NIO

Analisi della quotazione delle azioni Nio

--- Annuncio ---
76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Se hai intenzione di fare trading sulla quotazione delle azioni Nio, ti proponiamo il nostro aiuto nel quadro delle analisi di questo titolo. Per realizzare delle analisi pertinenti di queste azioni, bisogna conoscere alla perfezione questo gruppo e le sue attività, argomenti che trattiamo qui nel dettaglio. È inoltre necessario interessarsi anche all’ambiente in cui opera l’azienda occupandosi sia della concorrenza che delle potenziali alleanze e trattiamo quindi anche i concorrenti diretti del gruppo e le sue recenti partnership. Proponiamo inoltre un riepilogo storico degli avvenimenti che hanno segnato gli ultimi anni del gruppo e forniamo alcuni consigli per realizzare l’analisi fondamentale del suo titolo tenendo conto delle pubblicazioni e delle notizie più pertinenti e influenti.

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

Il primo dato da analizzare prima di prendere posizione sulla quotazione delle azioni Nio è certamente la salute economica del settore automobilistico. Con la crescita degli ordini e delle vendite di veicoli nuovi aumentano per Nio le probabilità di accrescere i propri introiti e viceversa.

Analisi n. 2

Vanno inoltre tenuti d’occhio gli investimenti del gruppo in ricerca e sviluppo. I veicoli sviluppati da Nio si presentano infatti come innovativi e comprendono automobili connesse o ecologiche. Il lancio o gli annunci di lancio di nuovi veicoli sono dei buoni indici di crescita dell’attività e del suo titolo.

Analisi n. 3

Anche la concorrenza nel segmento dei veicoli innovativi ha un’influenza diretta sulle capacità di evoluzione della quotazione delle azioni Nio. È quindi necessario scrutare il settore nel suo insieme e seguire le innovazioni degli altri fabbricanti di auto che operano in settori similari.

Analisi n. 4

Il gruppo Nio comunica regolarmente le proprie strategie di crescita e di sviluppo e si raccomanda di seguire con attenzione tali pubblicazioni nonché le previsioni degli analisti specialisti del settore.

Analisi n. 5

Analogamente, è bene informarsi regolarmente sui risultati finanziari dell’impresa: il bilancio annuale, ovviamente, con il fatturato e il l’utile netto, e i risultati trimestrali e semestrali. Il registro degli ordini può anche essere un’interessante indicazione relativamente alle future consegne e quindi ai futuri introiti dell’azienda.

Analisi n. 6

Infine, bisogna anche fare attenzione alle normative relative all’esportazione dei veicoli e al rispetto delle normative applicate dai potenziali paesi importatori.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Fare trading con i CFD su Plus500

Presentazione della società Nio

Proponiamo ora di approfondire la conoscenza della società Nio e delle sue specificità. La buona conoscenza del gruppo e, soprattutto, delle sue attività, prodotti e servizi è indispensabile se si vogliono comprendere il meglio possibile il suo ambiente economico, le sfide che gli si pongono e le minacce a cui potrebbe dover far fronte in futuro. Ecco alcune informazioni precise al riguardo.

Il gruppo Nio Inc è una società cinese specializzata in progettazione, fabbricazione e vendita di veicoli elettrici intelligenti e connessi. Per la precisione, l’azienda è specializzata nella fabbricazione di veicoli elettrici a guida autonoma integrati alle tecnologie di nuova generazione e all’intelligenza artificiale.

Tra i modelli di punta di questa azienda e di questo marchio troviamo in particolare l’ES8, un SUV, Sport Utility Vehicle, elettrico a 7 posti realizzato in lega di alluminio. Il veicolo è allestito con un sistema di propulsione elettronica capace di accelerare da 0 a 100 km/h in appena 4,4 secondi ed ha un’autonomia di 355 chilometri secondo il ciclo NECD e oltre 500 chilometri ad una velocità stabilizzata di 60 km/h.

Non è tuttavia questa l’unica attività del gruppo cinese che svolge anche delle attività relative alla fornitura per la ricarica dei veicoli fra cui i servizi Power Home, Power Swap, Power Mobile e Power Express. Gli altri servizi proposti da Nio riguardano: polizze RCA e Kasco tramite assicuratori terzi e partner, servizi di riparazione e manutenzione corrente, fornitura di auto di cortesia in occasione di riparazioni di lunga durata.

Analisi della quotazione delle azioni Nio
Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Fare trading con i CFD su Plus500

Concorrenza

Partiamo ora alla scoperta dell’ambiente concorrenziale del gruppo Nio. Dato che l’azienda cerca di posizionarsi sul mercato mondiale dell’automobile elettrica bisogna monitorare gli altri fabbricanti che si distinguono in questo segmento:

Tesla 

Questo fabbricante statunitense si distingue dagli altri fabbricanti di auto elettriche per la qualità estetica dei suoi veicoli che sono piuttosto di fascia alta.

BYD

 Si tratta di un altro fabbricante cinese che è diventato uno dei più grandi venditori di veicoli elettrici al mondo e un fabbricante di lunga data di batterie per telefoni portatili e videocamere. Possiede inoltre una delle più grandi fabbriche di batterie per auto al mondo.

Renault-Nissan 

Questo fabbricante franco-giapponese è uno dei leader del settore in Europa soprattutto grazie ai sui modelli Zoé e Nissan Leaf che sono stati in testa alle vendite nel 2018.

BAIC

 Ancora un fabbricante cinese che ha prodotto tre dei cinque modelli di veicoli elettrici più venduti in Cina nel 2018. Il suo modello più noto è l’EC 180.

BMW 

Il fabbricante di fascia alta tedesco è riuscito a trarre profitto dai suoi investimenti nell’elettrico con il modello i3.

SAIC

 Ancora un cinese in questa classifica. Si distingue per essere stato il primo fabbricante del paese a lanciare un SUV 100% elettrico e produce un veicolo equipaggiato con la tecnologia 5G.

Geely

Questo fabbricante cinese era un fabbricante di frigoriferi fino al lancio del marchio Geometry, 100% elettrico, che proporrà ben 10 modelli entro il 2025. In particolare, produce le nuove Smart elettriche di Daimler.

Hyundai-Kia

 È il fabbricante della Corea del Sud che aveva accumulato un ritardo nell’auto elettrica ma ha poi ben recuperato con l’apertura di uno stabilimento in Indonesia. Il gruppo sviluppa anche veicoli a idrogeno.

Volkswagen 

 Il fabbricante tedesco prevede di sviluppare e lanciare sul mercato oltre 70 modelli di veicoli elettrici.

Chery

Infine, un altro cinese chiude questa classifica. Si tratta del pioniere dell’auto elettrica in Cina che ha in particolare commercializzato i modelli più venduti dal 2011 al 2013.


Alleanze strategiche

Passiamo ora alle partnership strette recentemente dal gruppo Nio. È importante comprendere quale sia l’interesse di questo tipo di alleanza per la crescita e lo sviluppo della società Nio nonché per la probabile crescita delle sue azioni in Borsa.

Mobileye

La prima partnership di cui ci occupiamo è stata stretta nel 2019 da Nio con il gruppo Mobileye e riguarda l’industrializzazione della produzione di veicoli autonomi in Cina. Le due imprese si sono quindi associate per realizzare l’industrializzazione della produzione di veicoli autonomi di livello 4 SAE con l'obiettivo principale di commercializzarli presso il grande pubblico. Ovviamente, questa partnership, sebbene inizialmente miri al solo mercato cinese, prevede anche di estendere la commercializzazione di questi veicoli ad altri mercati con delle esportazioni nel resto del mondo.

Total Energy Ventures

Un’altra importante partnership recente del gruppo cinese Nio è quella stretta con Total Energy Ventures, filiale del gruppo Total. Total Energy Ventures, il fondo di investimento del gruppo petrolifero Total, ha sottoscritto un accordo di cooperazione con Nio nel settore della mobilità in Cina che riguarda in particolare i veicoli elettrici, la guida autonoma e i sistemi intelligenti, i veicoli connessi e i servizi di mobilità. Grazie a questo accordo di partnership, Total può inserirsi nell’ecosistema di innovazione dinamica proprio al settore della mobilità in Cina e può stringere dei forti legami con i protagonisti dell’innovazione nel paese. Il fondo di investimento Total Energy Ventures apporta come valore la propria esperienza mondiale in materia di investimenti e il gruppo Total apporta le proprie soluzioni mondiali integrate a basso contenuto di carbone. L’obiettivo di Total è ovviamente di migliorare la propria integrazione e il proprio posizionamento nel settore dell’innovazione in Cina.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Fare trading con i CFD su Plus500
Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni

Per capire come il gruppo NIO possa crescere e quindi, indirettamente, per capire come le sue azioni in Borsa possano evolvere a più o meno a lungo termine, è indispensabile conoscere bene la situazione attuale dell’impresa con i principali punti di forza e di debolezza.

Per quanto riguarda i principali punti di forza di cui dispone attualmente il gruppo NIO, che potrebbero permettergli di svilupparsi ulteriormente nei prossimi anni, vanno segnalati in particolare i seguenti elementi:

  • In primo luogo, tra i punti di forza di questa impresa si annovera il fatto che gode dell’aiuto e del finanziamento del governo cinese, in particolare per quanto riguarda le attività di ricerca e sviluppo ma anche per quanto riguarda le esigenze della rete di utenti. Ciò gli consente di realizzare notevoli risparmi e di migliorare l'efficienza. Tale sostegno da parte del governo consente inoltre al gruppo di evitare le restrizioni per quanto riguarda le targhe di immatricolazione dei veicoli elettrici, nel momento in cui le restrizioni già imposte dovrebbero essere abolite. Inoltre, il governo cinese ha creato delle forti barriere all’ingresso per i costruttori di veicoli elettrici e favorisce un minor numero di operatori selezionandoli tra i più competitivi. Di conseguenza, i produttori che desiderano sfruttare la capacità produttiva di altre imprese dovranno prima investire in ricerca e sviluppo in Cina per almeno 3 anni e per almeno 4 miliardi di yuan, pari a 580 milioni di dollari.
  • Un altro punto di forza del gruppo NIO è il fatto che questa impresa è stata la prima a sviluppare un motore per veicoli elettrici di alta qualità a prezzi molto competitivi. Si prevede quindi una crescita molto forte dei segmenti Premium e SUV nel periodo attuale e fino al 2022. Nel 2019 si è infatti constatato un aumento molto interessante delle vendite di veicoli di lusso in tutto il settore. Per il solo mercato cinese, secondo le previsioni degli specialisti del settore, è inoltre noto che la vendita di veicoli elettrici dovrebbe raggiungere i 3.6 milioni di veicoli nel 2022.
  • Anche le prospettive di crescita dell’impresa nel segmento dei veicoli di nuova generazione sono piuttosto ottimistiche e potrebbero permettere al gruppo di acquisire ulteriori quote di mercato. Ciò riguarda in particolare la guida autonoma.
  • Tra i punti di forza della NIO si può anche citare la qualità del servizio offerto dal gruppo, che è giudicato eccellente dai consumatori.
  • Si può inoltre sottolineare che le azioni NIO vengono quotate anche negli Stati Uniti, cosa che consente loro di beneficiare di finanziamenti supplementari e contribuisce al tempo stesso a far conoscere il marchio nel mondo.
  • Un altro punto di forza del gruppo NIO è che non gestisce direttamente degli stabilimenti, ottenendo così risparmi sui costi.
  • Il gruppo profitta inoltre della propria rete di ricarica NIO Power, che gli consente di generare entrate grazie ad altri produttori di veicoli elettrici e quindi di aumentare ulteriormente la propria redditività.
  • Si può infine citare la strategia di partnership strategiche che la NIO mette in atto per posizionarsi su un massimo di segmenti e raggiungere così un target più ampio.
Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni

Ci interessiamo ora ai principali difetti di questo valore, ossia ai principali punti deboli del gruppo NIO, che potrebbero pesare sulla sua redditività a più o meno lungo termine:

  • In primo luogo, la liquidità del gruppo costituisce un punto di preoccupazione importante, anche per via della scarsa trasparenza su alcuni elementi.
  • Si può naturalmente citare anche il fatto che NIO è ancora poco conosciuta sia in Cina che, soprattutto, nel resto del mondo. Per questo motivo, ci vorranno probabilmente molti investimenti in marketing perché la situazione evolva nella giusta direzione.
  • Inoltre, le spese per ricerca e sviluppo sono molto elevate e il loro successo non è ancora garantito. Lo stesso vale per i costi elevati del personale.
  • Sempre tra i punti deboli dell’impresa, è deludente il fatto che sia ancora relativamente giovane e non abbia, per il momento, venduto un numero sufficiente di veicoli per garantirsi la notorietà.
  • Va anche considerato il fatto che delle nuove leggi cinesi possono danneggiare all’impresa, in particolare obbligandola a sottoporsi a un controllo normativo.
  • La debole crescita del mercato mondiale dei veicoli elettrici e la riluttanza ancora forte dei consumatori ad acquistare tali veicoli non sono favorevoli alla NIO e la concorrenza dei veicoli tradizionali a basso costo resta forte e grava sull'impresa.
  • Infine, l’ultimo grave inconveniente del gruppo NIO riguarda la guerra commerciale tra la Cina e alcuni altri paesi da cui provengono alcuni elementi necessari per la produzione del gruppo, come il rame o i chip ad alte prestazioni.
Le informazioni fornite in questa pagina sono solo indicative e non devono essere utilizzate senza effettuare un’analisi fondamentale più completa di questo titolo, tenendo conto, in particolare, dei dati esterni, delle pubblicazioni future e di qualsiasi notizia di natura fondamentale che potrebbe far evolvere questi punti di forza e di debolezza o renderli più o meno gravosi. Tali informazioni non costituiscono in alcun modo raccomandazioni per la realizzazione di transazioni.

Domande frequenti

Quando è stata creata la società Nio?

La società Nio è molto recente essendo stata creata nel 2014 e ne è all’origine William Li, il presidente di Bitauto e di NextEV. La società si è rapidamente specializzata nella fabbricazione di veicoli elettrici con il suo primo modello, la Nio EP9, una supercar elettrica da 1.341 cavalli. Non esiste quindi una lunga storia di questa impresa e bisogna accontentarsi di questi pochi anni di esercizio.

Quali sono le imprese che hanno investito nella società Nio?

Diverse imprese hanno puntato sul successo di Nio ed hanno acquistato delle quote di questa società. È in particolare il caso delle società Tencent, Temaesk, Baidu, Sequoia, Lenovo e TPG che hanno investito in questo valore subito dopo il lancio del suo primo modello di veicolo elettrico. Successivamente, nel 2018, la società di investimento britannica Baille Gifford ha acquistato più dell’11% delle quote del gruppo.

Quali sono i modelli di auto che il gruppo Nio ha lanciato sul mercato?

Dopo il lancio del primissimo modello, la Nio EP9, poco dopo la sua creazione, la società Nio ha lanciato sul mercato diversi altri modelli. Nel 2017 ha in particolare lanciato il suo primo modello di serie, il SUV 100% elettrico ES8. Un anno dopo il gruppo Nio ha presentato sul mercato il suo secondo modello, l’ES6, che è ancora una volta un SUV elettrico ma più compatto con una lunghezza di 4,85 m.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Fare trading con i CFD su Plus500