Le 10 Borse più importanti al mondo

Da ormai molto tempo, il mondo della finanza e dell’economia è suddiviso in diverse Borse, alcune delle quali sono più importanti di altre. L’importanza di una Borsa viene determinata in termini di capitalizzazione borsistica totale e proponiamo qui la classifica delle 10 più grandi piazze del mondo.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Le 10 Borse più importanti al mondo

Il NYSE o New York stock Exchange

La Borsa di New York, creata nel 1817, è senza dubbio la più grande piazza finanziaria e borsistica del mondo. Benché sia stata caratterizzata da una serie di eventi importanti come il crash del 1929 e il Black Tuesday del 1987, questa Borsa è riuscita a rimanere la più grande al mondo in termini di capitalizzazione totale dalla fine della Prima guerra mondiale. È infatti in quel momento che il NYSE ha superato la Borsa di Londra.

La Borsa di New York conta oltre 2.400 imprese quotate in tutti i settori di attività, tra cui la finanza, i beni di consumo, l’energia e la sanità. Vi si trovano titoli di società note a livello mondiale come Pfizer, Exxon Mobil e Citigroup Inc.

Il principale indice azionario di questa piazza finanziaria è il Dow Jones, anche se alcuni dei valori quotati su di esso integrano anche il NASDAQ.

 

La Borsa del NASDAQ

Anch’esso con sede a New York, nel 1971 è stato creato il mercato NASDAQ, National Association of Securities Dealers Automated Quotations. La sua particolarità è che non ha mai funzionato con un sistema di quotazione aperto ma con un sistema di trading informatizzato e telefonico. Si tratta della prima Borsa elettronica al mondo.

Il NASDAQ è la seconda Borsa al mondo e vi vengono quotati i titoli di società tecnologiche come Microsoft, Google, Facebook, Tesla e Apple.

L’indice azionario associato a questa Borsa è il NASDAQ 100.

 

Il Tokyo Stock Exchange o Borsa di Tokyo

La Borsa di Tokyo è ovviamente la principale piazza finanziaria del Giappone. È stata creata nel 2013 dalla fusione della Borsa di Osaka e del TSE ed è ora associata ad altre piazze borsistiche, tra cui la Borsa di Londra.

La Borsa di Tokyo conta oltre 3.575 società quotate e il suo indice di riferimento è il Nikkei 225, che annovera alcune società note in tutto il mondo come Toyota Motors, Sony Corp e Honda Motor Co.

La sua capitalizzazione borsistica colloca la Borsa di Tokyo al terzo posto della classifica.

 

La Borsa di Shanghai o Shanghai Stock Exchange

La Borsa di Shanghai è una delle tre principali piazze finanziarie della Cina con Hong Kong e Shenzhen. Questa Borsa si è notevolmente sviluppata nel corso del tempo fino a diventare la quarta più importante del mondo in termini di capitalizzazione. È stata creata nel 1990.

Le azioni quotate in tale Borsa sono azioni di tipo A, il cui prezzo è fissato in yuan, e azioni di tipo B, il cui prezzo è fissato in dollari statunitensi. Le azioni di tipo A possono essere scambiate solo a livello nazionale, salvo gli investitori che soddisfano determinate condizioni.

L’indice di riferimento per la Borsa di Shanghai è l’SSE Composite. Vi si trovano alcune società molto importanti come Industrial and Commercial Bank of China, Agricultural Bank of China e PetroChina.

 

La Borsa di Hong Kong o Hong Kong Stock Exchange:

Un'altra piazza finanziaria asiatica si colloca al quinto posto in questa classifica. Si tratta della Borsa di Hong Kong creata nel 1891 dalla Association of Stockbrokers in Hong Kong. Dal 2017 questa Borsa è interamente elettronica.

Tutti i titoli di questa Borsa vengono quotati in dollari di Hong Kong (HKD), dato che la maggior parte delle società quotate in tale Borsa hanno sede a Hong Kong. Vi si trovano in totale 1.955 società ma la maggior parte della capitalizzazione di questa piazza finanziaria deriva dalle sue 20 azioni più importanti, tra cui figurano le società AIA, Tencent Holding e HSBC Holdings.

 

Il London Stock Exchange o Borsa di Londra

Creata nel 1801, la Borsa di Londra o London Stock Exchange è attualmente la sesta più grande Borsa del mondo.  La sua origine risale addirittura al 1698 come pubblicazione bisettimanale delle quotazioni di mercato, il che ne fa la più antica Borsa al mondo.

Un tempo prima Borsa mondiale, dopo la Prima guerra mondiale, è stata superata dal NYSE ma si tratta tuttavia della prima Borsa europea. Si tratta inoltre di una Borsa internazionale con oltre 3.000 società con sedi in 70 paesi.

L’indice azionario di riferimento di questa Borsa è l’FTSE 100, anche noto come Footsie, sul quale si trovano grandi valori tra cui le azioni BP, Barclays e GlaxoSmithKline.

 

Il mercato Euronext

In settima posizione si trova il mercato Euronext, una Borsa paneuropea con sede nei Paesi Bassi che raggruppa anche Portogallo, Belgio, Francia e Irlanda. La quotazione avviene in euro.

Nel 2007 Euronext si è fusa con il gruppo NYSE, formando il NYSE Euronext. In seguito, Euronext è tornata ad essere indipendente nel 2014 in seguito alla sua entrata in Borsa.

Questa Borsa riunisce diversi paesi e conta oltre 1.300 società e 30 indici azionari.

Il suo principale indice è attualmente l’Euronext 100 che raggruppa i valori più importanti e più liquidi del mercato tra cui AXA, Christian Dior e Renault.

 

La Borsa di Shenzhen o Shenzhen Stock Exchange

Questa terza piazza finanziaria cinese è l'ottava nella classifica mondiale. È stata creata nel 1987 ma è operativa solo dal 1990. È autoregolamentata ma controllata dalla China Securities Regulatory Commission.

Le azioni vengono quotate in yuan.

 

La Borsa di Toronto o Toronto Stock Exchange

Creata nel 1852, la Borsa di Toronto è la più grande piazza finanziaria del Canada e conta oltre 1.500 società quotate. Nel 2009 si è fusa con la Borsa di Montreal. Attualmente si tratta della terza più grande Borsa del Nord America in termini di capitalizzazione.

Vi si trovano titoli come Suncor Energy Inc e Banque Royale du Canada e il suo indice azionario di riferimento è S&P/TSX. I titoli che integrano questo indice rappresentano oltre il 70% della capitalizzazione della Borsa e permettono di seguire le 100 principali società di questa Borsa.

 

La Borsa di Francoforte o Deutsche Börse

La decima e ultima Borsa della classifica delle più grandi Borse mondiali è la Deutsche Börse, creata nel 1585, che è la prima Borsa tedesca dalla fine della Seconda guerra mondiale.

Nel 1993 questa piazza finanziaria è stata rilevata dalla Deutsche Börse AG, che era in discussione per rilevare anche la Borsa di Londra ma i negoziati sono falliti nel 2005.

La grande maggioranza delle società quotate alla Borsa di Francoforte ha sede in Germania ma alcune hanno sede in altri paesi la cui moneta nazionale è l’euro. Il principale indice azionario della Borsa di Francoforte è attualmente l’indice DAX 30 che riunisce le prime trenta società di tale Borsa in termini di capitalizzazione, tra cui i titoli delle società Adidas, BMW e E.ON.

Ovviamente, si tratta della classifica attuale delle Borse mondiali e può evolvere in funzione dell’evoluzione delle capitalizzazioni di tali Borse. Suggeriamo quindi di verificare queste capitalizzazioni.

Domande frequenti

Come evolve la quotazione delle Borse?

Il corso delle azioni quotate nelle principali Borse mondiali evolve in continuo in funzione delle forze di mercato, vale a dire domanda e offerta. In effetti, la quotazione di un attivo borsistico aumenta quando la domanda è più forte dell’offerta, mentre diminuisce se la domanda è inferiore all’offerta. Tale funzionamento è lo stesso indipendentemente dalla piazza borsistica o finanziaria in questione e la sua analisi è rivolta agli investitori esperti e agguerriti che padroneggiano determinati elementi e fattori.

Come comprendere i mercati borsistici?

La comprensione dei mercati borsistici richiede una conoscenza approfondita e una capacità di analizzare i fattori che influenzano il mercato.  Infatti, la Borsa è un mercato in cui vengono negoziati strumenti finanziari come azioni, fondi, valute, obbligazioni e molti altri. Su questi mercati intervengono diversi operatori che determinano il livello di offerta e di domanda. Bisogna anche tenere conto degli organismi di regolamentazione dei mercati.

Si possono acquistare titoli di tutte le Borse mondiali?

Se si desidera costituire un portafoglio di azioni internazionali, bisogna indirizzarsi verso dei fondi specifici nel caso di un investimento classico con l’aiuto di un conto titoli. Tuttavia, anche alcuni derivati consentono di speculare sulla quotazione delle azioni quotate sui grandi indici azionari delle grandi Borse mondiali senza doverle comprare realmente.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com