La Borsa di Tokyo diminuisce a causa dell'epidemia cinese

  •   Le 27/01/2020 à 14h15
  •   Adeline HARMANT

La Borsa di Tokyo sta attualmente vivendo un crollo a seguito dell'epidemia di Coronavirus cinese. Scopriamo insieme l'entità dei danni e alcune informazioni aggiuntive su questo evento.

Inizia a fare trading adesso
76.4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Sessione in rosso questo lunedì a Tokyo:

La Borsa di Tokyo è stata quindi in rosso durante la prima sessione della settimana, a causa dei timori di un'estensione dell'epidemia di coronavirus che sta colpendo la Cina e di cui il Giappone ha già fatto alcune vittime.

Al momento della chiusura, l'indice Nikkei 225 ha così mostrato un calo di circa 483,67 punti, ovvero un calo del 2,03%, con una quotazione a 23.343,51 punti, mentre l'indice Topix ha perso l'1,61% ed è sceso a 1.702,57 punti.

 

Le cause di questo improvviso calo:

E' ovviamente in seguito all'estensione delle restrizioni di viaggio in Cina, al fine di arginare l'epidemia di coronavirus, che diversi paesi, tra cui il Giappone, stanno preparando l'evacuazione dei loro cittadini dalle zone di quarantena di quel paese. Da notare che i viaggi organizzati in Cina sono stati sospesi questa mattina dal governo cinese, il che rischia di penalizzare il turismo mondiale e in particolare quello dell'Asia in generale e quindi del Giappone.

I settori di attività che più risentono di questa decisione sono naturalmente quelli del turismo e dell'aviazione, ma anche altri settori come la cosmesi e la moda giapponese, che dipendono fortemente dal turismo cinese.

Allo stesso tempo, anche i timori per il virus hanno contribuito all'aumento dello Yen, considerato un porto sicuro, e questo aumento pesa anche sui gruppi di esportazione giapponesi in tutti i settori di attività.

 

Valori da seguire oggi sul mercato giapponese:

Per quanto riguarda i settori di attività del mercato azionario giapponese, tutti sono in rosso il lunedì, tranne il settore immobiliare. Tra i titoli più colpiti della giornata vi sono state le seguenti azioni:

Fast Retailing e Shiseido, che dipendono fortemente dalla Cina e sono i due maggiori perdenti in questa sessione. Fast Retailing ha perso il 5,66% a 58.460 yen e Shiseido è scesa del 5,49% a 7.060 yen.

Dal lato delle compagnie aeree, ci sono anche beni in rosso con un calo significativo e naturalmente prevedibile delle prenotazioni a causa dell'epidemia e delle restrizioni di viaggio imposte dal governo di Pechino. Tra i titoli più colpiti vi sono ANA Holding, che ha perso il 3,01% con una quotazione a 3.441 sì, e Japan Airlines, che ha perso il 3,89% a 3.134 yen. Infine, va notato che il prezzo delle azioni del tour operator HIS è sceso del 6,76% a 2.548 yen.