La Borsa di New York termina più in alto e stimola il mercato azionario europeo

  •   Le 06/04/2021 à 12h20
  •   HARMANT Adeline

Dopo la Borsa di New York, che ha terminato la sessione di lunedì in verde, è stato il turno dei mercati azionari europei di aprire in verde questa mattina. Il rimbalzo è dovuto alla pubblicazione di indicatori considerati rassicuranti per l'economia.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Fare trading con i CFD su Plus500
La Borsa di New York termina più in alto e stimola il mercato azionario europeo

Fine della sessione negli Stati Uniti:

Lunedì sera, l'indice Dow Jones è salito dell'1,13% a 33.527,19 punti, battendo un nuovo record. L'indice S&P 500 ha guadagnato l'1,44% a 4.077,78 punti, anche questo un massimo storico. Infine, l'indice Nasdaq Composite è salito dell'1,67% a 13.705,59 punti.

La ragione principale è stata la crescita dell'attività dei servizi negli Stati Uniti, che ha raggiunto un nuovo record a marzo, dopo l'annuncio di pochi giorni fa che sono stati creati 900.000 posti di lavoro non agricoli, rispetto a una previsione di 647.000.

Tra i titoli che hanno beneficiato maggiormente di questa ripresa c'è Tesla, che è salita del 4, 43% a 691,05 dollari dopo l'annuncio di consegne record.

Il biglietto verde era giù 0,45% contro un paniere di valute, pochi minuti dopo la chiusura della sessione di Wall Street e mentre l'euro ha guadagnato 0,39% a 1,1808 dollari.

 

Le borse europee seguono il movimento americano:

Questa mattina, sono i mercati azionari europei ad aprire in verde con un aumento dell'1,3% a Londra, dello 0,9% a Francoforte e dello 0,7% a Parigi. Sembrerebbe che siano i risultati di Wall-Street del giorno prima che sono qui in causa.

Si noti anche che il mercato azionario asiatico si sta muovendo piuttosto in basso questo martedì poiché la banca centrale cinese ha chiesto alle principali banche del paese di limitare la concessione di nuovi prestiti fino alla fine dell'anno.

Diversi indicatori interessanti saranno pubblicati questa settimana e richiederanno l'attenzione degli investitori, compresi gli indici PMI compositi europei per marzo e la produzione industriale e la bilancia commerciale in Francia e Germania per febbraio. Conosciamo già il tasso di disoccupazione nell'Eurozona che è uscito all'8,3% a febbraio, invariato rispetto a gennaio e inizialmente stimato da Eurostat all'8,1%.

 

Azioni da guardare oggi e questa settimana:

Diversi titoli sono anche nelle notizie in Europa, con BP che guadagna il 3% alla Borsa di Londra dopo aver annunciato la sua decisione di riprendere gli acquisti di azioni dopo aver raggiunto il suo obiettivo di riduzione del debito con le cessioni di attività negli ultimi tre mesi.

Terremo d'occhio anche il Credit Suisse, i cui due dirigenti si sono dimessi in seguito a pesanti perdite dovute alla sua esposizione a un fondo hedge statunitense, e che probabilmente peserà sui suoi risultati del primo trimestre.