Capitalizzazione, dividendi, fatturato e risultati di Michelin nel 2020

  •   DEHOUI Lionel

Come molte altre aziende, anche il gruppo Michelin ha subito l'impatto della crisi sanitaria del Covid-19 nel 2020. Questa crisi ha influenzato l'attività dell'azienda in generale durante l'anno. In questo difficile contesto della pandemia, i conti annuali del produttore di pneumatici erano in ribasso. Scopri nelle righe seguenti le cifre chiave da ricordare sulla performance finanziaria del gruppo per l'anno 2020.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Capitalizzazione, dividendi, fatturato e risultati di Michelin nel 2020
Immagine: Manel - Flickr

Calo del fatturato nel 2020

Per tutti i dodici mesi del 2020, il gruppo Michelin ha realizzato un fatturato di 20,47 miliardi di euro, rispetto ai 24,4 miliardi dell'anno precedente. Questo rappresenta un calo del 15,2% rispetto all'anno precedente. Questo calo è dovuto in particolare a un calo del 14% dei volumi. Ciò è dovuto al declino della domanda globale di pneumatici nell'H1-2020.

Questa situazione è stata causata dalle misure restrittive di viaggio legate alla crisi sanitaria in Covid-19. Inoltre, il produttore di pneumatici ha visto le sue vendite diminuire notevolmente nel FY2020. Le vendite nel settore automobilistico sono diminuite del 14,7% nel corso dell'anno. Il calo è stato ancora maggiore per le vendite del trasporto su strada.

Sono scesi del 15,7% nel corso dell'intero anno. Inoltre, l'azienda ha registrato una perdita di produttività nell'anno 2020. 98 milioni in misure di protezione e disinfezione. Su dodici mesi, l'impatto dei tassi di cambio è stato negativo al 2,6%.

D'altra parte, la società ha registrato un effetto price-mix positivo dell'1,2% e un effetto perimetro positivo dello 0,2% nel periodo. Infatti, in un ambiente molto competitivo a causa dei mercati in declino, il produttore di pneumatici è riuscito ad attuare una politica dei prezzi rigorosa.

 

Performance di altri indicatori chiave nel 2020

Nell'anno fiscale 2020, il Gruppo Michelin ha generato un reddito operativo dei suoi segmenti di 1,88 miliardi di euro, rispetto ai 3,01 miliardi di euro dell'anno precedente. Questo rappresenta un calo del 37% rispetto all'anno precedente. Tuttavia, l'azienda si è comportata meglio di quanto il mercato si aspettasse. 1,57 miliardi.

Il margine operativo è stato del 9,2% delle vendite, rispetto al 12,5% del 2019. Inoltre, il gruppo di Clermont-Ferrand ha visto il suo utile netto quasi dimezzarsi nell'esercizio 2020. Ha raggiunto 625 milioni di euro, rispetto a 1,730 miliardi di euro dell'anno precedente. A questo livello, l'azienda ha fatto meno delle previsioni del mercato di 736 milioni di euro.

 

Struttura finanziaria alla fine del 2020

Per far fronte all'impatto della crisi sanitaria del coronavirus, il Gruppo Michelin ha scelto di ridurre i suoi investimenti nel 2020. Questa riduzione è stata fatta nella misura di circa il 30%. La società francese ha anche ridotto le sue spese generali di quasi 240 milioni di euro durante l'anno.

Alla fine dell'esercizio 2020, il free cash flow strutturale della società ammontava a 2 miliardi di euro. Questa performance è stata guidata dalla rigorosa gestione di cassa impiegata dal gruppo durante la crisi sanitaria. Inoltre, alla fine di dicembre, ha beneficiato di un livello molto basso di inventario. Questo è stato il risultato del forte rimbalzo della domanda osservato in H2.

Durante questo semestre, la ripresa della domanda mondiale ha raggiunto livelli vicini o addirittura superiori a quelli dell'anno precedente per alcuni rami. Questa tendenza è stata particolarmente sostenuta dal forte slancio del primo equipaggiamento sia nei mezzi pesanti che nelle autovetture e nei camion leggeri.

Questa tendenza positiva è iniziata nel terzo trimestre. Durante l'ultimo trimestre, è aumentato significativamente. Al 31 dicembre 2020, il rapporto debito/patrimonio netto di Michelin era del 28%, contro il 39% alla stessa data dell'anno scorso. È quindi migliorato di 11 punti in un anno.

Per quanto riguarda il flusso di cassa del gruppo, è aumentato di 862 milioni di euro rispetto al 2019 per raggiungere più di 2 miliardi di euro alla fine del 2020. Inoltre, il produttore di pneumatici ha ridotto il suo debito di 1,6 miliardi di euro rispetto al livello dell'anno precedente. Si stima che sarà di 3,5 miliardi di euro alla fine di dicembre 2020.

 

Dividendo e capitalizzazione di mercato di Michelin nel 2020

Generalmente, il gruppo francese Michelin distribuisce il dividendo in un'unica soluzione annuale. All'Assemblea generale annuale degli azionisti del 21 maggio 2021, il Consiglio di amministrazione della società ha proposto un dividendo di 2,30 euro per azione per l'esercizio 2020.

Si tratta di un aumento di 0,30 euro rispetto all'importo distribuito per l'anno precedente. Il dividendo è stato pagato il 27 maggio 2021. Inoltre, il Gruppo Michelin è presente sui mercati azionari. La società è quotata alla borsa di Parigi sul mercato Euronext.

Fa anche parte dell'indice borsistico francese CAC 40. Nel 2020, la sua capitalizzazione di mercato è stata stimata a 24,068 miliardi di euro.

 

Il Gruppo Michelin

Fondata nel 1889 e con sede a Clermont-Ferrand, Francia, Michelin è una società francese specializzata nella produzione e commercializzazione di pneumatici per l'industria automobilistica e aeronautica. È riconosciuto come il leader mondiale in questo settore. È anche la marca di pneumatici più popolare tra i consumatori europei.

Inoltre, il gruppo offre una vasta gamma di prodotti per tutti i tipi di automobili. Questi includono automobili, macchine edili e agricole, due ruote e camion, tra gli altri. Inoltre, l'azienda ha una forte reputazione globale. Ha una forte presenza industriale in più di 16 paesi. L'azienda ha anche una forza lavoro di quasi 127.000 dipendenti in tutto il mondo.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com