Capitalizzazione, dividendi, fatturato e risultati di Vinci nel 2020

  •   DEHOUI Lionel

Il Gruppo Vinci è la seconda più grande società di concessione e costruzione al mondo. Ha una forte presenza in più di 100 paesi in tutto il mondo. Tuttavia, l'attività dell'azienda è stata gravemente interrotta dalla crisi sanitaria del 2020. Scopri di più sui risultati annuali del gruppo per quest'anno qui.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Fatturato in calo nell'anno fiscale 2020

Per tutti i dodici mesi del suo esercizio 2020, il gruppo Vinci ha realizzato un fatturato consolidato di 43,2 miliardi di euro. 43,2 miliardi, un calo del 10,0% (su base effettiva) rispetto all'anno precedente. In Francia, l'attività della società ha subito un forte calo del 12,9% nel corso dell'anno.

A livello internazionale, è sceso del 6,5%. La proporzione di fatturato registrata fuori dalla Francia è così aumentata al 47%, rispetto al 45% dell'anno precedente. Su base comparabile, il fatturato annuo della società è diminuito dell'11,1%, dopo aver neutralizzato le variazioni del perimetro di consolidamento (+1,9%) e le differenze di cambio (-0,8%).

 

Dettagli del fatturato per attività del gruppo

Nel 2020, l'attività delle concessioni ha generato entrate per 5,8 miliardi di euro. 5,8 miliardi, in calo del 31,7% su base effettiva e del 33,5% su base comparabile. Questo segmento comprende la performance di Vinci Autoroutes, in calo del 17,5% a 4,6 miliardi di euro, e Vinci Airports, in calo del 62,4% a 1,0 miliardi di euro.

36,9 miliardi, un calo limitato del 5,2% (-5,9% a struttura comparabile). In Francia, il fatturato della divisione è sceso del 10,6% a 17,5 miliardi di euro. A livello internazionale, il fatturato registrato nel settore del contracting è stato stabile rispetto al 2019.

19,4 miliardi nel 2020, che rappresentano il 53% del totale, rispetto al 50% dell'anno precedente. Da parte sua, la divisione Vinci Immobilier ha registrato un fatturato di 1,2 miliardi di euro per l'esercizio 2020, in calo del 9,9% su base annua.

Questo calo è dovuto in particolare alla crisi sanitaria, che ha inciso sulla firma degli atti di vendita e sulla produzione di siti immobiliari residenziali e commerciali. Inoltre, la pandemia di Covid-19 ha penalizzato l'attività operativa delle residenze gestite.

 

Performance di altri indicatori economici

Nel 2020, Vinci ha registrato un utile netto consolidato, quota gruppo, di 1,2 miliardi di euro, rispetto ai 3,3 miliardi dell'anno precedente. L'utile netto per azione è stato di 2,20 euro, rispetto ai 5,82 euro dell'anno precedente. Da parte sua, l'Ebitda consolidato è stato di 5,9 miliardi di euro rispetto agli 8,5 miliardi di euro del 2019.

Rappresenta il 13,7% del fatturato, rispetto al 17,7% dell'anno precedente. Per l'intero anno 2020, la società ha generato un utile operativo da attività ordinarie (ROPA) di 2,9 miliardi di euro, rispetto ai 5,7 miliardi di euro dell'anno precedente. Era il 6,6% delle entrate annuali, rispetto all'11,9% del 2019.

Per l'anno 2020, il risultato operativo corrente (ROC) della società è di 2,5 miliardi di euro, rispetto ai 5,7 miliardi dell'anno precedente. Oltre all'impatto dei pagamenti basati su azioni (IFRS 2), include il contributo negativo delle società controllate valutate con il metodo del patrimonio netto.

Questo è particolarmente evidente nel settore aeroportuale. Come promemoria, questo contributo è stato positivo nel 2019.

 

Aumento degli ordini e del lavoro arretrato

Su tutto il 2020, l'acquisizione di ordini del gruppo Vinci nel settore delle commesse ha raggiunto i 43,5 miliardi di euro. Sono aumentati del 4% in un anno. A livello internazionale, sono aumentati del 14%, compensando il calo del 6% in Francia.

Per divisione, l'acquisizione di ordini è aumentata del 2% per Vinci Energies. Questo aumento è stato spinto dalle infrastrutture e dalle attività ICT (Information Communication Technologies) a livello internazionale. In Eurovia, gli ordini sono scesi del 7% nel corso dell'anno. Ciò è dovuto in particolare al fatto che le autorità locali non hanno lanciato nuovi progetti a causa del contesto post-elettorale in Francia.

Per Vinci Construction, l'acquisizione di ordini è cresciuta del 14% nel 2020. Questa performance è stata aiutata dall'aggiudicazione di importanti contratti in Francia e all'estero. Alla fine dell'anno, il portafoglio ordini per le commesse ammontava a 42,4 miliardi di euro.

42,4 miliardi, un livello record e un aumento del 16% rispetto al 2019. In Francia, il portafoglio ordini è cresciuto del 9% a 16,9 miliardi di euro. Fuori dalla Francia, il portafoglio ordini è aumentato del 22% a 25,5 miliardi di euro.

 

Struttura finanziaria alla fine dell'anno

Al 31 dicembre 2020, il free cash flow era di 4,0 miliardi di euro, rispetto ai 4,2 miliardi di euro dello stesso periodo dell'anno scorso. L'indebitamento finanziario netto consolidato è diminuito di circa 3,7 miliardi di euro nel corso dell'anno a 18,0 miliardi di euro alla fine dell'anno.

In questo contesto senza precedenti segnato dalla crisi sanitaria, il Gruppo Vinci ha fatto gli sforzi necessari per rafforzare la sua liquidità. Alla fine del 2020, ammontava a 19,2 miliardi di euro, rispetto ai 15,8 miliardi di euro al 31 dicembre 2019.

Alla fine dell'anno finanziario, la società ha un debito finanziario lordo di circa 28 miliardi di euro. Questo è stato determinato prima di prendere in considerazione la liquidità disponibile. La sua scadenza media è di 7,7 anni, rispetto agli 8,1 anni alla fine dell'anno precedente. Il costo medio del debito è sceso leggermente al 2,3% dal 2,4% di un anno prima.

 

Il dividendo e la capitalizzazione di mercato del Gruppo

Il 08 aprile 2021 si è tenuta l'assemblea generale degli azionisti della società. Durante questa riunione, il Consiglio di Amministrazione di Vinci ha proposto il pagamento di un dividendo di 2,04 euro per azione per l'esercizio 2020. È stato pagato il 22 aprile 2021, interamente in contanti.

Inoltre, l'azienda è presente sui mercati azionari. Appartiene all'indice borsistico CAC 40. A ottobre 2020, la capitalizzazione di mercato di Vinci è stimata a 46,69 miliardi di euro.  

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com