Analisi n. 1

Per prima cosa, bisogna seguire l’evoluzione del mercato di materiali ceramici e ad alta resistenza per i quali si registra attualmente una crescita che risulta interessante per il gruppo Imerys e per le sue attività.

Analisi n. 2

È inoltre importante tenere d’occhio con attenzione le operazioni messe in opera dal gruppo Imerys finalizzate a svilupparsi in ulteriori paesi e a consolidare la propria presenza internazionale.

Analisi n. 3

Un altro interessante indice dell’analisi fondamentale di Imerys riguarda le normative governative a cui è sottoposta la maggior parte dei settori operativi del gruppo che deve quindi adeguarvisi e dimostrare la massima prudenza prima di insediarsi in un nuovo mercato.

Analisi n. 4

Infine, bisogna anche analizzare i dati provenienti dalla concorrenza del gruppo Imerys, in particolare la sempre più forte concorrenza da parte degli operatori locali già installati sui nuovi mercati mirati dal gruppo.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.

Presentazione generale della società Imerys

Il gruppo Imerys è ad oggi il numero uno mondiale delle specialità minerali destinate all’industria e l’attività dell’impresa può essere ripartita in differenti poli in funzione del fatturato generato.

Le soluzioni per l’industria dell’energia e delle specialità rappresentano il 29.7% del fatturato dell’impresa e includono i carbonati, per i quali Imerys è il numero due mondiale, i refrattari monolitici, per i quali è leader, la grafite e il carbone, altro settore in cui è leader, e, infine, le soluzioni per lo sfruttamento petrolifero. Queste soluzioni riguardano in particolare le industrie di beni di consumo, carta, alta temperatura, energia mobile e l’estrazione di petrolio e gas.

I materiali ceramici rappresentano il 29% del volume d’affari globale dell’impresa e include tegole, minerali ceramici e caolini, settori in cui è leader, nonché i supporti di cottura per forni ad alta temperatura. Queste specialità riguardano le industrie di costruzione, energie rinnovabili, elettrometallurgia, sanitari, stoviglie, carta, vernici e plastiche.

Il filtraggio e gli additivi di prestazione rappresentano il 27.1% del fatturato totale dell’impresa e includono talco, mica e minerali per il filtraggio. Questi prodotti riguardano industrie di agroalimentari, plastiche, vernici, caucciù, catalisi, carta, salute, igiene personale ed estetica, e siderurgia.

Infine, i minerali ad alta resistenza rappresentano il 14.2% del volume d’affari della società e includono i minerali per refrattari, minerali fusi per abrasivi, zirconio fuso e silice fusa. Questi minerali sono in genere destinati alle industrie siderurgica, automobilistica e aeronautica.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni Imerys

A seconda della gamma di prodotti proposta, il gruppo Imerys deve far fronte ad una concorrenza diversificata. Per realizzare delle analisi corrette della quotazione delle azioni Imerys, bisogna ovviamente realizzare uno studio completo della concorrenza per prevedere il meglio possibile le variazioni di quotazione del titolo. I risultati di queste aziende nonché l’evoluzione delle loro quote di mercato sono degli elementi interessanti che possono fornire alcune indicazioni utili. Ecco i principali avversari nel dettaglio.

 

Introduzione e quotazione delle azioni Imerys

Da fine 2007 ad inizio 2008 la quotazione delle azioni Imerys ha cercato inutilmente di raggiungere la soglia dei 50€. Infine, a partire da giugno 2008, il titolo entra in una tendenza ribassista forte che lo porta a marzo 2009 a livello dei 22.17€, il più basso durante gli ultimi dieci anni. Tuttavia, il crollo costituisce il punto di partenza di una prima tendenza di fondo rialzista che dura fino ad aprile 2011 con il superamento della resistenza dei 50€ ed il raggiungimento di un massimo a 54.45€. Sfortunatamente, il guadagno di punti viene seguito immediatamente da una correzione al ribasso in direzione dei 32.27€ a dicembre 2011.

L’anno 2012 segna il punto di partenza di un nuovo rialzo che permette al titolo di superare in un anno la soglia psicologica dei 60€ e di proseguire in direzione di un picco a 64.91€ a febbraio 2014 e di raggiungere poi un nuovo record rialzista a 72.09€ ad aprile 2015. Come ci si poteva attendere, al superamento dei 70€ gli investitori decidono di ritirare una parte dei propri utili causando un ritracciamento al ribasso in direzione dei 52.86€ a febbraio 2016.

Tuttavia, il rialzo osservato non si è concluso per il titolo Imerys che continua a conquistare punti in una nuova ondata positiva. Tale tendenza positiva permette quindi alla quotazione delle azioni di avvicinarsi al livello degli 80€ tra marzo e ottobre 2017 senza tuttavia riuscire a superarlo.

Questa osservazione lascia aperte diverse possibilità per l’evoluzione a lungo termine delle azioni Imerys.  Infatti, va da sé che una netta rottura della resistenza psicologica degli 80€ potrebbe indurre un proseguimento della tendenza di fondo rialzista verso un nuovo picco ma, al contrario, la tenuta di questa resistenza potrebbe provocare un prelievo strategico di utili da parte degli investitori e quindi una nuova correzione al ribasso.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.