SCHNEIDER ELECTRIC

Analisi della quotazione delle azioni Schneider Electric

72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Il mercato dell’energia non conosce una vera e propria crisi e molti dei titoli che è possibile trattare online vengono da questo settore di attività. È il caso della società Schneider Electric che vi presentiamo qui in dettaglio. Scoprirete quindi delle informazioni sull’attività di questo gruppo nonché un’analisi tecnica storica della quotazione delle sue azioni.

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

Andrà seguita in via prioritaria la strategia di diversificazione delle attività dell’impresa Schneider che, permettendogli di allargare il mercato, possono spingere la quotazione delle sue azioni. Di conseguenza, tutti gli annunci relativi all’integrazione di nuovi prodotti o servizi personalizzati saranno suscettibili di essere dei segnali di acquisto dato che queste integrazioni permetteranno al gruppo di rispondere meglio alle esigenze dei propri clienti e di conquistarne di nuovi. Qualunque innovazione o nuova filiale può quindi permettere a Schneider di incrementare le vendite e la propria redditività a lungo termine.

Analisi n. 2

Anche l’evoluzione della regolamentazione nei vari paesi in cui il gruppo svolge le sue attività sarà da seguire perché un alleggerimento di certe regole potrebbe essere proficuo al suo funzionamento ed alle sue vendite. Ovviamente, un inasprimento delle regolamentazioni avrà un effetto opposto.

Analisi n. 3

In termini generali, la salute economica mondiale e il livello di crescita dei paesi mirati da Schneider saranno dei buoni indicatori perché determineranno la forza della domanda. Ciò riguarda in particolare le attività dell’impresa nel settore delle energie verdi che dipendono in gran parte dai budget disponibili.

Analisi n. 4

La fortissima concorrenza di questo settore di attività è anch’essa da sorvegliare seguendo tutte le pubblicazioni provenienti dagli altri attori citati in precedenza.

Analisi n. 5

Infine, le regole commerciali fissate dai governi hanno la loro importanza nel quadro dell’analisi della quotazione delle azioni Schneider perché questa azienda esporta una gran parte dei suoi prodotti e servizi in numerosi paesi. Una politica commerciale accomodante risulterà quindi vantaggiosa mentre un inasprimento della politica commerciale avrà delle conseguenze negative per la sua attività.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Presentazione della società Schneider Electric

Il gruppo Schneider Electric è attualmente uno dei leader mondiali del settore della componentistica per la distribuzione dell’elettricità ma la sua attività non si limita a tali componenti e si estende anche ad automatismi e sistemi di controllo industriali, componentistica di protezione elettrica e automatismi per l’edilizia.

Schneider Electric dispone di oltre 250 siti di produzione nel mondo e lavora principalmente con la Francia ma opera anche in Europa, Cina, Asia Pacifica, Stati Uniti e Nord America.

Storico economico e finanziario della società Schneider:

  • Nel 2001 la Commissione Europea si è opposta alla fusione di Schneider con Legrand.
  • Nel 2003 Schneider ha messo in opera una strategia di crescita interna ed esterna per svilupparsi geograficamente.
  • Nel 2006 Schneider ha acquistato American Power Conversion ed è diventata leader delle soluzioni integrate per l’energia securizzata.
  • Nel 2009 Schneider ha negoziato con Alstom l’acquisto di Areva T&D e le due aziende hanno siglato un acquisto congiunto della filiale di componentistica per la trasmissione e la distribuzione di Areva.
  • Nel 2010 la capitalizzazione borsistica di Schneider supera la soglia dei 30 miliardi di euro.
  • Nel 2013 Schneider acquista Invensys per un importo di 3,8 miliardi di euro.
  • Nel 2014 il gruppo ha già acquistato oltre 130 aziende per 15 miliardi di euro.
  • Nel 2015 Schneider Electric ha operato una fusione delle proprie attività software con quelle di Areva che la porta a detenere il 53,5% della nuova entità e paga 550 milioni di sterline ai suoi azionisti.
  • Sempre nel 2015, Schneider ha proceduto alla rivendita delle proprie attività nei trasporti ottenute in seguito all’acquisto di Telvent, il cui volume d’affari era di 134 milioni di euro.
  • Nel 2017 Schneider annuncia la rivendita di Telvent TNT alla società svizzera TBG per un ammontare di 900 milioni di dollari.
Analisi della quotazione delle azioni Schneider Electric
Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Concorrenza

È fondamentale conoscere bene le attività del gruppo Schneider Electric ma è altrettanto importante conoscere i suoi principali concorrenti sul mercato per cui procediamo a presentarli nel dettaglio.

Cyient

 Il primo serio concorrente di Schneider Electric è il gruppo indiano Cyient, una società specializzata in ingegneria elettrica un tempo nota sotto il nome di Infotech Entreprises.

Gruppo ABB 

 Un altro importante concorrente di Schneider Electric è il gruppo svizzero ABB (ASEA Brown Boveri). Si tratta di uno dei principali protagonisti mondiali nei settori di tecnologia, energia e automazione che, presente in oltre 100 paesi, impiega oltre 136.000 dipendenti.  A livello mondiale, è una delle più grandi imprese di ingegneria nonché una delle più importanti conglomerate. Il gruppo viene quotato alle Borse di Zurigo, di Stoccolma e di New York.

Orano

Segue la società Orano, in precedenza chiamata Areva, che è una società multinazionale francese nel settore dell’energia il cui principale ambito di attività è quello dell’energia nucleare ma che si occupa anche, più in generale, di ingegneria elettrica.

Eaton Industries GmbH

 Il gruppo Eaton Industries GmbH, un tempo noto come Moeller GmbH, è un altro serio concorrente di Schneider Electric ed è specializzato nella produzione di componenti elettrotecnici per la distribuzione di energia e l’automazione. Il gruppo impiega oltre 8700 dipendenti in una quindicina di siti di produzione e detiene delle società in oltre 90 paesi.

Legrand

 Infine, tra i principali concorrenti di Schneider Electric va anche considerato  . Questa impresa con sede a Limoges è infatti uno dei leader internazionali nel settore dei sistemi per installazioni elettriche e reti di informazione. Grazie ad una forte strategia di acquisizioni, il gruppo è cresciuto costantemente nel tempo per diventare una delle più grandi imprese del settore con oltre 215.000 referenze prodotto e con dei siti di produzione in oltre 90 paesi. Commercializza i propri prodotti nei cinque continenti con oltre 180 paesi raggiunti. È inoltre il leader mondiale nel segmento di prese e interruttori detenendo oltre il 20% del mercato e nel settore delle passerelle portacavi con il 15% del mercato mondiale. Realizza la maggior parte del fatturato a livello internazionale di cui una buona parte nei mercati emergenti.


Alleanze strategiche

Ecco alcuni degli attuali partenariati strategici del gruppo Schneider Electric.

AREVA

Nel 2014, AREVA e Schneider Electric hanno siglato un accordo di partenariato strategico finalizzato a sviluppare delle soluzioni di stoccaggio e di gestione dell’energia basata sulla produzione di idrogeno e sulla pila a combustibile.

Alstom

Nel 2016, la società Alstom ha approfittato del salone Innotrans per accogliere 10 nuovi membri tra cui Schneider Electric, Nexans, Soreel, Sanmina, Knorr Bremse, Faiveley e Midas raggiungendo così il numero di 34 membri. Il programma sostiene la strategia di Alstom ed è basato su tre pilastri

Microsoft

Nel 2017 Microsoft e Schneider si sono associati intorno a differenti assi

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni

Vi presentiamo qui rapidamente i principali vantaggi e punti di forza di cui dispone il gruppo Schneider e vi presenteremo poi i suoi difetti e svantaggi.

Tra i principali vantaggi di cui dispone il gruppo Schneider si può in particolare citare il successo della sua strategia di espansione internazionale condotta da molti anni. Grazie a tale strategia l’impresa è riuscita ad essere presente in tutto il mondo. È in particolare alla testa di 31 unità di produzione ripartite in molti paesi e in tutti i continenti. Grazie alla buona ripartizione geografica delle sue attività, Schneider può proteggersi efficacemente contro i rischi connessi ad un’eventuale crisi economica localizzata e ad un calo di domanda.

Un altro innegabile vantaggio del gruppo Schneider riguarda il suo buon posizionamento sul segmento delle energie verdi. L’azienda ha infatti effettuato con successo la sua diversificazione in questo settore avendo previsto la possibile crescita di questo tipo di attività e ne raccoglie oggi i frutti essendo un pioniere del settore.

La dimensione stessa della società Schneider che è, lo ricordiamo, notevole è anch’essa uno dei suoi vantaggi principali in termini di possibilità di crescita. Infatti, le dimensioni elevate offrono all’azienda delle risorse maggiori rispetto alla maggior parte della concorrenza e ciò le permette di esplorare nuovi mercati tramite acquisizioni ed altre operazioni del genere.

Sempre in tema di vantaggi del gruppo Schneider si può anche citare la fortissima immagine di marca di cui gode e la diffusione del suo marchio. Il marchio Schneider è infatti conosciuto in tutto il mondo ed è spesso sinonimo di qualità. La grande notorietà e la molto positiva immagine di marca permettono all’azienda di praticare dei prezzi più elevati di quelli di alcuni dei suoi concorrenti e quindi di profittare di margini più elevati.

Infine, l’ultimo vantaggio che possiamo citare qui a proposito di Schneider consiste nelle sue forti capacità di innovazione. Schneider realizza infatti ogni anno dei grossi investimenti in ricerca e sviluppo. Inoltre, dispone già di una tecnologia di alta qualità per la sua produzione e per il suo sviluppo e ciò gli permette di rispondere alle esigenze dei suoi clienti in maniera efficace nonché di mantenersi sempre un passo avanti ai suoi principali concorrenti.

Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni

Conoscere i vantaggi di cui dispone il gruppo Schneider è ovviamente indispensabile per valutare l’attrattività sul mercato di questo valore ma dovete anche conoscere le debolezze dell’azienda che possono anche comportare delle vendite del valore e quindi un ribasso della sua quotazione o semplicemente rallentare la progressione di una tendenza rialzista. Ecco quindi i principali difetti di cui dovete tener conto nel corso delle analisi di queste azioni:

  • Il primo svantaggio che si può sottolineare parlando del gruppo Schneider riguarda il suo passato e più precisamente gli errori strategici che ha commesso nel corso di alcune operazioni. È stato in particolare il caso in occasione di cattive acquisizioni che hanno abbondantemente pesato sulla sua redditività e sulla fiducia di azionisti e investitori in Borsa. Queste acquisizioni poco oculate hanno infatti avuto l’effetto di aumentare notevolmente i costi aziendali e di ridurre il valore delle attività così associate. Alcune di queste acquisizioni sono state inoltre vittima di una forma di incompatibilità con la cultura dell’impresa causando un forte calo di produttività e colpendo il cuore professionale del gruppo.
  • I risultati finanziari del gruppo Schneider non sono molto positivi, soprattutto per quanto riguarda i margini che sono piuttosto deludenti e fanno fatica a migliorarsi nel tempo nonostante i molti sforzi e la messa in opera da parte del gruppo di piani strategici. Questi margini bassi sono il risultato di diversi fattori importanti come la mancanza di liquidità dell’impresa.
  • Infine, l’ultimo svantaggio che possiamo citare per quanto riguarda il gruppo Schneider riguarda un altro importante aspetto finanziario. Si tratta ovviamente del debito dell’azienda che pesa ancora molto sul livello di fiducia degli investitori. Schneider incontra infatti delle difficoltà finanziarie con i suoi clienti e ciò porta ad aumentare notevolmente gli importi contabilizzati a perdita e colpisce gli utili del gruppo. Questi crediti non riscuotibili sono un vero e proprio problema per l’azienda perché limitano fortemente la redditività del gruppo.

Come potete constatare gli svantaggi del gruppo Schneider e delle sue azioni sono meno numerosi dei loro vantaggi. Tuttavia, non dovete per questo trascurali in considerazione del peso relativamente elevato che possono avere sulle prese di decisione dei trader.

Le informazioni fornite in questa pagina sono solo indicative e non devono essere utilizzate senza effettuare un’analisi fondamentale più completa di questo titolo, tenendo conto, in particolare, dei dati esterni, delle pubblicazioni future e di qualsiasi notizia di natura fondamentale che potrebbe far evolvere questi punti di forza e di debolezza o renderli più o meno gravosi. Tali informazioni non costituiscono in alcun modo raccomandazioni per la realizzazione di transazioni.

Domande frequenti

Quali sono i segmenti su cui opera Schneider Electric?

Schneider Electric svolge diverse attività di cui le principali sono la distribuzione elettrica, gli automatismi e controlli industriali, le soluzioni Critical Power e gli automatismi per le costruzioni. Tale varietà fa sì che l’azienda proponga prodotti e servizi a differenti settori di attività tra cui i mercati di energia e infrastrutture, delle costruzioni, residenziale, industriale e di centri dati e reti.

È possibile fare trading sulle azioni Schneider Electric con i CFD?

Dato che il gruppo Schneider Electric è quotato sul mercato Euronext Paris e che fa parte della composizione dell’indice borsistico francese CAC 40, molte piattaforme di trading online che propongono il trading con i contratti CFD danno accesso a questo titolo. È quindi possibile utilizzare i contratti per differenza per le proprie prese di posizione al rialzo o al ribasso su queste azioni iscrivendosi ad uno di tali broker online.

Come realizzare l’analisi tecnica delle azioni Schneider Electric?

Per via della loro forte liquidità, le azioni Schneider Electric permettono delle strategie di trading a breve termine utilizzando l’analisi tecnica. Bisogna in questo caso aver cura di scegliere bene il periodo su cui realizzare l’analisi a seconda della strategia adottata e, di preferenza, vanno seguiti diversi indici in simultanea. Si raccomanda di utilizzare in particolare i principali indici di volatilità e gli indici di tendenza. Non va comunque dimenticato di verificare le ultime notizie sul gruppo per assicurarsi della fondatezza dei segnali ottenuti.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com