Borsa di Tokyo: in rialzo grazie al calo dello yen e di Wall Street

  •   Le 04/08/2020 à 11h20
  •   DEHOUI Lionel

La situazione della Borsa di Parigi rimane più o meno in equilibrio in questa prima settimana di agosto. Ma la questione degli investitori è a livello delle Borse asiatiche e soprattutto dell'evoluzione di Tokyo. La Borsa di Tokyo ha infatti concluso la sessione lunedì 3 agosto 2020. Esso beneficia dello yen, che è diventato di nuovo economico rispetto al dollaro. Inoltre, i guadagni registrati a Wall Street venerdì l'hanno incoraggiata.

--- Pubblicità ---
Inizia a fare trading adesso
Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Indici giapponesi

L'atmosfera sul mercato azionario giapponese è segnata dal rimbalzo del suo indice di punta, il Nikkei. Quest'ultimo ha guadagnato il 2,24% a 22.195,38 punti, pari a sei sessioni consecutive di ribassi. Allo stesso tempo, l'indice Topix espanso ha realizzato un guadagno netto dell'1,78% a 1.522,64 punti. Va notato che Wall Street ha chiuso il mese di luglio con una sessione rialzista. Al termine della sessione di venerdì scorso, la Borsa di New York ha accelerato.

Una situazione la cui origine rimane per la maggior parte le performance di Apple e Facebook che hanno firmato nuovi record con i loro titoli. D'altra parte, il significativo calo che lo yen ha subito prima del dollaro da venerdì è stato favorevole anche ai vari valori del mercato giapponese. Si tratta delle azioni esportate alla Borsa di Tokyo, che a loro volta hanno beneficiato della nuova accelerazione dell'attività produttiva cinese nel mese di luglio.

Nota: è in effetti un indice indipendente pubblicato all'inizio di questa settimana che indica questa nuova accelerazione. Da parte sua, le autorità cinesi hanno confermato ieri il calo dello 0,6% del PIL giapponese nel primo trimestre del 2020. Va detto che questa cifra rimane intatta rispetto alla stima precedente.

 

Uno stock in crescita a Tokyo

In un tale clima, tutti i leader del settore economico hanno notato quanto quest'ultimo sia in recessione tecnica. Anche prima dell'attuale crisi economica e sanitaria (nel quarto trimestre per la precisione), il PIL giapponese è sceso dell'1,9%. Da allora, i vari titoli della Borsa di Tokyo sono cambiati in base all'andamento del mercato. Lunedì, ad esempio, lo stock del Gruppo SoftBank è salito del 5,1% a 6.932 yen.

D'altra parte, l'acquisizione del gruppo ARM (SoftBank Group) da parte di NVIDIA è ancora in corso ed è sulla strada giusta. Secondo diversi resoconti dei media, le trattative sono in una fase avanzata nel file di acquisizione dell'ARM. Ricordiamo di passaggio che ARM designa un produttore britannico di microprocessori, acquisito nel 2016 da SoftBank Group per un importo di 32 miliardi di dollari. I due gruppi coinvolti cercheranno di trovare un terreno comune nei prossimi giorni.

Nota: Sottolineiamo che Nvidia è un gigantesco gruppo americano che si è costruito una reputazione nel campo dei chip e delle schede grafiche.

 

Un altro valore, ma in calo

A differenza di SoftBank, che ha fatto un passo avanti alla Borsa di Tokyo, Seven & I Holdings è scesa del 4,8% a 3.052 yen. Ciò fa seguito all'annuncio di un accordo per l'acquisizione della famosa catena americana di stazioni di servizio Speedway. L'accordo prevede più di 21 miliardi di dollari. Secondo gli investitori, tale importo rimane piuttosto elevato.