BMW: prospettive per il 2021 confermate dopo aver evitato la carenza di chip

  •   Le 25/05/2021 à 08h48
  •   DEHOUI Lionel

Dopo un primo trimestre notevole, la casa automobilistica BMW sta iniziando il secondo trimestre nel modo più sorprendente. A partire dal 1° aprile 2021, ha evidenziato un cambiamento decisivo nella gestione del suo centro espositivo "BMW Welt" (Monaco/Germania). Finisce il mese espandendo la sua rete di produzione per la mobilità elettrica. Recentemente, conferma i suoi obiettivi nonostante la carenza di chip.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
BMW: prospettive per il 2021 confermate dopo aver evitato la carenza di chip
Immagine: RoadOver - Flickr

BMW lasciata indietro dalla carenza di chip

Il BMW Group è in pole position per raggiungere i suoi obiettivi di profitto per l'anno 2021. La casa automobilistica tedesca rimane ottimista su questo fronte nonostante l'impennata dei prezzi delle materie prime. Tuttavia, è stata risparmiata dalle conseguenze della carenza di chip. I suoi numerosi concorrenti europei non sono stati così fortunati.

La più grande casa automobilistica europea (Volkswagen) è in crisi a causa della situazione di carenza di chip. Una situazione che potrebbe portare a un calo della produzione di veicoli di oltre la metà alla Ford Motor Co. nel 2° trimestre del 2021.

Va notato per inciso che il gruppo BMW è particolarmente noto per la sua capacità di stringere relazioni solide con i suoi vari fornitori. Questo le ha permesso di evitare qualsiasi interruzione della sua linea di produzione.

Nota: In particolare, la casa automobilistica non ha sofferto della carenza di chip a livello industriale. L'unico segno che potrebbe essere interpretato come una conseguenza della carenza di chip è la sospensione temporanea della MINI in Gran Bretagna.

 

Una crescita molto forte nel primo trimestre

L'azienda tedesca ha pubblicato risultati trimestrali migliori del previsto, compresi i profitti prima delle tasse. BMW raggiunge una crescita di oltre il 370% nell'utile prima delle tasse per il primo trimestre. Le sue vendite di modelli di auto elettriche sono aumentate fino a raddoppiare nel corso dei tre mesi. Sono stati guidati da una forte domanda in Cina e da costi più elevati.

Le vendite interne del gruppo nel primo trimestre del 2021 sono state circa il doppio di quelle del Q1/2020. Nonostante l'atmosfera di crisi causata da Covid-19, il mercato automobilistico cinese ha recuperato notevolmente dalla seconda metà dello scorso anno. Un miglioramento delle condizioni di mercato che ha sostenuto forti guadagni nel 2020 da parte di BMW e di alcuni dei suoi pari (Daimler AG e Volkswagen AG).

 

Il successo del modello di business di BMW

Le cifre del primo trimestre indicano che il modello di business di BMW è stato un successo globale. La casa automobilistica tedesca ha fatto enormi profitti nel mezzo di una crisi sanitaria. Di conseguenza, tutto il suo team è impegnato in una dinamica di crescita redditizia e, soprattutto, continua.

Inoltre, la vendita di veicoli precedentemente in leasing è stata una vera leva per i risultati registrati nel primo trimestre. BMW si aspetta di avere almeno due milioni di veicoli completamente elettrici sulla strada entro il 2025. Si aspetta un margine prima delle tasse all'estremità superiore della gamma di previsioni (6-8%) per il suo business automobilistico.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com