SAINT GOBAIN

Analisi della quotazione delle azioni Saint Gobain

72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Nel quadro dei vostri investimenti borsistici online potreste interessarvi alle grandi società francesi quotate in indici prestigiosi quale il CAC 40. In tal caso conoscete certamente la società Saint-Gobain, specializzata in materiali da costruzione. Ma, prima di lanciarvi nella speculazione sui titoli di questa impresa di successo, vi proponiamo di scoprire più in dettaglio la sua attività e alcuni dati che permettono una valida analisi del suo quotazione.

Ultimi notizie

Saint-Gobain: acquisizione di Chryso per un importo significativo

04/06/2021 - 08h05

Il mercato globale dei prodotti chimici per l'edilizia è stato animato negli ultimi giorni da acquisizioni di società da parte di Saint-Gobain. Il gruppo si è appena impegnato nell'acquisizione di Chryso.

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

Gli investitori dovranno soprattutto prestare un’attenzione particolare all’evoluzione negli anni a venire delle aperture di cantiere e delle autorizzazioni edilizie in Europa, elementi che saranno alla base del livello di vendite che Saint-Gobain potrà realizzare.

Analisi n. 2

Bisognerà anche seguire da vicino il raggiungimento o il non raggiungimento dei risultati attesi.

Analisi n. 3

La capacità dell’azienda nel ridurre i propri costi di produzione per guadagnare in competitività deve anch’essa essere sorvegliata con attenzione. Il programma di riduzione dei costi messo in opera dalla Saint-Gobain dovrebbe permettergli di risparmiare quasi 800 miliardi di euro entro fine 2018 ed ottenere quindi un netto miglioramento del risultato di esercizio.

Analisi n. 4

Infine, è essenziale tenere d’occhio con attenzione quello che succede nei mercati emergenti con il possibile arrivo di concorrenti a basso prezzo provenienti dall’Asia e la cui maggiore competitività potrebbe dare del filo da torcere a Saint-Gobain.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Presentazione della società Saint Gobain

Come già detto, Saint-Gobain è uno dei leader nella fabbricazione e commercializzazione di materiali da costruzione su piano internazionale. La sua attività è largamente rappresentata in Europa ma raggiunge in realtà molti altri paesi e regioni del mondo.

La maggior parte del volume d'affari di questa società è generata dalla distribuzione di materiali attraverso una grande rete di distribuzione. Seguono: la fabbricazione di materiali da costruzione, di finestre, di materiali ad alte prestazioni e di packaging.

Ad oggi le attività della società Saint-Gobain sono ripartite in differenti poli di cui ecco il dettaglio:

  • La distribuzione di materiali rappresenta il 49% dell’attività con oltre 4.200 punti vendita nel mondo sotto i marchi Point P, Lapeyre, Jewson, Graham, RaabKarcher, Dahl, La plateformedubâtiment e Orientale.
  • I prodotti per l’edilizia rappresentano il 27,5% dell’attività: gesso, isolanti, malte industriali e canalizzazioni.
  • Infine, i materiali innovativi rappresentano il 23,5% dell’attività del gruppo con i materiali ad alte prestazioni ed i vetri.

Ci interessiamo ora alla ripartizione geografica del volume d’affari realizzato dalla società Saint-Gobain: il 27% viene realizzato in Francia, il 42% nell’Europa occidentale, il 12% in Nord America e il 19% nei paesi emergenti ed in Asia.

Lo studio degli avvenimenti economici e finanziari che hanno segnato la storia della società Saint-Gobain in questi ultimi anni permette di comprendere meglio l’evoluzione delle tendenze delle loro azioni sui mercati borsistici. Per questo motivo, per permettervi di utilizzare questi dati, riportiamo qui un riepilogo dei fatti più significativi.

Nel 2014 Saint-Gobain rivende le sue attività in Nord America per 1,5 miliardi di euro al gruppo Ardagh. A giugno dello stesso anno il gruppo annuncia l’acquisto di Phoenix CoatingRessources, un produttore di ceramiche per l’aeronautica. Sempre nel 2014 Saint-Gobain prende il controllo di Sika, un’azienda svizzera specializzata in prodotti chimici per l’edilizia.

Nel 2015 Saint-Gobain vende la sua filiale Verallia al fondo di investimenti Apollo Global Management per 2,95 miliardi di euro. Le filiali di Apollo Global Management e BPI France detengono rispettivamente il 90% ed il 10% delle quote di Verallia. A luglio dello stesso anno Saint-Gobain acquista il 49% delle quote restanti in CiptaMortarUtama specializzata nelle malte.

Sempre nel 2015 Saint-Gobain organizza un’esposizione temporanea e un giro del mondo per festeggiare i suoi 350 anni di attività.

Nel 2016 Saint-Gobain annuncia l’acquisto di E-Mix, una società anch’essa specializzata nelle malte, per 104 milioni di euro. A dicembre dello stesso anno acquista il 100% del capitale della società rumena Pietta Glass Working, specialista nella trasformazione del vetro.

Analisi della quotazione delle azioni Saint Gobain
Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Concorrenza

Proponiamo ora di conoscere un po’ più in dettaglio i principali concorrenti del gruppo Saint-Gobain nei differenti segmenti del suo settore di attività con una presentazione dei principali operatori attuali.

Lapeyre

Il gruppo Lapeyre è il principale concorrente diretto del gruppo Saint-Gobain. Precedentemente nota come Menuiseries Lapeyre, è un’impresa francese creata nel 1931 dall’ingegnere Martial Lapeyre. La società è specializzata in produzione e vendita di serramenti come porte, finestre, scale, armadi, portoni e recinzioni nonché altri materiali e forniture per l’arredamento della casa e in particolare per la sala da bagno e la cucina. La società possiede attualmente 128 negozi e dà lavoro a oltre 3.600 persone.

Sika

Un altro concorrente di Saint-Gobain è la società svizzera Sika, specializzata nella produzione di materiali da costruzione. La società è attiva a livello internazionale in settori specializzati nel settore chimico ma fornisce anche i settori della tenuta stagna, dell’incollaggio, dell’insonorizzazione, del rinforzo e della protezione delle strutture. Sika è presente in tutto il mondo, essendo rappresentata in 94 paesi, e detiene e gestisce 170 siti di produzione e di vendita.

Boral Limited

Tra i concorrenti di Saint Gobain si trova anche il gruppo Boral Limited, un’impresa multinazionale specializzata in produzione e fornitura di materiali da costruzione. L’azienda è stata creata in Australia ma opera anche negli Stati Uniti e in Asia. Il gruppo ha inoltre una notevole forza lavoro ed impiega infatti circa 17.000 dipendenti in 17 paesi per un totale di 672 siti operativi e 154 punti vendita. La sede si trova a Sydney, Australia.

Jewson

Infine, anche la società Jewson è un concorrente diretto di Saint Gobain. Si tratta di una delle più grandi catene britanniche di commercio di prodotti per l'edilizia.  Jewson commercializza i propri prodotti presso piccoli e medi imprenditori edili. La catena di negozi del gruppo conta attualmente oltre 600 succursali, distribuite in tutta la Gran Bretagna.


Alleanze strategiche

La società Saint-Gobain spende molto denaro nella ricerca e nell’innovazione e deve di conseguenza stringere delle alleanze e dei partenariati strategici con altre aziende per ridurre spese e costi di produzione. Diverse grandi aziende francesi sono pertanto partner di Saint-Gobain.

Point-S

È il caso della società Point-S alla quale Saint-Gobain ha affidato la manutenzione della propria flotta di veicoli che conta diverse decine di migliaia di unità.

Publicis

Più recentemente, nel 2017, il gruppo Saint-Gobain ha affidato la propria comunicazione al gruppo francese Publicis in seguito a bando pubblico.

Sisecam

Infine, a livello internazionale, Saint-Gobain ha siglato un partenariato strategico in Egitto con Sisecam per la costruzione di una fabbrica per la produzione di 900 tonnellate di vetro al giorno destinate al solo mercato egiziano.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni

Uno dei grossi vantaggi attuali della società Saint-Gobain è il suo posizionamento come numero uno nell’edilizia. Il gruppo, nato nel 1665, beneficia infatti di una lunga esperienza che gli ha permesso di diversificare notevolmente le proprie attività nel tempo. Ad oggi, Saint-Gobain ha riorganizzato le proprie attività in 4 poli complementari di cui il principale è la distribuzione, che rappresenta oltre il 47% delle vendite dell’azienda, seguito dai prodotti per l’edilizia, che rappresentano il 31% delle vendite della società, i materiali innovativi e i vetri piatti, che rappresentano il 24% delle vendite dell’azienda, e gli imballaggi tramite il marchio Verallia.

Il gruppo Saint-Gobain profitta inoltre attualmente delle grandi sfide climatiche che interessano in particolare il settore dell’edilizia con la necessità di riorganizzare il mercato intorno alle abitazioni a risparmio energetico. Su questo segmento Saint-Gobain è particolarmente ben posizionata grazie a delle costanti innovazioni che riguardano il miglioramento dell’efficienza energetica delle costruzioni. Questa specificità rappresenta oltre il 32% delle vendite realizzate dalla società, per lo più in Francia.

La Saint-Gobain è ad oggi il leader del suo settore di attività in Francia ma profitta anche di un ottimo posizionamento sul mercato internazionale e le sue quote di mercato all’estero aumentano continuamente da alcuni anni. La società realizza così circa il 26% della propria attività sul mercato francese, il 43% nel resto dell’Europa occidentale e il 15% nei molto ricercati paesi emergenti e in Nord America. L’internazionalizzazione delle attività del gruppo ha d’altra parte accelerato a partire dal 2016.

Per quanto riguarda le opportunità da cogliere nel prossimo futuro da parte della Saint-Gobain, va notato che il gruppo ha messo in opera una strategia basata prima di tutto sulla priorità a prodotti e servizi con un elevato valore aggiunto le cui vendite dovrebbero raggiungere il 53% nel 2018 a fronte del 24% nel 2013. Per raggiungere questo obiettivo, la Saint-Gobain può contare sulla creazione di vari partenariati mirati con delle start-up.

Va inoltre segnalata la volontà di Saint-Gobain di mantenere l’insediamento locale delle sue unità di distribuzione ricavandone dei reali vantaggi in termini di competitività rispetto ai suoi concorrenti extra-europei. Saint-Gobain è infatti molto competitiva nelle esportazioni grazie alla recente perdita di punti dell’euro rispetto al dollaro che facilita le vendite verso gli Stati Uniti.

Infine, la maggioranza degli investitori si sente rassicurata dal fatto che la Saint-Gobain è riuscita a ritrovare una situazione finanziaria sana cosa che permette nuovamente di riacquistare azioni.

Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni

È ovvio che le azioni Saint-Gobain rimangono una scelta privilegiata per gli investitori che vogliano investire sul mercato borsistico francese ma, sebbene i punti forti di questo titolo siano innegabili e numerosi, bisogna anche prendere in considerazione alcune mancanze che possono costituire una minaccia per l’avvenire dell’azienda. Ecco quindi gli inconvenienti di queste azioni che bisogna conoscere.

La principale pecca della società Saint-Gobain riguarda l’aspetto ciclico della sua attività. Infatti, poiché la grande maggioranza delle vendite del gruppo viene realizzata sul mercato dell’edilizia, le prospettive di crescita sono strettamente legate a quelle del settore immobiliare che, come si sa, sono particolarmente instabili.

Il titolo della società Saint-Gobain potrebbe anche accusare dei colpi in relazione ad eventi recenti, visto che il gruppo sta accumulando ritardo nel prendere il controllo della società Sika. Ricordiamo che Saint-Gobain ha acquistato nel 2015 il 16,1% del capitale di questa azienda dalla holding di famiglia ed il 52,4% dei diritti di voto. Nel 2016, l’opposizione di alcuni amministratori del gruppo svizzero ha fatto perdere del tempo prezioso al gruppo che ne paga ancora le conseguenze.

Il periodo attuale non è tra l’altro il più propizio ad una crescita significativa delle attività della società Saint-Gobain. Infatti, gli investitori sono stati delusi per i risultati in Francia del 2016 che hanno comportato un calo delle vendite realizzate sul mercato interno, vendite che costituiscono comunque circa il 25% delle vendite totali della società. I risultati ottenuti negli Stati Uniti mostrano anch’essi un calo, sebbene meno rilevante, e queste perdite non sono sfortunatamente compensate dai risultati nel resto del mondo che si mostrano invece stabili. Un profit warning lanciato a fine 2015 aveva peraltro già suscitato forti inquietudini presso gli investitori e il titolo Saint-Gobain aveva perso alcuni punti sul mercato borsistico.

Le informazioni fornite in questa pagina sono solo indicative e non devono essere utilizzate senza effettuare un’analisi fondamentale più completa di questo titolo, tenendo conto, in particolare, dei dati esterni, delle pubblicazioni future e di qualsiasi notizia di natura fondamentale che potrebbe far evolvere questi punti di forza e di debolezza o renderli più o meno gravosi. Tali informazioni non costituiscono in alcun modo raccomandazioni per la realizzazione di transazioni.

Domande frequenti

Quali sono i supporti informativi messi a disposizione degli azionisti dal gruppo Saint-Gobain?

Acquistando delle azioni del gruppo Saint-Gobain si ha accesso a diversi supporti informativi destinati agli azionisti e, in particolare, il gruppo pubblica online nel proprio sito web una lettera agli azionisti, pubblicata tre volte l’anno, e un guida dell’azionista. Se non si acquistano questi titoli, le informazioni importanti relative all’azienda e alla quotazione delle sue azioni sul mercato borsistico possono comunque essere reperite nel sito stesso dell’impresa o nella propria piattaforma di trading.

Quali sono le società filiali del gruppo Saint-Gobain?

Il gruppo Saint-Gobain svolge le proprie attività tramite differenti filiali tra cui, in particolare, le società Saint-Gobain Glass, Saint-Gobain Sekurit, Norton, Saint-Gobain SEFPRO, British Gypsum, Certain Teed, Ecophon, Eurocoustic, Gyproc, Isover, Saint-Gobain PAM, Placoplatre, Rigips, Weber, Groupe Lapeyre, La Plateforme du Bâtiment, Décoceram, Point P e France Pare-Brise.

Quali sono i risultati e i dati da conoscere sulle azioni Saint-Gobain?

Vuoi saperne di più sulla valorizzazione e sul valore di Saint-Gobain in Borsa? Secondo gli ultimi dati pubblicati, a fine 2019 la capitalizzazione borsistica totale del gruppo ha raggiunto i 20.348 milioni di euro. Per l’esercizio contabile 2019, il gruppo ha realizzato un fatturato di 42,6 miliardi di euro con un utile netto di 1,92 miliardi.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com