THALES

Analisi della quotazione delle azioni Thales

72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Gli investitori si sono sempre interessati alle tecnologie di punta e le aziende che le concepiscono e commercializzano ne traggono molto spesso beneficio e, per via delle innovazioni sviluppate, sono relativamente facili da analizzare. Tra queste aziende, scoprite come analizzare la quotazione delle azioni Thales e quali sono le specificità di questa società.  

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

Prima di tutto, è noto che la concorrenza subita dalla società Thales svolge un ruolo importante nel modo in cui la quotazione di queste azioni evolve nel tempo e ciò vale soprattutto per gli annunci fatti da due dei suoi concorrenti, BAE Systems e Finmeccanica. Bisogna anche tenere d’occhio con attenzione il consolidarsi del posizionamento di Thales in questo settore di attività e gli eventuali nuovi contratti importanti che il gruppo potrebbe riportare nei mesi ed anni a venire.

Analisi n. 2

Il portafoglio ordini di Thales è ovviamente di un’importanza primaria visto che tutti i grandi ordini vi vengono riportati. Andranno seguiti in particolare gli ordini in attesa provenienti da Medio Oriente e India relativi agli equipaggiamenti del settore spaziale e dell’industria navale.

Analisi n. 3

Come detto in precedenza, il gruppo Thales investe molto in ricerca e sviluppo soprattutto nei settori big data, connettività mobile, sicurezza informatica e intelligenza artificiale. Bisogna quindi prendere in considerazione tutte le operazioni di acquisto e fusione che interessino aziende specializzate in questi settori di attività.

Analisi n. 4

Ricordiamo infine che il valore Thales non può in questo momento essere soggetto a OPA in quanto lo Stato francese e Dassault Aviation restano ad oggi i due azionisti principali. La partecipazione dello Stato francese potrebbe tuttavia essere ridotta al 26,4% nei prossimi tempi.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Presentazione della società Thales

Il gruppo Thales è specializzato nella fabbricazione e nella commercializzazione di equipaggiamenti e sistemi elettronici di punta per i settori aerospaziale, trasporti, difesa e sicurezza. Le sue attività principali si suddividono tra i sistemi di difesa e sicurezza, i sistemi aerospaziali, i sistemi di trasporto e gli equipaggiamenti navali.

Questo gruppo è francese e la sua attività è quindi fortemente sviluppata in Francia e in Europa ma raggiunge anche l’Asia, il Nord America, il Medio Oriente, l’Australia, l’Africa e l’America Latina. Impiega attualmente oltre 60.000 dipendenti.

Dall’inizio del XXI° secolo, l’organizzazione di Thales si basa su un modello matriciale con 6 attività mondiali raggruppate in tre settori: aerospaziale (avionica e spazio), sistemi di trasporto terrestri, difesa e sicurezza (sistemi di informazione e comunicazione securizzati, sistemi terrestri e aerei, sistemi di missione di difesa, la società DCNS detenuta al 35% dal gruppo). Infine, un’organizzazione internazionale divisa tra i grandi paesi in cui è installato il gruppo: Germania, Australia, Nuova Zelanda, Canada, Stati Uniti, Francia, Paesi Bassi, Regno Unito nonché gli altri paesi europei e i mercati emergenti.

Le 6 attività qui citate sostituiscono le 6 divisioni messe in opera nel 2004 per creare un’organizzazione raggruppante le specializzazioni del gruppo in un'unica filiale per paese. Il primo paese ad applicare questa politica sarà l’Olanda con la creazione di Thales Nederland.

Le attività nel settore difesa e sicurezza rappresentano da parte loro il 60% delle attività di Thales e coprono una gamma eccezionale di equipaggiamenti, sistemi e servizi destinati alle forze di sicurezza militare e civile tra cui:

  • La difesa terrestre con i sistemi missilistici, gli equipaggiamenti optronici e i mezzi blindati.
  • Le missioni e la difesa con i sistemi di sorveglianza aeroportuale, i sistemi bellici sottomarini, i sistemi navali e i droni.
  • Le operazioni aeree con le apparecchiature radar, le apparecchiature di supporto alla navigazione, i sistemi di difesa aerea e il controllo del traffico aereo.
  • I sistemi C41 per la difesa e la sicurezza con le apparecchiature di radiocomunicazione, i sistemi di sicurezza delle tecnologie dell’informazione, le reti e i sistemi di infrastruttura, i sistemi di protezione e i sistemi di informazione critici.

Il 40% restante dell’attività di Thales riguarda l’aerospaziale e i trasporti e copre le attività destinate a migliorare efficacia, affidabilità e sicurezza negli scambi e nei trasporti con:

  • L’avionica e la sua vasta gamma di apparecchiature e funzioni integrate nonché le soluzioni di simulazione e addestramento, il tutto destinato agli aerei civili e militari.
  • Lo spazio con le telecomunicazioni spaziali via satellite, i settori dell’osservazione, della scienza, della navigazione e delle infrastrutture.
  • I sistemi di trasporto con i segnali delle linee ferroviarie e delle reti urbane, i sistemi integrati di supervisione e i sistemi di biglietteria.

In parallelo a questi differenti settori di attività, Thales svolge un’attività connessa alle fonti di radiofrequenze e di iperfrequenze ed ai sottosistemi di imaging che è in relazione all’insieme delle divisioni. Si tratta di Thales Electron Devices che produce delle fonti di radiofrequenze ed iperfrequenze per i satelliti di comunicazione. Il gruppo è leader in questo mercato a livello mondiale.

Thales sviluppa le proprie attività anche nel settore dei droni proponendo droni tattici, micro-droni, droni da combattimento, difesa anti-droni  e tutto ciò che ha a che fare con il settore.

Analisi della quotazione delle azioni Thales
Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Concorrenza

Dopo aver ottimizzato la vostra conoscenza del gruppo Thales e delle sue attività, vi proponiamo di scoprire chi sono i suoi principali concorrenti sul mercato e nel suo settore.

Lockheed Martin

Prima di tutto, questa azienda è la principale azienda americana e mondiale nel settore della difesa e della sicurezza. È responsabile della progettazione e della produzione di vari prodotti in cui l'elettronica e la tecnologia giocano un ruolo importante. Il gruppo genera la maggior parte delle sue entrate dal governo degli Stati Uniti, ma offre anche i suoi prodotti in altre parti del mondo.

Boeing

The Boeing Company è un produttore americano di aerei e aerospaziale con sede a Chicago, Illinois. È un produttore di aerei specializzato nella progettazione di aerei civili e privati, ma anche di aerei militari, elicotteri, satelliti e lanciatori, attraverso la sua divisione Boeing Defense, Space & Security. Il gruppo è attualmente il secondo più grande venditore di attrezzature militari nel mondo.

BAE Systems

si tratta di un'azienda britannica attiva nel settore della difesa e dell'aerospaziale. Il suo quartier generale è a Farnborough. L'azienda ha anche interessi in Nord America attraverso la sua filiale BAE Systems Inc. È una delle aziende leader nel mondo per la difesa ed è stata formata nel 1999 dalla fusione di British Aerospace e Marconi Electronic Systems.

Airbus

Il gruppo francese Airbus è una cooperazione industriale internazionale che opera nei settori aeronautico, spaziale e militare. È stata fondata nel 2000 con il nome EADS per European Aeronautic Defense and Space Company ed è in parte di proprietà di Lagardère e Daimler. Il capitale del gruppo Airbus è accessibile in borsa dal 2013 e il gruppo si è gradualmente fuso con la sua filiale di aerei civili, Airbus, da cui ha preso il nome.

Leonardo

Questa società, precedentemente conosciuta come Finmeccanica, è attualmente la seconda azienda industriale italiana e uno dei principali produttori mondiali di elicotteri civili. È anche uno dei gruppi leader mondiali nel settore aeronautico e spaziale. L'azienda è specializzata in armamenti, elicotteri, aeronautica, industria spaziale ed energia. È presente in un centinaio di paesi del mondo, tra cui la Gran Bretagna e gli Stati Uniti, dove ha acquisito numerose società di difesa. Il gruppo impiega 70.000 persone.

Raytheon

Infine, dobbiamo anche prendere in considerazione la concorrenza dell'azienda americana Raytheon, specializzata nei settori dei sistemi di difesa e dell'elettronica, oltre che nell'aerospaziale. Fondata nel 1922 a Cambridge, la sua sede è ora a Waltham. L'azienda è una delle più grandi società di vendite militari del mondo. Nel 2020 si è fusa con il gruppo United Technologies per formare Raytheon Technologies.


Alleanze strategiche

Il gruppo Thales è stato anche capace di allearsi con altre grandi aziende per realizzare alcuni progetti o per estendere il suo campo di azione.

Alstom

Si è così associato ad Alstom nel quadro di un contratto da 330 milioni di euro emesso da MTR Corporation per l’adeguamento dei sistemi di segnalazione delle 7 linee di metro di Hong Kong.

Engie

Nel 2016, ENGIE e Thales hanno annunciato la firma di un contratto per rafforzare la sicurezza delle infrastrutture informatiche del gruppo energetico. Thales assicura per 5 anni la supervisione della sicurezza del sistema informatico di ENGIE 24h/24 e 7 giorni su 7.

Microsoft

Il gruppo tecnologico francese Thales e la filiale francese della statunitense Microsoft sono partner nel lancio di nuovi servizi che permettono di cifrare le informazioni sensibili prima di inviarle per e-mail o di archiviarle nel cloud.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni

Se fate parte di quei trader che intendono mettere in opera una strategia di trading a lungo termine sulla quotazione delle azioni Thales, dovete ovviamente essere in grado di anticipare le future variazioni di questo titolo nei mesi ed anni a venire. Ecco quindi, per cominciare, i punti forti di questo valore che vanno a favore di un’evoluzione rialzista e che sono basati sugli atout dell’azienda.

Il primo atout della società Thales è ovviamente il suo posizionamento a livello internazionale nei settori dell’elettronica per la difesa, essendo infatti l’azienda uno dei leader mondiali nell’ambito di sistemi radar, sistemi missilistici ed altri sistemi radio. Gode inoltre di un buon riconoscimento come importante attore di queste tecnologie di punta.

Nel corso degli ultimi anni, Thales ha anche saputo dimostrare la propria capacità di sviluppo sul mercato internazionale conquistando delle quote di mercato soprattutto sui mercati emergenti nei quali realizza ad oggi circa il 30% delle proprie vendite mentre ne realizza soltanto il 24% in Francia e il 10% nel Regno Unito. Anche la ripartizione geografica nel resto del mondo è positiva con il 22% delle vendite realizzato in Europa e il 13% nel resto dell’Asia. Si rileva anche una sempre forte presenza in Medio Oriente.

Gli investitori che si interessano alle azioni Thales apprezzano anche il fatto che è possibile fare previsioni affidabili circa le attività future dell’azienda. Il portafoglio ordini del gruppo è infatti particolarmente ben fornito con ordini che raggiungono dei veri e propri record, soprattutto grazie alla forte domanda proveniente dai paesi emergenti. I recenti ordini di aerei Rafale, equipaggiati per un quarto con prodotti provenienti dalla tecnologia Thales, aiutano anch’essi a mantenere un alto livello di ordini.

Altri punti forti di Thales sono l’elevata redditività della sezione dedicata all’aeronautica e il molto promettente posizionamento nel settore della segnaletica per il trasporto. Thales è infatti il leader mondiale di questo particolare settore di attività. Il gruppo sta inoltre rafforzando il proprio posizionamento nel settore della sicurezza informatica e della sicurezza nelle comunicazioni, in particolare tramite il recente acquisto delle attività di Alcatel-Lucent.

Si può poi fare affidamento sulle capacità di innovazione di questa azienda che attua una politica attiva di ricerca e sviluppo. Gli investimenti del gruppo in questo ambito rappresentano infatti ben il 5% degli introiti e sono concentrati sul digitale per il settore civile, attualmente in piena espansione e quindi più interessante di quello militare.

Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni

Va da sé che il gruppo Thales non gode unicamente di vantaggi e, quindi, che in un avvenire prossimo le sue azioni potrebbero evolvere al ribasso. È il motivo per cui qualunque buon investitore deve tener conto anche delle debolezze di questo gruppo e degli inconvenienti del suo valore. Eccone un riepilogo dettagliato.

Va notato prima di tutto che le azioni Thales si mostrano molto sensibili alle decisioni politiche, vista la sua forte implicazione nel settore militare.

Thales è anche particolarmente esposta ai problemi di tagli budgettari al settore della difesa, sempre più frequenti in certi paesi. A termine, dei minori investimenti potrebbero pesare sul portafoglio ordini del gruppo.

Gli specialisti di questo mercato mantengono inoltre alcune riserve circa il successo commerciale dei droni Watchkeepers che hanno richiesto dei grossi investimenti e sono in concorrenza diretta con i droni Patroller del gruppo Safran. Questi ultimi mostrano dei migliori risultati e vengono privilegiati dall’esercito francese.

Sebbene il gruppo Thales riesca a svilupparsi in maniera corretta un po’ dappertutto nel mondo, in alcune aree geografiche come il Nord America le quote di mercato sono ancora troppo piccole e la concorrenza molto forte. Thales realizza infatti appena l’11% delle proprie vendite in quest’area.

In questo momento Thales incontra inoltre alcuni problemi di ordine tecnico per quanto riguarda i contratti già siglati nel settore della segnaletica per trasporti. In questa filiale, che appartiene ancora per il 35% a DCNS, ci sono anche delle difficoltà di ordine strutturale.

Per concludere, si può anche notare che il prezzo delle azioni Thales è di per sé un freno all’acquisto. Questo valore è infatti uno dei più costosi di questo settore di attività e raggiunge in questo momento i suoi massimi storici che limitano gli acquisti strategici. Il titolo viene inoltre sanzionato alla minima delusione da parte degli investitori.

Le informazioni fornite in questa pagina sono solo indicative e non devono essere utilizzate senza effettuare un’analisi fondamentale più completa di questo titolo, tenendo conto, in particolare, dei dati esterni, delle pubblicazioni future e di qualsiasi notizia di natura fondamentale che potrebbe far evolvere questi punti di forza e di debolezza o renderli più o meno gravosi. Tali informazioni non costituiscono in alcun modo raccomandazioni per la realizzazione di transazioni.

Domande frequenti

Qual è la struttura dell’azionariato di Thales?

Ad oggi, luglio 2020, il principale azionista del gruppo Thales è lo Stato francese per il 25,68% delle quote. Il secondo più grande azionista dell’impresa è il gruppo Dassault Aviation con il 24,62% delle quote. Vengono poi le quote in azioni proprie nella misura dello 0,31%. Da notare inoltre che i dipendenti del gruppo detengono il 2,87% del capitale mentre il rimanente 46,52% delle quote è flottante e viene quindi scambiato liberamente sul mercato borsistico.

Le azioni Thales fanno anche parte dell’indice borsistico CAC 40?

Ovviamente il gruppo Thales fa parte delle principali aziende francesi e a questo titolo fa ovviamente parte della composizione dell’indice borsistico nazionale francese CAC 40 dato che fa parte delle 40 imprese francesi dalla capitalizzazione borsistica più elevata. Il gruppo Thales integra anche la composizione di altri indici borsistici tra cui SBF 120, CAC Industrials, EN VIGEO 120, Euronext 100, DJ Eurostoxx e FTSE Euro 300.

Qual è stato l’ultimo bilancio finanziario della società Thales?

L'ultimo bilancio pubblicato da Thales è stato quello per l’esercizio 2019. Da tale bilancio risulta un fatturato di 18,4 miliardi, in crescita dello 0,8% rispetto al 2018. Nello stesso periodo l’utile netto ha raggiunto 1,122 miliardi di euro corrispondenti ad una crescita del 14% rispetto al 2018. La capitalizzazione borsistica dell’impresa ha raggiunto a fine 2019 i 15,72 miliardi di euro.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com