La strategia Carry Trade

Il metodo del Carry Trade è una delle tecniche di trading più utilizzate dai professionisti e dalle grandi società di investimento nel Forex.  

Iniziare a fare trading su Borsa
La strategia Carry Trade
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 80.6% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Valutazione: 4.43 21 voti

 

Cos'è il Carry Trade?

Il Carry Trade è un metodo d'investimento particolare, applicabile al mercato Forex, che non utilizza realmente l'evoluzione dei valori. Per applicarlo bisogna tener conto essenzialmente dei tassi di interesse delle valute.

In pratica si tratta di indebitarsi acquistando una valuta con un basso tasso d'interesse per poter piazzare i fondi ottenuti su una valuta che presenta al contrario un forte tasso di interesse. É quindi unicamente grazie alla differenza tra i due tassi di interesse che si creerà il vostro guadagno.

Se il metodo del Carry Trade è principalmente applicato al Forex è perché questo guadagno negli altri mercati rimane molto basso in quanto non beneficiano di un effetto leva importante.

 

Come utilizzare il Carry Trade

Quando si tratta nel Forex, applicare il Carry Trade equivale ad acquistare una valuta vendendone un'altra. In questo modo pagate degli interessi sulla valuta venduta ed incassate degli interessi sulla valuta acquistata. In pratica ogni sera, quando la sessione chiude, il vostro mediatore accredita il vostro conto del differenziale dei tassi d'interesse delle operazioni effettuate nella giornata.

Ma attenzione! Per gestire correttamente il vostro Carry Trade dovete in ogni caso tener conto di altri fattori che influenzano le coppie di valute del Forex. Infatti, nel corso della vostra transazione, i valori possono evolvere in una direzione che non corrisponde alla vostra posizione e ciò rischia di comportare delle perdite che supereranno i vostri guadagni sui tassi di interesse.

D'altra parte non dimenticate che il vostro mediatore online preleva degli spread su ognuna delle vostre transazioni. Anche questi importi sono da mettere in conto nel calcolo della vostra redditività.

 

Qualche consiglio per applicare questo metodo

Per evitare i rischi connessi al Carry Trade ed assicurarvi degli introiti interessanti quando speculate con questo metodo nel Forex, bisogna verificare alcuni punti essenziali. Evitate di applicare questa tecnica su una coppia di valute che mostra una volatilità troppo elevata, a meno che non abbiniate il vostro intervento   ad un'analisi tecnica che vi permette di massimizzare i benefici. Nel caso in cui arriviate a cumulare i profitti realizzati in maniera classica a quelli derivanti dal differenziale dei tassi d'interesse sarete largamente vincenti. Ma se al contrario perdete sull'evoluzione del valore dell'attivo ciò può abbondantemente compromettere i vostri guadagni.

 

I consigli da applicare per realizzare un buon Carry Trade sono i seguenti:

  • Per prima cosa dovete individuare una coppia di valute che abbia un differenziale del tasso d'interesse interessante, vale a dire superiore al 3%. Sappiate per esempio che lo Yen è una valuta a tasso d'interesse molto basso che viene utilizzata spesso per il Carry Trade.
  • Poi dovete assicurarvi che tale coppia di valute evolva nella direzione della vostra operazione nel quadro di una tendenza a lungo termine o che non mostri una tendenza pronunciata ed evolva nel range del trading.

 

Precauzioni particolari nel Carry Trade

Attenzione, non dovete prendere posizione su un carry trade in un momento qualunque. In effetti gli indicatori di tendenza giocano qui un ruolo fondamentale poiché l’utile registrato dal differenziale dei tassi può facilmente essere schiacciato dalle perdite generate da una tendenza troppo forte. Bisogna quindi seguire attentamente l’andamento del vostro cross in modo che la vostra chiusura di posizione non provochi un deficit.

L’ideale è di scegliere un periodo di stabilità che limiterà fortemente i rischi corsi o un periodi di tendenza favorevole che aumenterà ancora i vostri benefici.

Un’altra precauzione da prendere è di verificare in maniera scrupolosa gli spread praticati dai broker. In effetti in certi casi, e se il vostro investimento non è abbastanza significativo, l’ammontare degli spread fatturati sulla vostra operazione finanziaria può diminuire, se non fagocitare, il vostro guadagno.

Per premunirvi contro queste spiacevolezze è quindi essenziale sorvegliare da vicino i livelli di volatilità, le spese applicate dai broker ma anche e soprattutto disporre di un capitale molto importante. Il Carry Trade è in effetti riservato ai trader che dispongono di un fortissimo capitale d’investimento perché può capitare che si riveli troppo poco redditizio sul lungo termine.

Infine, le operazioni di Carry Trade devono essere realizzate il più rapidamente possibile per evitare ogni cambiamento di tendenza, e quindi possibili perdite, ma può anche essere utilizzato nella direzione della tendenza per aumentare ulteriormente i guadagni.

Iniziare a fare trading su Borsa*
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 80.6% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.