Clariant: Fatturato in calo del 5% nel 2020 e Q1 minacciato dalla pandemia

  •   Le 12/02/2021 à 09h03
  •   DEHOUI Lionel

L'azienda chimica svizzera Clariant, spin-off del gruppo Sandoz, è il leader indiscusso nella produzione di prodotti chimici e pigmenti. Questi sono usati nell'industria della carta, del cuoio e del tessile. Clariant ha la sua sede centrale a Muttenz e il suo business center a Pratteln. Clariant è registrata nel registro di trasparenza dei rappresentanti di interessi con la Commissione Europea. Questo giovedì, il gruppo svela alcune cifre sulla sua attività nel 2020. In effetti, ha lasciato intendere che il suo fatturato (giro d'affari) è diminuito del 5% per l'anno 2020. Ha colto l'occasione per discutere l'evoluzione della sua domanda in diverse divisioni che sono state esposte agli impatti di Covid-19.

Clariant: Fatturato in calo del 5% nel 2020 e Q1 minacciato dalla pandemia

Utile netto, ricavi e margine operativo di Clariant

Prima di tutto, va ricordato che nel 2019, il gruppo svizzero Clariant ha realizzato un utile netto di 38 milioni di franchi svizzeri. Per l'anno 2020, l'azienda svizzera ha riportato un utile netto di 799 milioni di franchi svizzeri.

Va notato, tuttavia, che questo è un gruppo che ha beneficiato di dismissioni di divisioni. Di conseguenza, non ha più dovuto affrontare alcuna indagine europea sulle pratiche anticoncorrenziali.

L'azione combinata delle tre divisioni del gruppo ha permesso di ottenere un calo del fatturato. Questo ammontava a 3,86 miliardi di franchi svizzeri rispetto ai 4,4 miliardi dell'anno precedente. Inoltre, il gruppo ha anche fornito dettagli sul suo margine operativo. A questo livello, va notato che il margine operativo sulle vendite di attività non differenziate è in calo. Si attesta al 16% rispetto al 16,8% di un anno prima.

 

L'impatto della pandemia

È chiaro che nell'attuale contesto pandemico, la volatilità valutaria sfavorevole e l'eccesso di offerta hanno avuto un impatto significativo sui vari risultati. Queste diverse attività potrebbero ancora essere colpite dalla pandemia durante il primo trimestre del 2021, almeno.

Alla fine del 2020, il gruppo Clariant ha cambiato il suo amministratore delegato Hariolf Kottmann su richiesta di Saudi Basic, il suo principale azionista. Così è finito il mandato di 12 anni del direttore alla Clariant.

A causa della sua attuale situazione difficile, Clariant prevede di cedere la sua divisione Pigments. Ha intenzione di farlo entro la fine di quest'anno. Inoltre, attualmente ha diverse centinaia di posti di lavoro da tagliare.

Queste due misure fanno parte del suo programma di ridimensionamento dell'azienda e di riduzione dei costi. Infine, l'azienda svizzera ha finalmente fatto una proposta che è certamente interessante per i suoi azionisti e investitori.

 

Dividendo proposto da Clariant e EPS rettificato

Se c'è una cosa che ha sempre attirato l'attenzione di investitori, azionisti e direttori di aziende partner, è la proposta di dividendo. Nel caso attuale della società svizzera, il dividendo proposto per azione non è ricorrente. È di CHF 0,70.

L'EPS rettificato è di CHF 0,65 per l'anno finanziario 2020. Questo è leggermente superiore al consenso, anche se è in calo del 25% rispetto al 2019 (0,87 franchi).