OVS

Analisi della quotazione delle azioni OVS

--- Pubblicità ---
76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Questa scheda fornisce notizie approfondite sul gruppo OVS e sulle sue azioni che sono utili per investire online. La conoscenza del gruppo OVS, della sua storia, dell’analisi della quotazione del suo titolo azionario e delle previsioni per il medio e lungo periodo permette di realizzare buoni investimenti sulle azioni del gruppo OVS. Il gruppo OVS opera nel campo dell’abbigliamento ed è quotato alla Borsa valori di Milano nell'indice FTSE Italia Mid Cap.  

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

Bisogna ovviamente studiare il mercato mondiale del tessile e dell'abbigliamento, nonché la sua evoluzione, dato che le attività di questa società sono fortemente legate ad esso.

Analisi n. 2

Va seguita l'evoluzione del potere d'acquisto delle famiglie e la salute economica mondiale che possono influenzare le vendite e i ricavi di questa società.

Analisi n. 3

Tutti i risultati finanziari e borsistici del gruppo, sia quelli trimestrali che quelli annuali, devono essere analizzati e confrontati con gli obiettivi e le previsioni degli analisti specializzati del settore.

Analisi n. 4

Bisogna prendere in considerazione i diversi concorrenti del gruppo in tutto il mondo seguendo per ciascuno l'evoluzione delle quote di mercato, le pubblicazioni e gli eventi più importanti.

--- Pubblicità ---
Trattate l’azione OVS!
Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.

A proposito del gruppo OVS

Il gruppo OVS, acronimo di Organizzazione Vendite Speciali, è una delle più importanti società italiane di abbigliamento, leader di mercato in Italia, che opera principalmente nell’ambito di creazione, realizzazione e vendita di capi di abbigliamento e accessori per donne, uomini e bambini. Il gruppo è presente nel mercato attraversi due principali marchi: OVS e Upim.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni OVS

Proponiamo ora di conoscere un po’ meglio i principali concorrenti del gruppo OVS ovvero le grandi imprese del suo settore di attività che offrono dei prodotti negli stessi segmenti in cui opera il gruppo italiano.

 

Le alleanze strategiche strette dal gruppo OVS

Se da una parte il gruppo OVS deve confrontarsi con la concorrenza, dall’altra può anche contare sul supporto di alcuni alleati e stringe regolarmente delle partnership strategiche con altre società come nei due esempi che citiamo qui:

 

Storia del gruppo OVS

La storia del gruppo OVS ha origine nel 1968 quando venne fondata dal gruppo Coin una catena di magazzini denominata Coinette. Il brand Oviesse compare in un primo negozio a Padova nel 1972, per poi diffondersi in tutto il territorio italiano.

Nel 1998 la rete commerciale si ampliò ulteriormente con l’acquisto di 167 negozi dell’azienda Standa, un’operazione che costò 2,7 miliardi di lire.

Nel 2004 il gruppo OVS raggiunge i 250 punti vendita, mentre nel 2005 si passò a una ristrutturazione di tutti gli esercizi della rete commerciale e si avviò la fase della formula franchising per un graduale piano di sviluppo e di crescita sul territorio. A segnare un punto di svolta importante nella storia del gruppo fu l’apertura del grande magazzino OVS in Corso Buenos Aires a Milano.

Il piano di espansione a livello internazionale iniziò invece con un passo falso in Germania e in Svizzera, mercati che non diedero mai i risultati previsti. Nel 2006 le attività in Germania e Svizzera furono vendute per una più fortunata immissione nei mercati di Russia e Serbia. Nel 2007 a questi esercizi commerciali esteri se ne aggiunsero altri, fino a diventare complessivamente diciassette.

In quegli anni venne anche effettuato un restyling del brand e dal classico Oviesse si passò a OVS Industry che fu utilizzato fino al 2012, quando si decise poi di passare all’attuale OVS.

Nel 2008 il gruppo OVS supera in Italia i 400 punti vendita, con l’acquisto dell’intero capitale sociale della società Tre.bi Spa, proprietà del brand di abbigliamento Melablu, presente in Lombardia, Piemonte, Veneto e in alcune città del Sud Italia.

Nel 2009 il marchio UPIM converge nel brand OVS e nel 2010 viene inaugurato a Milano il cinquecentesimo negozio.

Nel 2014 si costituisce la nuova società OVS S.p.A. Nel 2015 la società viene quotata alla Borsa di Milano con una capitalizzazione iniziale di 930,7 milioni di euro, pari a 4,10 euro per azione.

Nel 2015 OVS è sponsor ufficiale di Expo Milano 2015.

 

Analisi del corso delle azioni OVS

Il 2016 è stato un anno proficuo per il gruppo OVS. La chiusura del bilancio d’esercizio per il 2016 ha infatti registrato ricavi in aumento del 7,5%, pari a 1,31 miliardi di euro, contro gli 1,23 miliardi di euro registrati rispetto all’esercizio dell’anno precedente.

Un dato dovuto in gran parte ai profitti delle nuove aperture che hanno generato anche un margine operativo lordo in forte miglioramento  a 179,6 milioni di euro contro i 157,1 milioni di euro dell’anno precedente con una marginalità salita dal 12,8% al 13,6%. L’utile netto per il 2016 è stato pari a 81,1 milioni di euro, un risultato decisamente importante rispetto a quello del 2015 pari a 25,3 milioni di euro. Un risultato che ha generato una riduzione di oneri finanziari e un miglioramento del tax rate. L’indebitamento del gruppo è sceso nel 2016 a 235 milioni di euro.

Per gli azionisti il dividendo è stato pari a 0,15 centesimi per azione.

Per il primo trimestre del 2017 il gruppo OVS ha registrato 319,3 milioni di euro di vendite nette, con un aumento di 6,5 punti percentuali. Il margine operativo lordo ha avuto un’incidenza del 9,2% sulle vendite nette, ed è pari a 29,3 milioni di euro, con un aumento di circa 3 milioni di euro rispetto ai risultati dello stesso periodo nell’anno precedente.

 

Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni OVS

Per essere in grado di comprendere in che modo possa svilupparsi il gruppo OVS negli anni a venire è indispensabile conoscere sia i suoi punti di forza che le sue debolezze, elementi che permettono di capire quali siano i rischi che possono costituire una minaccia e le opportunità che potrebbe cogliere e per questo motivo, ne proponiamo ora un riepilogo.

Cominciamo questa analisi riassumendo i punti di forza del gruppo OVS nel suo settore di attività:

 

Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni OVS

Passiamo ora alle principali debolezze del gruppo OVS presentando i punti a seguire:

Ovviamente, i punti di forza e le debolezze qui illustrati possono cambiare nel tempo in funzione delle strategie messe in opera dal gruppo OVS e bisogna quindi seguire con attenzione tali evoluzioni prima di farsi un’idea precisa sul titolo dell’impresa.

Domande frequenti

In quali paesi è presente il gruppo OVS?

Attualmente, grazie alla sua strategia di sviluppo internazionale, il gruppo OVS è presente in Albania, Andorra, Armenia, Arabia Saudita, Austria, Azerbaijan, Bosnia Erzegovina, Cina, Cipro, Croazia, Costa Rica, Estonia, Francia, Georgia, Grecia, Iran, Italia, Kossovo, Lettonia, Lituania, Macedonia, Moldavia, Montenegro, Perù, Polonia, Portogallo, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Tailandia, Tunisia e Ucraina.

Chi sono i principali azionisti di OVS?

Il capitale del gruppo OVS è ripartito tra diversi azionisti privati tra cui: Tamburi Investment Partners S.p.A. con il 23.3% delle quote, Azimut Capital Management SGR S.p.A. con il 7.74%, Cobas Asset management SGIIC SA con il 5.31%, Dimensional Fund Advisors LP con il 3.31%, Nordea Investment Management AB con l’1.93%, Schroder Investment Management Ltd con l’1.85%, Gaspari Luigi Enzo De con l’1.60%, Bellevue Asset management AG con l’1.34% , Invesco Advisers Inc con l’1.32% e Arca Fondi SGR S.p.A. con l’1.29%.

Quali fattori possono influenzare la quotazione delle azioni OVS?

Sono ovviamente numerosi i fattori che possono influenzare la quotazione delle azioni OVS. Tra questi, oltre a tutti i fattori segnalati nella sezione dedicata ai consigli di analisi fondamentale, bisogna considerare i risultati e gli obiettivi comunicati dal gruppo, le notizie relative ai concorrenti e, ovviamente, gli indicatori tecnici che si possono osservare sui grafici borsistici di questo valore. Prima di prendere una decisione su queste azioni bisogna quindi combinare tutti questi elementi.

--- Pubblicità ---
Trattate l’azione OVS!
Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.