generali Ass con una capitalizzazione di mercato di 29,72 miliardi di euro.
  • Il Gruppo Hera con una capitalizzazione di mercato di 5,17 miliardi di euro.
  • Il gruppo Interpump con una capitalizzazione di mercato di 6,14 miliardi di euro.
  • Il Gruppo Intesa Sanpaolo con una capitalizzazione di mercato di 48,90 miliardi di euro.
  • Il gruppo Inwit con una capitalizzazione di mercato di 9,20 miliardi di euro.
  • Il gruppo Italgas con una capitalizzazione di mercato di 4,48 miliardi di euro.
  • Il Gruppo Leonardo con una capitalizzazione di mercato di 4,06 miliardi di euro.
  • Il gruppo Mediobanca con una capitalizzazione di mercato di 9,08 miliardi di euro.
  • Il Gruppo Moncler con una capitalizzazione di mercato di 15,67 miliardi di euro.
  • Il gruppo Nexi con una capitalizzazione di mercato di 16,96 miliardi di euro.
  • Il gruppo Pirelli & C con una capitalizzazione di mercato di 5,01 miliardi di euro.
  • Gruppo Poste Italiane con una capitalizzazione di mercato di 15,88 miliardi di euro.
  • Il gruppo Prysmian con una capitalizzazione di mercato di 7,99 miliardi di euro.
  • Il gruppo Recordati Ord con una capitalizzazione di mercato di 10,06 miliardi di euro.
  • Il gruppo SAIPEM con una capitalizzazione di mercato di 2,12 miliardi di euro.
  • Il gruppo SNAM con una capitalizzazione di mercato di 16,09 miliardi di euro.
  • Il gruppo Stellantis con una capitalizzazione di mercato di 52,16 miliardi di euro.
  • Il gruppo STMicroelectronics con una capitalizzazione di mercato di 33,29 miliardi di euro.
  • Il gruppo Telecom Italia con una capitalizzazione di mercato di 7,38 miliardi di euro.
  • Il gruppo Tenaris con una capitalizzazione di mercato di 10,91 miliardi di euro.
  • Il gruppo Terna con una capitalizzazione di mercato di 12,52 miliardi di euro.
  • Il gruppo Unicredit con una capitalizzazione di mercato di 26,55 miliardi di euro.
  • Il gruppo Unipol con una capitalizzazione di mercato di 3,80 miliardi di euro.
Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com