Capitalizzazione, dividendi, fatturato e risultati di AXA nel 2020

  •   DEHOUI Lionel

Il Gruppo AXA è riconosciuto come la compagnia assicurativa numero uno in Europa. Opera in diversi paesi e aveva 96.595 dipendenti in tutto il mondo alla fine del 2020. Durante quest'anno, l'attività dell'azienda è stata interrotta dalla crisi sanitaria del Covid-19. Sul fronte commerciale, tuttavia, l'assicuratore ha mostrato resistenza con buone performance.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Il fatturato annuo di AXA nel 2020

Per l'esercizio 2020, il gruppo AXA ha raggiunto un fatturato di 96,7 miliardi di euro. Su base dichiarata, i ricavi sono scesi bruscamente del 7%. A tasso di cambio costante, i ricavi annuali sono diminuiti di un limitato 1%. I segmenti target (salute, assicurazioni commerciali e protezione personale) hanno registrato un fatturato stimato di 61,57 miliardi di euro, in calo dell'1%.

A tassi di cambio costanti, sono cresciuti del 3% su base annua. Per linea di business, l'assicurazione Danni/Infortuni è cresciuta dell'1% su base annua a 48,7 miliardi di euro. Questa performance è stata trainata dalle linee commerciali (+2%), che hanno beneficiato di effetti positivi sui prezzi, in particolare in AXA XL.

È stato parzialmente compensato da un calo (-1%) nelle assicurazioni personali. Ciò è dovuto principalmente alle minori vendite in diversi paesi durante i periodi di contenimento. L'assicurazione sanitaria, invece, è cresciuta del 6% nel 2020. Questa evoluzione è favorita dalla buona dinamica rilevata in tutte le linee e aree geografiche dell'azienda.

D'altra parte, il settore vita e risparmio ha registrato un calo del 6% a 31,5 miliardi di euro nel corso dell'anno. Questa sottoperformance riflette principalmente il calo delle vendite di prodotti di risparmio in conto corrente in Francia e in Europa. Sono stati pesantemente colpiti dagli effetti sfavorevoli della crisi sanitaria.

14,7 miliardi per l'anno, in aumento del 6%. Infine, l'attività di asset management è cresciuta del 4% a 1.269 milioni di euro sull'intero anno. È stato guidato in particolare dall'aumento del patrimonio medio in gestione, sostenuto da forti afflussi netti.

 

Conseguenze dei reclami legati alla crisi sanitaria

Il 2020 è stato segnato da una crisi economica senza precedenti. La pandemia di Covid-19 ha pesato sul business del Gruppo AXA lo scorso anno. Ha avuto un forte impatto sul risultato operativo dell'assicurazione Danni/Infortuni e sulle misure di solidarietà. 1,5 miliardi (al netto delle imposte e della riassicurazione).

Tuttavia, questo impatto è in linea con le indicazioni fornite dalla società nel suo comunicato stampa del 3 giugno 2020, e in occasione della presentazione dei suoi risultati semestrali per il 2020. Inoltre, nella seconda metà dell'anno, le nuove misure di contenimento non hanno avuto un grande impatto sull'attività del gruppo.

In effetti, gli effetti favorevoli legati al calo della frequenza nelle assicurazioni personali hanno compensato i sinistri supplementari nelle assicurazioni commerciali.

 

Performance di altri indicatori economici

Per i dodici mesi completi dell'anno 2020, gli utili sottostanti del Gruppo AXA ammontano a 4,26 miliardi di euro. 4,26 miliardi, in calo del 34% rispetto all'anno precedente ('6,45 miliardi). Ha risentito delle difficoltà dell'attività assicurativa property e casualty, che ha registrato un enorme calo.

Questo calo è dovuto principalmente all'impatto dei sinistri legati alla crisi sanitaria del coronavirus. Sono stimati in 1,53 miliardi di euro. D'altra parte, le spese relative alle catastrofi naturali oltre i costi normalizzati sono stimate a 502 milioni di euro. Va notato che questo livello normalizzato di catastrofi naturali rappresenta quasi il 3% dei premi lordi registrati durante l'esercizio.

L'utile netto dell'assicuratore è stato di 3,16 miliardi di euro nel 2020, rispetto ai 3,85 miliardi di euro dell'anno precedente, con un calo del 18% nel periodo di un anno. Questo riflette in parte il calo del reddito operativo. Riflette anche l'impatto negativo del calo del valore di mercato delle attività investite riconosciute al valore equo.

 

Utile operativo per attività del gruppo

Nel 2020, il reddito operativo del settore Danni/Infortuni si è attestato a 1.644 milioni di euro. 1.644 milioni. È stato pesantemente colpito dalla crisi sanitaria e quindi ha mostrato un calo del 51% rispetto all'anno scorso.

2.338 milioni per l'esercizio 2020. 2.338 milioni, in calo del 7% rispetto all'anno precedente. 693 milioni.

L'attività di gestione patrimoniale ha visto il suo utile operativo aumentare del 6% sull'anno, a 279 milioni di euro. Infine, il reddito operativo dell'attività di holding è aumentato del 15% per raggiungere i -754 milioni di euro nel 2020.

 

La struttura finanziaria di AXA a fine anno

Al 31 dicembre 2020, il patrimonio netto di AXA ammontava a 71,6 miliardi di euro. 1,7 miliardi rispetto alla stessa data dell'anno scorso. Il rapporto di solvibilità II (una misura della forza finanziaria della società) si è attestato al 200% alla fine dell'esercizio 2020.

Rispetto al suo livello alla fine di settembre 2020, è migliorato di 20 punti. Alla fine dell'esercizio 2020, il rapporto di indebitamento della società è del 26,8%, in calo di 2 punti su base annua. Ciò riflette principalmente l'effetto favorevole del rimborso di 1,7 miliardi di euro di debito subordinato.

A fine dicembre 2020, la posizione di cassa della holding Axa S.A. ammontava a 4,2 miliardi di euro. Questo è ben al di sopra delle aspettative dell'azienda. L'azienda puntava a un importo tra 1 e 3 miliardi di euro.

 

Dividendo e capitalizzazione di mercato di AXA nel 2020

Il dividendo proposto dal Gruppo AXA per l'esercizio 2020 ha superato tutte le aspettative. Infatti, in occasione dell'assemblea generale annuale degli azionisti del 29 aprile 2021, il consiglio di amministrazione della società ha annunciato l'intenzione di pagare un dividendo di 1,43 euro per azione.

Il pagamento di questo dividendo è stato effettuato l'11 maggio 2021. Inoltre, l'azienda è presente sui mercati azionari. È una delle società del CAC 40. A ottobre 2020, la sua capitalizzazione di mercato è stimata a 39,25 miliardi di euro.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com