Trattare le azioni Salvatore Ferragamo

Valutazione: 4.67 3 voti
 

Le azioni Salvatore Ferragamo sono accessibili dalla maggior parte delle piattaforme di trading online tramite i CFD ma, prima di lanciarvi in una presa di posizione su questo titolo, vi consigliamo di acquisire tutte le informazioni necessarie alla realizzazione delle vostre analisi ed alla comprensione delle sfide che si presentano a questa azienda nei mesi e negli anni a venire. In tal modo, sarete in grado di mettere in opera una strategia produttiva ed efficace su queste azioni. In questa scheda dettagliata troverete, in particolare, i dati borsistici globali di questo titolo, delle spiegazioni sulle attività dell’azienda e, ovviamente, delle indicazioni sulle forze e sulle debolezze di queste azioni, sui concorrenti e sui partner nonché uno storico economico e finanziario del gruppo. Avrete così tutte le carte in mano per avere successo nel vostro investimento.  

 

Le azioni Salvatore Ferragamo in breve

  • Capitalizzazione borsistica totale: 3.533 milioni di euro
  • Numero di titoli: 168.790.000
  • Piazza di quotazione: Borsa Italiana
  • Mercato: Mercato Telematico Azionario
  • Indice: FTSE MIB
  • Settore di attività: Calzature

 

L’attività della società Salvatore Ferragamo

La società italiana Salvatore Ferragamo è un’azienda specializzata nell’ideazione, produzione e vendita di calzature di lusso per uomini e donne ma l’azienda propone anche altri tipi di prodotto come capi di abbigliamento, accessori e altri articoli di moda. Si possono quindi così suddividere le attività di questo gruppo in differenti categorie, in ordine di quota di volume d’affari generato:

  • L’ideazione, produzione e vendita di calzature di lusso permette di generare la maggior parte del volume d’affari del gruppo con il 42,3% del totale.
  • Gli articoli in pelle diversi dalle calzature quali borse, cinture e giacche rappresentano da parte loro circa il 37% del volume d’affari totale della Salvatore Ferragamo.
  • Gli abiti prêt à porter di lusso rappresentano un’attività annessa della Salvatore Ferragamo che genera il 6,5% del volume d’affari.
  • Vengono poi i profumi per il 6,4% di volume d’affari, ovvero quasi quanto l’abbigliamento.
  • Infine, gli accessori rappresentano da parte loro il 6,2% del volume d’affari della Salvatore Ferragamo.
  • Il resto del volume d’affari della Salvatore Ferragamo, cioè l’1,6%, proviene da attività di gestione immobiliare.

Il gruppo Salvatore Ferragamo è attualmente alla testa di una rete di 685 negozi, di proprietà della marca o monomarca, così ripartiti: 410 sono negozi a insegna Salvatore Ferragamo gestiti direttamente e 275 sono negozi monomarca gestiti da terzi oppure dei negozi multimarca.

Da un punto di vista geografico, il gruppo Salvatore Ferragamo realizza il 25,2% del proprio volume d’affari in Europa. Questo mercato non è comunque il più importante visto che in Asia Pacifica il gruppo realizza il 36,6% del suo volume d’affari. Vengono poi il mercato nordamericano con il 24%, il Giappone con l’8,6% e infine l’America Latina con il 5,6% del volume d’affari.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni Salvatore Ferragamo

Il mercato del lusso, e più in particolare quello delle scarpe di lusso, è fortemente competitivo. Ciò significa che il gruppo Salvatore Ferragamo deve far fronte a numerosi concorrenti alcuni dei quali svolgono anch’essi le proprie attività a livello internazionale e sono quindi in concorrenza diretta con la firma italiana. Vi proponiamo ora di saperne di più a proposito dei più grandi concorrenti di questa azienda:

  • Burberry. Questa azienda britannica, in origine specializzata in cappotti e parka di lusso, si è recentemente diversificata nelle calzature di lusso per uomo e donna. Il fatto che proponga anche articoli di moda, accessori e profumi ne fa un concorrente diretto della Salvatore Ferragamo.
  • Christian Dior. Il marchio francese di questo stilista di fama internazionale propone anch’esso dei prodotti di lusso molto simili a quelli della Salvatore Ferragamo.
  • Christian Louboutin. È senza dubbio la referenza in termini di calzature di lusso nel mondo. Fa concorrenza a Salvatore Ferragamo in particolare nel segmento delle calzature per donna.
  • LVMH. Il gruppo francese è un concorrente molto pericoloso per Salvatore Ferragamo per via dei numerosi marchi di moda e calzature che possiede.
  • Hermès. Infine, il gruppo Hermès è anch’esso un concorrente pericoloso per la società italiana perché propone dei prodotti di pelletteria, di moda e dei profumi di fascia alta o di lusso comparabili a quelli della Salvatore Ferragamo.

Attiriamo la vostra attenzione sulla necessità di realizzare uno studio completo della concorrenza di questa azienda prima di prendere una qualsiasi posizione su queste azioni, valutando in particolare le quote di mercato di ciascuno di questi attori e seguendo le notizie relative al mondo della moda e delle calzature di lusso.

 

Le alleanze strategiche strette dal gruppo Salvatore Ferragamo

Sebbene la messa in opera di alleanze strategiche non sia veramente diffusa nel settore della moda e del lusso, il gruppo Salvatore Ferragamo ha saputo trarre vantaggio da alcune alleanze che ha creato in passato con delle aziende terze. Vi proponiamo quindi di scoprire quali sono i più recenti partenariati di questa impresa e perché sono interessanti.

Nel 2010, in particolare, il gruppo italiano si è avvicinato alla rivista di moda femminile Elle nel quadro di un partenariato marketing di grande ampiezza. Questo partenariato si basava infatti sulla nuova campagna pubblicitaria primavera-estate 2010 di questa casa italiana che è stata lanciata in tutte le edizioni della rivista Elle del mese di febbraio in 42 paesi contemporaneamente. Questo è stato in assoluto il primo partenariato pubblicitario messo in opera da Salvatore Ferragamo e gli ha permesso di profittare della popolarità di una rivista che è uno dei punti di riferimento mondiali del segmento femminile di fascia alta per aumentare la propria visibilità e raggiungere ulteriori clienti. La distribuzione della rivista era infatti all’epoca di oltre 6 milioni di copie al mese con circa 23 milioni di lettrici nel mondo.

In passato, Salvatore Ferragamo ha anche saputo trarre profitto dalla concorrenza in particolare stringendo un partenariato al 50% con Bulgari tramite un accordo finalizzato a gestire congiuntamente la produzione di profumi.

I partenariati di Salvatore Ferragamo hanno anche l’utilità di incrementare la sua presenza in alcuni mercati tra i più interessanti. Per esempio, il gruppo italiano ha creato varie joint-venture in Asia con il suo partner Trinity del gruppo Li & Fung. Queste joint-venture avevano come obiettivo di permettere la presa in carico del canale di distribuzione dei prodotti del creatore italiano in Corea del Sud e nell’Asia del sud-ovest. Recentemente, Salvatore Ferragamo ha rinforzato questo posizionamento in Asia salendo al 100% della propria partecipazione al capitale di 4 di queste joint-venture. È ormai alla testa di 70 negozi monomarca gestiti in proprio.

 

Vantaggi e punti di forza delle azioni Salvatore Ferragamo come attivo di Borsa

Una delle migliori maniere per affrontare l’analisi delle future tendenze della quotazione delle azioni Salvatore Ferragamo consiste nel confrontare le forze e le debolezze di cui dispone questa azienda per il suo sviluppo e la sua crescita futuri. Vi proponiamo quindi di scoprire in un primo tempo quali sono i vantaggi di questo titolo e i principali atout di cui dispone il gruppo italiano Salvatore Ferragamo. Vi faremo poi scoprire le debolezze e gli inconvenienti di questo titolo.

Per cominciare, il gruppo del creatore italiano, per mantenere la sua reputazione ed una grande notorietà nel mondo, può contare su un’equipe di designer altamente qualificati e considerati come dei veri assi della moda e del lusso. Questa forza lavoro di alta qualità è uno dei più grandi atout di cui dispone l’azienda.

La strategia della Salvatore Ferragamo, orientata a privilegiare uno sviluppo relativamente lento dell’impresa per preservare la qualità dei propri prodotti, è stata una scelta oculata, tanto più che ciò gli permette di restare concentrata su un apprezzamento reale delle sue scelte.

Si può inoltre apprezzare il fatto che la Salvatore Ferragamo è alla testa di un portafoglio particolarmente diversificato di prodotti, come abbiamo indicato in precedenza, che comprende calzature di lusso, prêt à porter di fascia alta, accessori di moda, articoli in pelle, profumi e perfino qualche attività nel settore immobiliare. Grazie a questa forte diversificazione, Salvatore Ferragamo è in grado di proteggersi efficacemente contro i rischi legati all’operare in un unico segmento.

Anche la politica dei prezzi di Salvatore Ferragamo è rimarchevole ed è un vero e proprio vantaggio rispetto alla concorrenza del settore. Infatti, sebbene il gruppo italiano commercializzi normalmente i propri prodotti a dei prezzi leggermente inferiori rispetto a quelli dei suoi principali concorrenti sopracitati, la qualità dei suoi prodotti è invece superiore e riconosciuta come tale.

La Salvatore Ferragamo può anche contare sulla sua rete di distribuzione, che abbiamo citato in precedenza, per commercializzare i propri prodotti tramite differenti canali e in tutto il mondo, che sia in negozi di proprietà o gestiti da terzi. Recentemente, la Salvatore Ferragamo si è anche sviluppata nel settore della vendita online per raggiungere ancora più clienti.

Ultimo atout della Salvatore Ferragamo è la sua strategia di espansione a livello internazionale che è orientata in particolare verso i mercati emergenti, fra cui quello asiatico, e dovrebbe generare degli interessanti utili negli anni a venire.

 

Inconvenienti e punti deboli delle azioni Salvatore Ferragamo come attivo di Borsa

Come abbiamo appena visto, il gruppo italiano Salvatore Ferragamo dispone attualmente di molti atout che potrebbero permettergli di sviluppare ulteriormente le proprie attività e di accrescere la propria redditività a medio e lungo termine. Sarebbe tuttavia da incoscienti basarsi unicamente su questi elementi per prendere una decisione circa una presa di posizione su questo titolo. Infatti, questa azienda presenta anche un certo numero di punti deboli, di seguito proposti in dettaglio, che potrebbero avere un’influenza ribassista su questo valore.

Prima di tutto, sebbene il portafogli del marchio sia molto diversificato, si nota comunque una mancanza di diversità relativamente allo stile dei prodotti proposti. Infatti, Salvatore Ferragamo si concentra sull’universo dei prodotti di lusso e di fascia molto alta privandosi così di una parte di mercato che dispone di mezzi inferiori.

Analogamente, la strategia dei prezzi di Salvatore Ferragamo si orienta verso una maggiore competitività rispetto ai suoi concorrenti. I margini generati sono quindi meno elevati e ciò comporta una minor redditività rispetto ai grandi attori del settore.

Alcuni specialisti del settore della moda e del lusso considerano inoltre che la Salvatore Ferragamo presenti l’inconveniente di non saper prevedere in anticipo le esigenze dei suoi consumatori facendosi così sottrarre regolarmente quote di mercato.

Inoltre, Salvatore Ferragamo incentra troppo le proprie collezioni sulle gamme maschili e perde quindi una gran parte della clientela disponibile sul molto lucrativo mercato femminile della moda di lusso e delle calzature.

Infine, l’immagine di marca della Salvatore Ferragamo, sebbene di altissima qualità, è ancora poco conosciuta nel mondo e non gode della stessa popolarità di alcuni marchi concorrenti che sono invece conosciuti in tutto il mondo.

 

Come realizzare una buona analisi fondamentale della quotazione delle azioni Salvatore Ferragamo?

Avendo acquisito delle conoscenze sulle forze e le debolezze della società italiana Salvatore Ferragamo, avrete certamente già un’idea più precisa della maniera in cui il gruppo possa attrarre gli investitori in futuro. Tuttavia, non bisogna basarsi unicamente su queste considerazioni per prendere le proprie decisioni ma è necessario considerare come indispensabile per la propria strategia anche un’analisi fondamentale completa. Quali sono gli elementi di cui tenere conto nel quadro di questa analisi? È quanto vi proponiamo di scoprire qui attraverso alcune indicazioni relative agli eventi e alle notizie da prendere in considerazione.

  • Andranno seguiti in particolare e con la massima attenzione gli sforzi fatti dal gruppo relativamente al rafforzamento della propria presenza sui mercati emergenti. Vanno ovviamente prese in considerazione le eventuali acquisizioni di imprese operanti su questi mercati e le creazioni di joint-venture con società locali.
  • Gli sforzi fatti dalla Salvatore Ferragamo per profittare del mercato dell’e-commerce sono anch’essi dei buoni indicatori per prevedere la crescita futura di questo titolo. Infatti, la vendita online è oggi uno dei canali di vendita da privilegiare per tutte le aziende del lusso visto che i loro negozi sono spesso situati nelle grandi città e quindi non tutti i consumatori possono accedervi.
  • Il gruppo Salvatore Ferragamo potrebbe anche profittare in futuro di vere e proprie opportunità di sviluppo nel settore della vendita al dettaglio.
  • Il margine di manovra di cui dispone la Salvatore Ferragamo per quanto riguarda la determinazione dei propri prezzi di vendita è anch’esso un’opportunità da cogliere. Andrà quindi seguito l’eventuale aumento dei prezzi visto che il mercato e i clienti mirati sono pronti a pagare più cari i prodotti di lusso proposti da questo marchio.
  • Come spiegato in precedenza, è ovviamente bene seguire con la massima attenzione la concorrenza di questo settore di attività e, in particolare, l’evoluzione della conquista di mercati da parte dei grandi attori del settore. I mercati emergenti, in particolare, costituiscono una sfida di importanza capitale per la Salvatore Ferragamo così come per i suoi avversari.
  • Come qualsiasi altra azienda nel settore del lusso e dei prodotti di fascia alta, Salvatore Ferragamo subisce fortemente le conseguenze delle contraffazioni e di altri tipi di copia dei suoi prodotti.
  • Infine, vanno ovviamente seguiti i risultati finanziari ed economici annuali del gruppo per verificare che gli obiettivi di crescita prefissati siano stati raggiunti.

Creando un newsfeed online personalizzato incentrato sul settore della moda e delle calzature di lusso troverete facilmente tutte le informazioni necessarie all’analisi fondamentale della quotazione delle azioni Salvatore Ferragamo. Tuttavia, una volta ottenuti i segnali fondamentali, non dimenticate di confrontarli con quelli tecnici.

Come fare per cominciare a trattare le azioni Salvatore Ferragamo?

Potete benissimo cominciare a trattare oggi stesso sulla quotazione delle azioni Salvatore Ferragamo creando un conto di trading di CFD presso un broker regolamentato che dispone di una buona piattaforma di trading completa di numerosi strumenti.

Trattare online le azioni Salvatore Ferragamo!*
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 80.6% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.