Capitalizzazione, dividendi, fatturato e risultati di BMW nel 2020-2021

  •   DEHOUI Lionel

Fondata nel 1916 e con sede a Monaco di Baviera, BMW è un'azienda tedesca specializzata nella produzione di automobili. Commercializza veicoli attraverso i suoi marchi BMW, Mini e Rolls-Royce. Nel 2020, il gruppo ha subito l'impatto della crisi sanitaria del Covid-19. Questo ha avuto un impatto negativo sui risultati di quell'anno. Tuttavia, nei primi trimestri dell'anno finanziario 2021, il produttore ha ottenuto buoni risultati.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Capitalizzazione, dividendi, fatturato e risultati di BMW nel 2020-2021
Immagine: RoadOver - Flickr

Punto generale dell'attività del gruppo nel 2020

Nel 2020, l'attività di BMW si è svolta in un contesto difficile segnato dalla pandemia di Covid-19. È stato pesantemente colpito da questa crisi sanitaria. La pandemia ha costretto il Gruppo a chiudere i suoi stabilimenti in Europa e in Sudafrica durante l'anno.

Per l'intero anno 2020, la divisione automobilistica ha consegnato un totale di 2.325.179 veicoli, un calo dell'8,4%. Durante l'anno, la produzione è stata inferiore alle vendite. Infatti, il produttore ha progettato 2.255.637 auto. Limitando la produzione, l'azienda è stata in grado di eliminare alcune delle sue scorte.

Nei dodici mesi del 2020, BMW ha raggiunto un fatturato annuo di 98,99 miliardi di euro, rispetto ai 104,21 miliardi di euro del 2019. La divisione automobilistica ha contribuito con 80,85 miliardi di euro a questa cifra nel 2020. L'Ebit del gruppo è stato di 4,8 miliardi di euro, rispetto ai 7,4 miliardi di un anno prima. 7,4 miliardi l'anno prima, un calo del 34,8% su base annua.

L'Ebit della divisione automobilistica si è attestato a 2,16 miliardi di euro nel 2020, rispetto ai 4,5 miliardi del 2019, con un calo del 51,9%. D'altra parte, il gruppo tedesco ha registrato un profitto prima delle tasse e delle imposte (EBT) di 5,2 miliardi di euro per tutto quest'anno. 2,7 miliardi di questo importo sono stati generati dal settore automobilistico.

 

Rassegna degli affari del gruppo nel primo trimestre del 2021

Dopo l'impatto dell'epidemia di coronavirus subita nel 2020, BMW ha notato una ripresa sostenuta del suo business all'inizio dell'anno finanziario 2021. I risultati presentati dal gruppo nel primo trimestre hanno superato tutte le aspettative. In particolare, ha registrato un livello record di vendite durante questo periodo.

Infatti, tra gennaio e marzo 2021, il costruttore di Monaco ha consegnato 636.606 veicoli. Questo rappresenta un aumento del 33,4% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Questo numero rappresenta la migliore performance del primo trimestre nella storia dell'azienda.

Inoltre, durante il Q1-2021, l'azienda ha consegnato 70.207 veicoli elettrificati, il doppio del numero registrato un anno prima. Nei primi tre mesi del 2021, BMW ha generato un utile ante imposte di 3 757 miliardi di euro. Questa cifra è arrivata ben al di sopra delle aspettative del mercato di 1,8 miliardi di euro.

Come promemoria, nel Q1-2020, il gruppo aveva registrato un utile imponibile di 798 milioni di euro. Da parte sua, la divisione automobilistica ha registrato un margine operativo del 9,8% per il primo trimestre del 2021, rispetto all'1,3% di un anno prima. Per l'intero periodo, la casa automobilistica ha registrato un utile netto di 2,8 miliardi di euro. Questo risultato è stato sostenuto da una forte ripresa delle vendite dopo l'impatto della crisi sanitaria.

 

Performance nel secondo trimestre del 2021

Nel secondo trimestre del 2021, il business di BMW ha continuato a crescere. Questo nonostante la carenza di chip elettronici che ha colpito l'intero settore automobilistico. Tra aprile e giugno, il gruppo ha registrato un salto di circa il 45% nelle vendite di veicoli. In Europa e negli Stati Uniti, l'aumento è stato quasi del 75% e dell'88% rispettivamente.

Uno degli aspetti più soddisfacenti del trimestre è stata la forte crescita dell'utile netto dell'azienda. Ha raggiunto 4,8 miliardi di euro nel Q2-2021, rispetto a una perdita di 212 milioni di euro nello stesso periodo dell'anno scorso. Anche questo risultato ha superato le aspettative del mercato. Il mercato si aspettava una media di 2,2 miliardi di euro.

Per i primi sei mesi del 2021, l'utile netto del gruppo è stato di 7,6 miliardi di euro. Ha riportato una forte crescita dopo gli effetti dell'epidemia di coronavirus. Nella prima metà del 2021, la casa automobilistica tedesca ha consegnato un totale di 1,34 milioni di veicoli.

Questo ha portato a una crescita del fatturato semestrale. Ha raggiunto 55,4 miliardi di euro, con un aumento del 28% su base annua.

 

Aggiornamento trimestrale nel terzo trimestre del 2021

I risultati della casa automobilistica bavarese BMW sono migliorati significativamente nel terzo trimestre del 2021. Ancora una volta ha mostrato una buona resistenza alla carenza di componenti elettronici che ha colpito l'intera industria automobilistica. Tra luglio e settembre, la società ha venduto 593.200 auto, in calo del 12%.

Tuttavia, ha visto il suo utile netto aumentare del 42,4% a 2,58 miliardi di euro nel Q3-2021. L'Ebit del gruppo ha raggiunto 2,88 miliardi di euro, in crescita del 49,8% su base annua. Il margine Ebit della divisione automobilistica è stato del 7,8% nel trimestre. Per i primi nove mesi del 2021, era dell'11,3%.

Nel terzo trimestre del 2021, la casa automobilistica di Monaco ha raggiunto un fatturato trimestrale di 27,47 miliardi di euro. Questo rappresenta un aumento del 4,5% su base annua.

 

Il dividendo e la capitalizzazione di mercato di BMW

BMW è uno dei giganti automobilistici che paga una cedola ai suoi azionisti alla fine di ogni anno finanziario. Per l'esercizio 2020, il Consiglio di Amministrazione ha deciso di sottoporre all'approvazione un dividendo di 1,90 euro per azione ordinaria e di 1,92 euro per azione per i titolari di azioni privilegiate.

Inoltre, l'azienda ha una forte presenza sui mercati azionari. È quotata alla borsa di Francoforte. Pertanto, le azioni BMW sono molto popolari tra gli investitori e i traders. L'azienda è anche inclusa nell'indice europeo Stoxx 600. A novembre 2021, la sua capitalizzazione di mercato supera i 60 miliardi di euro.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com