Analisi n. 1

I vari settori a cui sono collegate le attività del gruppo IMA devono ovviamente essere seguiti con attenzione. Bisognerà quindi seguire in particolare l’evoluzione e la crescita dell’industria agroalimentare e dell'industria farmaceutica.

Analisi n. 2

È bene tenersi al corrente di eventuali contratti di fornitura di grande importanza che potrebbero essere firmati da IMA con, in particolare, dei grandi gruppi industriali, contratti che farebbero incrementare il fatturato e la redditività della società.

Analisi n. 3

Dato che la concorrenza in questo settore è relativamente forte e a livello internazionale, bisognerà realizzare uno studio completo dei principali attori del settore e prendere in considerazione gli eventi importanti al loro riguardo, le loro principali pubblicazioni e qualsiasi evento in grado di influenzare il mercato.

Analisi n. 4

Va da sé che è necessario analizzare con la più grande attenzione i risultati finanziari del gruppo IMA. È inoltre possibile confrontare questi risultati con le previsioni realizzate dagli analisti specializzati in questo segmento o con i piani strategici e gli obiettivi comunicati direttamente dalla società. Ciò sarà infatti di grandissimo aiuto nelle prese di decisione.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.

L'attività della società IMA

Prima di tutto, e prima ancora di interessarci alle informazioni più precise relative ai concorrenti e ai partner del gruppo IMA, proponiamo un breve riepilogo delle caratteristiche di questa azienda italiana e delle sue attività. Queste informazioni sono infatti preziose e molto utili per capire come questa azienda operi nel suo contesto economico attuale e come questa possa comportarsi in futuro in termini di crescita e di sviluppo sulla base delle sue principali sfide e minacce.

Il gruppo IMA, Industria Macchine Automatiche, è un'azienda italiana specializzata nella progettazione, produzione e vendita di attrezzature e materiali per la lavorazione e il confezionamento di prodotti farmaceutici, cosmetici, alimentari e del tabacco. Per la precisione, è attualmente il leader mondiale di questo settore di attività.

Per comprendere meglio le attività di questo gruppo, è possibile dividerle come segue in diverse categorie in base alla quota di entrate che generano:

  • Le attività relative alle attrezzature per l'imballaggio di prodotti alimentari sono le più importanti del gruppo e da sole generano il 50,3% del fatturato della società. Queste apparecchiature includono in particolare l’imballaggio di tè, caffè e prodotti lattiero-caseari.
  • Vengono poi le attrezzature per prodotti farmaceutici che rappresentano da parte loro il 39,2% del fatturato del gruppo. Da notare che il gruppo IMA offre anche delle apparecchiature per la produzione di imballaggi per capsule e perle.
  • Infine, il resto delle entrate, ovvero il 10,5%, viene generato dalla produzione di attrezzature per l’imballaggio di prodotti del tabacco.

Attualmente, il gruppo IMA possiede e gestisce oltre 41 siti di produzione in tutto il mondo. È inoltre interessante conoscere la distribuzione geografica delle attività di IMA in quanto la società realizza solamente l’11,4% del suo fatturato in Italia. Il resto dell'Europa rappresenta il 39,4% del fatturato, l'Asia e il Medio Oriente insieme rappresentano il 21,6% del fatturato della società, il Nord America il 17,1% e il resto del mondo il restante 10,5%.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni IMA

Sebbene conoscere le attività del gruppo IMA sia ovviamente una cosa importante, prima di fare del trading sulla quotazione del suo titolo, è necessario interessarsi anche ai suoi principali avversari. IMA non è infatti l'unico gruppo ad operare in questo settore di attività e diverse altre aziende gli fanno una forte concorrenza. Presentiamo quindi ora alcuni di questi avversari con delle informazioni al loro riguardo.

  • Tokyo Automatic Machinery Works Ltd. In primo luogo, l'azienda Tokyo Automatic Machinery Works Ltd è uno dei principali concorrenti di IMA nel mondo e offre la produzione e la vendita di macchine per l'imballaggio e di macchine di produzione. La società svolge le proprie attività in diversi settori target tra cui, in particolare, il settore delle macchine per imballaggio, che si occupa della vendita di macchinari, il settore dei macchinari di produzione e il settore dei prodotti che propone macchine per confezionare e imballare gli omaggi, overwrapper di pellicole, macchine verticali per il form fill, macchine per il riempimento con polveri, macchine per l’imballaggio di articoli speciali, macchine confezionatrici di rifiuti industriali e macchine per il tabacco. Attualmente, il gruppo possiede e gestisce due filiali e una società collegata.
  • Uflex. Viene poi una società indiana, la società Uflex, che è attualmente la più grande azienda di imballaggi flessibili in India e che ha sede a Noida nella regione di Delhi, la capitale del paese. Ufex ha attualmente tre stabilimenti di produzione e fornisce diversi tipi di clienti a livello internazionale e in India. È attualmente il più grande esportatore di imballaggi flessibili e la società è particolarmente ben installata in Nord America, Europa, Africa, Sud-Est asiatico e Medio Oriente. Questo gruppo ha una capacità produttiva di oltre 135.000 tonnellate annue con dei siti di produzione a Noida e a Jammu.
  • Robert Bosch GmbH. Andrà ovviamente considerata la concorrenza del gruppo Robert Bosch GmbH, una multinazionale tedesca esistente dal 1886. Questa azienda svolge diverse attività tra cui quelle relative alle attrezzature per l'industria automobilistica, alla produzione di utensili elettrici e di elettrodomestici, alle tecniche industriali e per l’edilizia tra cui delle tecniche di sicurezza e delle tecniche di imballaggio.
  • Bossar. In Spagna troviamo un altro forte concorrente di IMA, il gruppo Bossar che ha sede a Barcellona ed è specializzato nel settore delle macchine confezionatrici orizzontali per i sacchetti cuscino e per i sacchetti a fondo piatto in materiali flessibili . Attualmente, l'azienda è leader mondiale nella progettazione e produzione di macchine per il confezionamento orizzontale in sacchetti a base di materiale flessibile. Con oltre 2.000 macchine di produzione, questa azienda svolge le proprie attività nel settore dei prodotti alimentari con confezionamento extra-pulito a bobine quali yogurt, marmellate, succhi di frutta, detergenti, prodotti cosmetici, prodotti farmaceutici in sacchetto e nel settore del fine linea come l’inserimento in astucci o in cartone nonché nel settore dei prodotti solidi come per il confezionamento di frutta secca in sacchetti a fondo piatto con chiusura lampo.
  • Ossid. Infine, anche la società Ossid deve essere considerata un importante concorrente del gruppo IMA. Questa società è infatti l'attuale leader dell’industria dell’imballaggio di vaschette per alimenti, della prezzatura e delle soluzioni per il riempimento orizzontale. Propone ai propri clienti delle soluzioni di imballaggio di vassoi ma anche delle soluzioni di pesatura e di etichettatura che rientrano tra le soluzioni di riempimento di contenitori con macchine compatte ed altre soluzioni personalizzate. Oltre ai suoi vari prodotti, Ossid offre un efficace programma di servizio clienti con personale di servizio, componenti e la necessaria formazione dei clienti nell'utilizzo delle sue macchine.

Questi vari concorrenti sono ovviamente da conoscere ma anche da studiare con la massima attenzione se si ha intenzione di prendere una posizione sulle azioni del gruppo IMA. Infatti, qualsiasi pubblicazione importante o evento significativo da parte di uno di questi attori del mercato può avere un impatto diretto sulla quotazione delle azioni IMA. È quindi opportuno realizzare un'analisi fondamentale completa e coerente di queste società prima di prendere qualsiasi decisione.

 

Le alleanze strategiche strette dal gruppo IMA:

Una buona conoscenza della concorrenza del gruppo IMA aiuta a vedere più chiaramente il potenziale di aumento dei profitti e della redditività del gruppo. Tuttavia, bisogna anche sapere che questa società potrebbe stringere delle partnership strategiche con altre aziende o con alcune amministrazioni. Illustriamo qui un partenariato pubblico-privato che dovrebbe aiutare a capire l'impatto di tali annunci.

Si tratta della partnership siglata nel 2016 con l'Ufficio Regionale della FAO per l'Africa e con il Ministero del Commercio e dell'Industria del Ghana che hanno lanciato congiuntamente un nuovo progetto regionale sul miglioramento dell’imballaggio alimentare per le piccole e medie imprese agroalimentari in diversi paesi dell'Africa sub-sahariana come Ghana, Camerun, Costa d'Avorio, Kenya, Mali, Nigeria, Ruanda, Senegal, Tanzania e Zambia.

Questo progetto della durata di tre anni è gestito dalla FAO e dal centro del commercio internazionale e gode di un finanziamento da parte del gruppo IMA in qualità di leader nella progettazione e produzione di macchine per l'imballaggio di alimenti, bevande e prodotti farmaceutici. IMA è così diventato partner della FAO nel suo progetto mondiale di riduzione delle perdite e degli sprechi alimentari, progetto conosciuto sotto il nome di Save Food. Il gruppo si è quindi impegnato a sponsorizzare le attività di SAVE FOOD relative al packaging alimentare. Tra gli altri partner del progetto troviamo la Commissione dell'Unione Africana (CUA) e le comunità economiche regionali di Africa orientale e occidentale.

Naturalmente, questo è un progetto della massima importanza data la dimensione e la complessità delle perdite e dello spreco alimentari e IMA tenterà di apportare diverse soluzioni in qualità di attore della catena alimentare lavorando con le altre parti interessate quali organizzazioni pubbliche, private o organizzazioni di supporto per ridurre in modo significativo gli sprechi.

Ovviamente, questa partnership è soltanto un esempio delle alleanze che il gruppo IMA potrebbe stringere e deve essere utilizzato solo per capire come vengono stretti questi accordi. Per le prese di posizione su questo titolo bisogna ovviamente concentrarsi su eventuali partnership future e servirvene per prevedere una tendenza futura e prendere posizione su questo valore al rialzo o al ribasso.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.