Capitalizzazione, dividendi, fatturato e risultati di BNP Paribas nel 2020

  •   DEHOUI Lionel

BNP Paribas è la prima banca dell'Unione Europea. Il gruppo è un importante attore bancario internazionale. Opera nel settore bancario e assicurativo. Nel 2020, l'attività del gruppo si è svolta in un contesto difficile segnato dalla crisi sanitaria del Covid-19. Tuttavia, ha dimostrato una grande resistenza grazie alla sua forza finanziaria e al suo modello diversificato e integrato.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Performance globale nel 2020

Per l'intero anno 2020, il margine di intermediazione di BNP Paribas (equivalente ai ricavi) è di 44.275 milioni di euro. È quasi stabile a -0,7% (a portata storica e tassi di cambio) rispetto all'anno precedente. A perimetro e tassi di cambio costanti, mostra un aumento dell'1,3% su un anno.

Nel 2020, i costi di gestione dell'azienda sono diminuiti del 3,6% rispetto al 2019 a 30.194 milioni di euro. Essi tengono conto di elementi eccezionali stimati a 521 milioni di euro. Si tratta di: costi di ristrutturazione e adattamento (211 milioni di euro), costi di potenziamento informatico (178 milioni di euro) e infine, donazioni e misure di sicurezza per il personale legate alla crisi sanitaria (132 milioni di euro).

Nei dodici mesi dell'anno, il gruppo bancario ha registrato un reddito operativo lordo di 14.081 milioni di euro. 14 081 milioni, in aumento del 6,2% rispetto all'anno precedente. Il costo del rischio è aumentato di 2.514 milioni di euro in un anno fino a 5.717 milioni di euro nel 2020.

8.364 milioni per l'anno, un calo del 16,8%. Le voci non eccezionali, invece, sono aumentate rispetto al 2019 per raggiungere 1.458 milioni di euro. 9.822 milioni nel 2020, in calo del 13,8% su base annua.

Al 31 dicembre 2020, l'imposta sul reddito della banca era di 2 407 milioni di euro. L'aliquota media dell'imposta sul reddito è stata del 25,6%, rispetto al 24,2% dell'anno precedente. Alla fine dell'anno, l'utile netto del gruppo ha raggiunto 7.067 milioni di euro, in calo del 13,5% rispetto all'anno precedente.

 

Risultati annuali per area di attività del gruppo

Nonostante la crisi sanitaria di Covid-19, BNP Paribas ha registrato un forte slancio commerciale nelle sue diverse linee di business.

 

Mercati nazionali

Nel 2020, l'attività Domestic Markets ha registrato un aumento dell'efficienza operativa. Questa divisione illustra il suo forte sostegno all'economia. I prestiti in essere sono aumentati del 5,4% su base annua. I depositi sono aumentati dell'11,6% rispetto all'anno precedente.

La divisione ha raggiunto un forte afflusso netto di 6,1 miliardi di euro, con "4,9 miliardi di euro di afflussi esterni". Ha registrato un margine di intermediazione di 15.477 milioni di euro, in calo del 2,1% rispetto all'anno precedente. I costi operativi sono scesi dell'1,6% su base annua a 10.568 milioni di euro.

Il reddito operativo lordo è sceso del 3,2% a 4.909 milioni di euro. Con gli effetti della crisi sanitaria, il costo del rischio è aumentato a 1.456 milioni di euro. 3.271 milioni, in calo del 13,9% rispetto al 2019.

 

Servizi finanziari internazionali

Nonostante la pandemia Covid-19, la divisione International Financial Services ha goduto di un buon slancio commerciale durante l'anno. I prestiti in essere sono cresciuti dell'1,5% rispetto al 2019. La raccolta netta è stata di 54,9 miliardi di euro, di cui 40 miliardi di euro per la linea di business Asset Management.

La divisione ha continuato a rafforzare la sua digitalizzazione. Così, ha 4,6 milioni di clienti digitali nelle reti internazionali al dettaglio, in aumento del 13% rispetto al 2019. Il suo margine di intermediazione è sceso del 7,2% a 15.938 milioni di euro. Anche le spese operative sono diminuite del 3,7% a 10.117 milioni di euro nel 2020.

5.821 milioni, in calo del 12,8% su base annua. Il costo del rischio è aumentato di 864 milioni di euro a 2.775 milioni di euro. L'utile al lordo delle imposte è sceso del 34,5% su base annua a 3.421 milioni di euro.

 

Corporate e Institutional Banking (CIB)

Nel 2020, la divisione CIB ha ottenuto buoni risultati per tutti i suoi clienti. L'attività commerciale è stata in forte aumento in tutte le linee di business. I ricavi di questa linea di business sono aumentati del 13,9% rispetto all'anno precedente per raggiungere 13.763 milioni di euro.

I costi operativi di CIB sono aumentati del 3,0% a 8.920 milioni di euro nel 2020. Il suo reddito operativo lordo ammontava a 4.843 milioni di euro, in forte aumento del 41,7% su base annua. Il costo del rischio è aumentato di 1.085 milioni di euro a 1.308 milioni di euro. La divisione ha registrato un utile prima delle imposte di 3.454 milioni di euro, in aumento del 7,7%.

 

Altre attività

Sui dodici mesi dell'anno, la divisione "Altre attività" ha registrato un margine di intermediazione di -358 milioni di euro, contro 71 milioni di euro dell'anno precedente. I costi operativi sono scesi nettamente a 890 milioni di euro, rispetto ai 1.728 milioni di euro del 31 dicembre 2019.

Il costo del rischio per questa divisione è stimato a 72 milioni di euro nel 2020, rispetto ai 58 milioni di euro dell'anno precedente. Le altre voci non eccezionali sono stimate a 939 milioni di euro alla fine di dicembre 2020, rispetto ai 786 milioni di euro dello stesso periodo dell'anno precedente. Infine, la divisione ha generato un utile ante imposte di -327 milioni di euro, rispetto ai -848 milioni di euro dell'anno 2019.

 

Circa il dividendo e la capitalizzazione di mercato nel 2020

Il Consiglio di Amministrazione di BNP Paribas ha proposto all'Assemblea Generale degli Azionisti il pagamento di un dividendo di 1,11 euro per azione per l'anno 2020. Questo corrisponde a una distribuzione del 21% dei guadagni dell'anno.

Questo è il tasso massimo risultante dalla raccomandazione della Banca Centrale Europea del 15 dicembre scorso. Inoltre, il dividendo è stato pagato in contanti il 26 maggio 2021. Inoltre, come membro dell'indice CAC 40, BNP Paribas ha una capitalizzazione di mercato stimata a 53,9 miliardi di euro nel 2020.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com