Caduta storica del titolo Tesla

  •   Le 10/09/2020 à 13h48
  •   HARMANT Adeline

Martedì 8 settembre 2020 è stato un giorno nero per il Gruppo Tesla e la sua quota di mercato azionario, che è scesa a un minimo storico. Vi proponiamo di saperne di più su questa notizia con alcune spiegazioni.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le azioni Tesla hanno perso il 21% in una sola seduta:

E' un calo storico per l'azione Tesla, che l'altro ieri ha perso oltre il 21% del suo valore. Questa sessione da sola ha fatto perdere al gruppo non meno di 82 miliardi di dollari di capitalizzazione. Tuttavia, questo produttore di auto elettriche stava beneficiando di una bella tendenza al rialzo dall'inizio dell'anno, mentre i suoi concorrenti soffrivano della crisi della Covid-19.

Questa perdita, pari esattamente al 21,06% del suo valore di chiusura, è quindi il calo più forte mai registrato da questo titolo come riportato dai media. Tuttavia, non dobbiamo allarmarci per questo improvviso calo, in quanto dovrebbe essere messo in prospettiva dal fatto che il titolo ha comunque guadagnato più del 300% del suo valore dal gennaio 2020. Inoltre, la quotazione del titolo ha da allora mostrato un interessante rimbalzo del 7%.

Elon Musk, che si è espresso su questa caduta molto sorprendente, ha così indicato, in francese: "A la guerre comme à la guerre" durante un tweet pubblicato martedì alla fine della giornata.

Tuttavia, va notato che la perdita di capitalizzazione di 82 miliardi di dollari della società, causata da questo calo del prezzo delle azioni, non è priva di conseguenze. La capitalizzazione di Tesla è ora pari a 307,7 milioni di dollari. Tuttavia, vale la pena ricordare qui che il gruppo guidato da Elon Musk mostra ancora un valore molto più alto rispetto ad altre case automobilistiche mondiali come Toyota o Volkswagen.

 

Quali sono le cause della caduta della quota di Tesla?

È possibile individuare diverse cause per la caduta del titolo Tesla sul mercato azionario. Alcuni analisti ritengono addirittura che questo titolo sia destinato a un vero e proprio crollo. In effetti, è noto che le azioni Tesla sono aumentate di valore subito dopo un frazionamento azionario 5 per 1. Ma è stata la decisione di Baillie Gifford, che è il maggiore azionista esterno di questo gruppo, e che ha ridotto la sua partecipazione nella società dal 6,3% al 4,25%, che la capitalizzazione di Tesla ha cominciato a diminuire.

Un altro fattore importante che ha portato al calo di valore dell'8 settembre è probabilmente anche l'assenza di Tesla nella lista S&P 500. Ricordate che questo indice borsistico si basa su 500 grandi società quotate in borsa negli Stati Uniti. È infatti questo venerdì 4 settembre che l'indice ha deciso di aggiungere l'azienda e il sito di e-commerce Etsy, il produttore di apparecchiature di prova automatiche Teradyne e l'azienda farmaceutica Catalent. Tuttavia, gli investitori si aspettavano che il gruppo Tesla fosse tra i fortunati, ma non è stato così.