Comprare azioni Finmeccanica Leonardo

Valutazione: 4.17 23 voti
 

Il settore militare, e più in particolare quello della difesa, è senza alcun dubbio uno di quelli su cui bisogna investire ed è per questo motivo che oggi parliamo delle azioni della società Finmeccanica e delle sue specificità. Scoprirete qui in dettaglio le attività di questa azienda e alcune informazioni sull'analisi tecnica della sua quotazione sul piano storico.  

 

A proposito del gruppo Finmeccanica

Finmeccanica è ad oggi uno dei progettisti, costruttori e venditori di materiale di difesa aerospaziale più popolari e riconosciuti al mondo. La sua attività tocca vari settori tra cui i sistemi di difesa, gli elicotteri ma anche gli equipaggiamenti aeronautici, di trasporto o spaziali.

La maggior parte del suo volume d’affari viene realizzata in Italia e negli Stati Uniti, estendendosi inoltre all'Europa, all'America del Nord e ad altre aree del mondo.

 

Storia del gruppo Finmeccanica

Finmeccanica ha la sua origine nel 1948, la sua denominazione all’epoca era: Società Finanziaria Meccanica – Finmeccanica S.p.A, società capofila dell'Istituto per la Ricostruzione Industriale (IRI) per il settore meccanico.

Nel 1993 una parte del capitale di Finmeccanica fu soggetto alla privatizzazione e la società iniziò la sua scalata in borsa.

Nell’anno tra il 1999 e il 2000 gli accordi sottoscritti a livello internazionali furono fondamentali per l’espansione della società. Si definirono infatti in quegli anni la joint-venture AMS in accordo con l’azienda britannica BAE System, alla quale furono affidate tutte le attività gestite in passato da Selenia e relative all’elettronica per la difesa; e la joint-venture AgustaWestland in accordo con GKN per le attività legate alla costruzione di elicotteri

A seguito dell’acquisizione della totalità del capitale di AMS e AgustaWestland il gruppo Finmeccanica divenne la terza azienda europea nell’ambito de settore industriale della difesa.

Dal 2016 Finmeccanica ha cambiato la sua denominazione in Leonardo – Finmeccanica, poi dal primo gennaio 2017 è divenuta Leonardo SpA.

La nuova società è stata riorganizzata in sette divisioni operative: elicotteri, velivoli, aerostrutture, sistemi svionici e spaziali, elettronica per la difesa terrestre e navale, sistemi di difesa, sistemi per la sicurezza e le informazioni; con la presa in carico di tutte le attività delle società precedentemente controllate: AgustaWestland, Alenia Aermacchi, Selex ES, OTO Melara e Wass.

Il maggiore azionista di Leonardo SpA rimane il MEF – Ministero dell’Economia e delle finanze italiano. Il gruppo ex Finmeccanica è il principale gruppo italiano nel settore delle alte tecnologie e dei prodotti strategici. Conta 47.000 dipendenti di cui il 37% è impiegato al di fuori del territorio italiano. Leonardo Finmeccanica è infatti presente in 15 Paesi con una vasta produzione industriale in Italia, Regno Unito, USA e Polonia.

Il piano industriale 2015 – 2019 ha previsto una riduzione dei costi e una riorganizzazione interna per promuovere un rilancio sul mercato in termini di competitività.

 

Analisi della quotazione delle azioni Finmeccanica

Il corso delle azioni Finmeccanica è attualmente quotato sul mercato della Borsa Italiana e fa parte del calcolo dell'indice borsistico FTSE MIB.

I grafici borsistici storici mostrano un calo sensibile dei prezzi fino al 2012, immediatamente seguito da una ripresa al rialzo che è ancora in corso in questo momento e che presenta delle buone performance ed un'interessante volatilità.

 

Andamento del titolo Finmeccanica

Analizzando l’andamento del titolo Leonardo Finmeccanica si può notare come nel 2015 la quotazione in borsa sia più che raddoppiata rispetto al 2014, passando dai 5,73 euro per azione del 2014 ai 12,11 euro nel 2015, anche la capitalizzazione di mercato è passata dai 3,3 miliardi di euro del 2014 ai 7 miliardi di euro del 2015.

Un primo segnale di crescita frutto del piano di riorganizzazione della struttura e della riduzione dei costi, che avrà la sua conferma solo nei prossimi anni. Uno sforzo a cui però dovranno essere aggiunte nuove risorse dedicate a aumentare l’innovazione e la competitività sul mercato internazionale

Il bilancio 2016 per il gruppo Finmeccanica Leonardo si è chiuso con una riduzione dei ricavi dell’8%, in numeri parliamo di 12 miliardi di euro contro i 13 miliardi di euro contabilizzati nel 2015. In aumento invece il margine operativo che si attesta a 1,25 miliardi di euro contro 1,21 miliardi euro dell’esercizio precedente, con una variazione positiva del 4 %. L’utile netto è passato a 505 milioni di euro contro i 487 milioni di euro dell’anno precedente. Buone notizie anche in merito alla riduzione dell’indebitamento che passa dai 3,28 miliardi di euro di inizio anno ai 2,85 miliardi di euro alla chiusura del bilancio. Il gruppo Finmeccanica Leonardo ha chiuso il 2016 con un portafoglio ordini di 34,8 miliardi di euro.

In linea con quanto definito nel piano strategico e dopo un’assenza di 6 anni, il consiglio di amministrazione del gruppo Finmeccanica Leonardo ha deciso di distribuire nuovamente i dividendi con una quota di 0,14 euro per azione che andrà in pagamento il prossimo 24 maggio. Un momento storico per il gruppo e per gli azionisti.

La decisione del management del gruppo Finmeccanica Leonardo di riproporre la distribuzione del dividendo ha certamente influenzato il mercato. Nei giorni seguenti all’annuncio infatti il titolo Finmeccanica Leonardo ha segnato un balzo di circa il 3 %, in controtendenza anche rispetto all’indice Ftse Mib che avanza solo dello 0,7 %.

A confermare per il titolo Finmeccanica Leonardo una previsione ottimista e un trend al rialzo anche gli analisti. Gli esperti infatti consigliano di mantenere il titolo nel proprio portafoglio azionario. La visione sul futuro del titolo sembra ampiamente condivisa, gli esperti di Deutsche Bank hanno infatti confermato sul titolo il loro giudizio di rating buy fissando un prezzo obiettivo a 14 euro.

Anche gli analisti di Mediobanca hanno aumentato il prezzo obiettivo delle azioni Finmeccanica Leonardo portandole da 15 euro a 16 euro confermando un rating outoperform.

Da parte degli esperti di Barclays invece il giudizio sul titolo Finmeccanica Leonardo rimane neutrale, ma è stato visto al rialzo il target price con una variazione che lo porta da 12 euro a 14 euro.

In linea di massima la quotazione del titolo Finmeccanica Leonardo è da monitorare, anche in vista del nuovo piano strategico che sarà presentato nel breve periodo.

Investire online sulle azioni Finmeccanica

I mediatori CFD propongono anche a voi di investire sulle azioni Finmeccanica iscrivendovi su una piattaforma di trading online. Potrete così speculare e guadagnare grazie a questo titolo.

Trattate le azioni Finmeccanica immediatamente!*
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 80.6% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.