Quali sono le azioni con il miglior rendimento?

 

Come investitori in Borsa, vi chiederete senz’altro quali siano le azioni con il miglior rendimento o, in altre parole, quali siano i titoli borsistici su cui risulti più vantaggioso piazzare il proprio denaro. Per rispondere a questo interrogativo cominciamo col ricordare in cosa consiste il rendimento di un’azione, uno dei migliori indicatori da seguire trattando tali attivi online. Successivamente, per facilitarvi il compito, vi proporremo una lista delle azioni che presentano attualmente i rendimenti più elevati.  

 

Cos’è il rendimento di un’azione?

Si definisce “rendimento di un’azione” o anche “DividendYield » la percentuale di dividendo versata agli azionisti in rapporto al prezzo corrente di tale azione in Borsa. Le società che emettono dei titoli in Borsa non sono infatti tutte ugualmente generose nei confronti dei propri azionisti.

Il rendimento di un’azione è quindi un ratio che permette di confrontare le aziende per livello di “generosità” e di determinare quale investimento sia il più vantaggioso. Tuttavia un rendimento elevato deve essere interpretato in maniera prudente ed obiettiva. Infatti, sono due gli elementi che influenzano il rendimento: il volume del dividendo ed il valore dell’azione. Un rendimento elevato può quindi essere dovuto a dei buoni risultati di una società e ad una elevata distribuzione agli azionisti ma anche ad una quotazione molto bassa dell’azione, circostanza anch’essa che aumenta il ratio.

Il rendimento di un’azione interesserà quindi più particolarmente gli investitori che piazzano il proprio denaro in dei fondi bancari specifici e che detengono realmente i titoli in questione nonché influenzerà in maniera indiretta il corso futuro delle azioni rendendole più o meno allettanti e potrà quindi essere utilizzato come indicatoredai trader online che utilizzano i CFD.

 

Quali sono le azioni che presentano il rendimento più alto?

Per aiutarvi a trovare dei titoli di Borsa interessanti, ecco alcune azioni ad alto rendimento su ognuno dei mercati principali:

  • Sul CAC 40 segnaliamo le azioni Vivendi con un rendimento del 10,22%, le azioni Engie con rendimento del 6,93%, le azioni Crédit Agricole con rendimento del 6,36%, le azioni Société Générale con rendimento del 6,35% e le azioni Total con rendimento del 6,21%.
  • Sul mercato internazionale segnaliamo le azioni Williams con rendimento del 15,9%, le azioni Kinder Morgan con rendimento del 15,7%, le azioni CenturyLink con rendimento del 9,3%, le azioni Glencore con rendimento del 15,9%, le azioni BHP Biliton con rendimento del 13,4% e le azioni RoyalDutch Shell con rendimento del 9,2%.

Attiriamo comunque la vostra attenzione sul fatto che i rendimenti qui riportati sono suscettibili di modifiche anno per anno, sia al rialzo che al ribasso.

 

Le domande che dovete porvi prima di investire su delle azioni ad alto rendimento

Le azioni ad alto rendimento possono ovviamente essere interessanti da aggiungere al proprio portafoglio o da trattare online ma, prima di investire su di esse, bisogna porsi qualche domanda.

Per prima cosa, bisogna chiedersi quale sia il rischio che giustifica un rendimento elevato, visto che i rendimenti più interessanti sono spesso connessi alle azioni più rischiose. Dovete quindi sapere esattamente cosa crea questo rischio per valutare voi stessi se il titolo ne valga veramente la pena. È infatti possibile che molto semplicemente il rischio sia sopravvalutato dal mercato e, in questo caso, investire su delle azioni ad alto rendimento sarebbe ovviamente una scelta molto oculata. Tuttavia, nella maggior parte dei casi il rischio preso in considerazione è reale e dovete quindi tenerne conto al momento delle vostre analisi e prese di decisione.

Una volta individuata la fonte di rischio di un’azione ad alto rendimento, dovrete chiedervi se e per quanto tempo il problema potrebbe persistere. Il rischio può infatti essere dovuto sia ad una situazione temporanea che ad un problema di fondo relativo al business model dell’azienda. Nel caso di un problema contingente risulterà interessante investire su delle azioni ad alto rendimento mentre se il problema è permanente bisognerà ovviamente evitare di acquistarle.

Un’ulteriore domanda da porsi prima di prendere posizione o acquistare delle azioni di questo tipo riguarda il pagamento dei dividendi a lungo termine. Bisogna infatti assicurarsi che la società emittente sia in grado di continuare a pagare i suoi dividendi verificando che il cashflow realizzato dall’impresa sia sufficiente. Avrete così un’idea dei possibili tagli futuri e potrete evitare i titoli problematici.

L’analisi tecnica storica del valore delle azioni ad alto rendimento vi permetterà inoltre di rispondere ad un’altra domanda relativa questa volta al loro comportamento a lungo termine. Va da sé che delle azioni la cui quotazione crolla vi faranno certamente perdere del denaro anche se i dividendi versati sono elevati. Bisognerà quindi evitare di acquistare questi valori così come le azioni che nel passato hanno già subito delle inversioni al ribasso forti e volatili perché ci sono maggiori probabilità che la situazione possa riprodursi.

Infine, è anche importante chiedersi se i dividendi delle azioni ad alto rendimento che si intende acquistare presentino un rischio di essere tagliati. Succede infatti che i dividendi di un titolo raggiungano dei livelli molto elevati appena prima di essere tagliati. Gli analisti conoscono bene questo fenomeno e sono in grado di determinare una fascia di rendimento al di là della quale il rischio di taglio diventa troppo elevato. In genere si considerano come a rischio dei dividendi superiori al 9% e vengono privilegiate le azioni ad alto rendimento i cui dividendi si collocano tra il 3% e il 6%.

 

A chi è destinato l’investimento sulle azioni con i migliori rendimenti?

Se volete trattare delle azioni ad alto rendimento dovete preventivamente assicurarvi di disporre delle competenze e delle conoscenze necessarie per evitare i vari rischi che abbiamo appena citato. Infatti, considerate le varie particolarità, le azioni ad alto rendimento richiedono una certa esperienza per individuare gli eventuali rischi e le reali opportunità.

È anche importante sottolineare che nel caso delle azioni ad alto rischio quest’ultimo è spesso relativamente elevato e non devono quindi rappresentare la maggior parte del vostro portafoglio ma solo una piccola parte. L’ideale è che il grosso del vostro portafoglio sia costituito da valori con una maggiore stabilità, quindi un rendimento più basso, e che hanno pertanto una maggiore possibilità di crescita. È infatti sconsigliato trattare o acquistare delle azioni con dei rendimenti troppo elevati ed è preferibile privilegiare dei titoli con dei livelli di rendimento più ragionevoli che vi forniranno maggiori benefici a lungo termine.

Infine, sappiate che le azioni ad alto rendimento non sono gli unici titoli a cui potete interessarvi come investitori in Borsa. Infatti, se volete investire sul mercato borsistico con uno strumento moderno come i CFD potete trovare una maggior quantità di opportunità, soprattutto se vi interessate alle azioni più volatili, indipendentemente dal fatto che la quotazione evolva al rialzo o al ribasso, visto che questi strumenti offrono la possibilità di prendere posizione sia all’acquisto che alla vendita.

È comunque possibile trattare con i CFD anche sulle azioni ad alto rendimento visto che la maggior parte di questi titoli vengono molto seguiti sul mercato ed hanno quindi un’interessante volatilità.

 

Valutazione: 4.30 30 voti

Come investire su delle azioni ad alto rendimento?

Per investire sulle azioni ad alto rendimento basta disporre di un conto di trading presso un broker online. Raggiungete subito una piattaforma di qualità e cominciate speculare in diretta.

Inizia a fare trading adesso
76.4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.