Capitalizzazione, dividendi, fatturato e risultati di L'Oréal nel 2020-2021

  •   DEHOUI Lionel

L'Oréal è un'azienda francese specializzata in cosmetici. Il gruppo è riconosciuto come leader mondiale in questo settore. Nel 2020, la crisi sanitaria di Covid-19 ha interrotto il regolare svolgimento delle attività dell'azienda. La crisi ha portato alla chiusura dei punti vendita. Questo ha portato a una caduta del mercato della bellezza. Ecco i punti principali da ricordare sui risultati annuali del gruppo per l'anno in corso.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Capitalizzazione, dividendi, fatturato e risultati di L'Oréal nel 2020-2021
Immagine: ©Mariakraynova/123RF.COM

Fatturato per l'esercizio 2020

Per i dodici mesi completi dell'esercizio 2020, L'Oréal ha generato un fatturato di 27,99 miliardi di euro, rispetto ai 29,87 miliardi di euro del 2019. Su base comparabile, è sceso del 4,1%. Su base dichiarata, le vendite sono scese del 6,3% su base annua. Per divisione, Professional Products ha generato un fatturato di 3,097 miliardi di euro quest'anno.

3,097 miliardi, in calo del 6,4% su base comparabile e del 10,0% su base segnalata. Il fatturato della divisione Prodotti di consumo ha raggiunto 11,703 miliardi di euro nel 2020. 11,703 miliardi, in calo del 4,7% su base comparabile e dell'8,2% su base segnalata. La divisione L'Oréal Luxe ha registrato un fatturato di 10,179 miliardi di euro nel 2020.

10,179 miliardi, in calo dell'8,1% su base comparabile e del 7,6% su base segnalata. Nei dodici mesi dell'anno 2020, la divisione Active Cosmetics ha visto le sue vendite aumentare del 18,9% (su base comparabile) a 3,011 miliardi di euro. Su base dichiarata, l'aumento è stato del 13,0%.

 

Attività del gruppo per area geografica

La performance commerciale di L'Oréal per regione geografica ha mostrato un quadro misto. Questo era dovuto alla crisi sanitaria del Covid-19. In Europa Occidentale, le vendite del gruppo sono state pari a 7,514 miliardi di euro nel 2020, in calo del 10,3% su base comparabile e del 9,2% su base segnalata.

Questa tendenza al ribasso si osserva anche in Nord America, dove i ricavi dell'azienda sono stimati a 6,903 miliardi di euro nel 2020. 6,903 miliardi nel 2020, in calo del 7,4% su base comparabile e dell'8,8% su base segnalata. Inoltre, nonostante l'epidemia di coronavirus, l'azienda ha guadagnato quote di mercato in molti paesi.

Nel 2020, il gruppo ha registrato un fatturato totale di 13,574 miliardi di euro in tutti i suoi nuovi mercati. 13,574 miliardi, in crescita dell'1,5% su base comparabile e in calo del 3,2% su base segnalata. Vale la pena notare che l'attività dell'azienda è cresciuta in nuovi mercati, in particolare in tutte le zone in H2-2020.

La Cina si è comportata in modo impressionante. Come tale, ha dato un forte contributo ai risultati del gruppo per il 2020.

 

Performance di altri indicatori finanziari nel 2020

Per l'intero anno 2020, L'Oréal ha registrato un margine lordo di 20,459 miliardi di euro, rispetto ai 21,808 miliardi di euro dell'anno precedente. 21,808 miliardi di euro l'anno precedente, pari al 73,1% delle vendite, rispetto al 73,0% dell'anno precedente. L'utile operativo del gruppo è stato di 5,209 miliardi di euro, in calo del 6,1%.

In dettaglio, l'utile operativo della divisione Prodotti Professionali ha raggiunto 581,7 milioni di euro nel 2020. L'utile operativo della divisione Consumer Products è stato di 2,388 miliardi di euro. 2,275 miliardi per la divisione L'Oréal Luxe. 766,0 milioni per il segmento Active Cosmetics.

Per i dodici mesi del 2020, l'utile netto, quota gruppo, è stato di 3,563 miliardi di euro, rispetto ai 3,750 miliardi di euro dell'anno precedente. È quindi sceso del 5,0%. Escludendo le voci non ricorrenti, è sceso del 5,9% a 4,099 miliardi di euro, rispetto ai 4,356 miliardi del 2019.

Nel 2020, l'utile netto per azione è stato di 730 euro, rispetto ai 774 euro dell'anno precedente. È diminuito del 5,7% su base annua.

 

Situazione finanziaria alla fine del 2020

Alla fine di dicembre 2020, L'Oréal ha registrato un flusso di cassa di 5,724 miliardi di euro, in calo dell'1,3% su base annua. Il fabbisogno di capitale circolante è diminuito di 729 milioni di euro. Gli investimenti effettuati durante l'anno sono stimati in 972 milioni di euro. 972 milioni, che rappresentano il 3,5% del fatturato del gruppo.

Per tutto l'anno finanziario 2020, la società ha generato un flusso di cassa operativo di 5,480 miliardi di euro. 5,480 miliardi, un aumento dell'8,9% rispetto all'anno precedente. Inoltre, alla fine di questo esercizio, il bilancio di L'Oréal era abbastanza solido. Questo è illustrato in particolare dal livello del suo patrimonio netto.

Al 31 dicembre 2020, ammontava a 29 miliardi di euro. Il debito di leasing finanziario è stimato a 1,681 miliardi di euro. Dopo averne tenuto conto, la posizione di cassa netta del gruppo alla fine dell'anno era di 3,859 miliardi di euro.

 

Il dividendo e la capitalizzazione di mercato di L'Oréal

L'assemblea generale degli azionisti del gruppo L'Oréal si è tenuta il 20 aprile 2021. Durante questa riunione, il consiglio di amministrazione della società ha proposto il pagamento di un dividendo di 4,00 euro per azione per l'esercizio 2020. Questo è un aumento del 3,9% rispetto al dividendo pagato per l'anno precedente.

La data di pagamento del dividendo è stata fissata per il 29 aprile 2021. Inoltre, il titolo L'Oréal rimane uno dei più seguiti in borsa dagli investitori o dai trader. Infatti, la società è quotata alla Borsa di Parigi sul mercato Euronext. È una delle società che compongono l'indice borsistico francese CAC 40.

L'azienda è anche inclusa in altri indici come l'Euro Stoxx 50, FTSE Eurotop 100, Stoxx Global 200, Euronext 100, ecc. Nel maggio 2021, la società ha superato per la prima volta nella sua storia la soglia dei 200 miliardi di euro di capitalizzazione di mercato. È diventata la terza azienda francese a raggiungere questo livello, dopo LVMH e France Telecom (nel 2000).

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com