Ultimi notizie

Previsioni di fatturato in crescita per la Ferrari

06/02/2020 - 09h56

Con le vendite in crescita e un forte ritorno in Formula 1, la Ferrari non smette mai di stupirci. Inoltre, un fatturato che salirà alle stelle per l'anno 2020

Analisi n. 1

Per prima cosa, vanno seguiti gli sforzi fatti dal marchio per crearsi uno spazio nel segmento dei veicoli ibridi o che utilizzano tecnologie avanzate nonché gli annunci di lancio di nuovi modelli.

Analisi n. 2

Analogamente, andrà tenuto d’occhio il modo in cui Ferrari sfrutta le reti di gruppi di proprietari per raggiungere nuovi clienti.

Analisi n. 3

Bisognerà anche prendere in considerazione gli sforzi fatti da Ferrari per estendere la propria rete di distribuzione e la propria gamma di servizi per generare ulteriori introiti.

Analisi n. 4

Qualsiasi cambiamento delle politiche doganali da parte dei paesi importatori di Ferrari sarà ovviamente della massima importanza per la redditività del gruppo.

Analisi n. 5

Infine, il mercato dei veicoli sportivi di fascia alta e i suoi indicatori dovranno essere seguiti con attenzione. In particolare, si consiglia vivamente di realizzare uno studio approfondito della concorrenza di questo settore, dell’evoluzione delle quote di mercato e del lancio di nuovi veicoli.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.

A proposito del gruppo Ferrari

Il gruppo Ferrari è un costruttore italiano specializzato in automobili di lusso. La sua attività concerne al tempo stesso la progettazione, la fabbricazione e la commercializzazione di automobili per privati ma si estende anche alle auto da corsa, agli accessori e ad altri prodotti derivati.

Il gruppo Ferrari esporta quasi il 90% della sua produzione ed è presente in oltre 60 mercati in tutto il mondo. Ha al suo attivo più di 200 concessionarie all’estero.

 

I principali concorrenti di Ferrari

Il gruppo italiano Ferrari è uno dei grandi nomi dell’automobilismo sportivo e del lusso nel mondo e per questo subisce la concorrenza di vari marchi internazionali che si disputano questo settore d’attività da vari anni. Vi proponiamo di saperne di più sui concorrenti diretti della Ferrari grazie a questa lista dei principali concorrenti di questa marca di lusso.

È veramente consigliabile studiare da vicino questa concorrenza prima di mettere in opera una strategia di investimento sulla quotazione delle azioni Ferrari online.

 

I principali partner di Ferrari

 

Analisi della quotazione delle azioni Ferrari

Il corso delle azioni Ferrari è stato quotato per la prima volta il 23 ottobre 2015, data dell’introduzione in Borsa della società. La prima quotazione è stata di 56,63 $ ma si può notare che dopo questa data il corso è fortemente sceso passando sotto la barra dei 50 $ a novembre 2015.

 

Dati borsistici importanti a proposito delle azioni Ferrari

Se da una parte è molto importante interessarsi ai dati ricavati dall’analisi tecnica storica della quotazione delle azioni Ferrari nonché ai dati fondamentali con le attività dettagliate di questo gruppo e gli avvenimenti che hanno segnato la sua ascesa, è altrettanto necessario conoscere i dati borsistici più generali ma ugualmente importanti di questo titolo borsistico. È il motivo per cui vi proponiamo di concludere questo articolo con alcuni dati a proposito della quotazione delle azioni Ferrari ed alcune cifre chiave relative al suo posizionamento sul mercato borsistico internazionale:

 

Storico economico e finanziario della società Ferrari

Ecco alcune informazioni utili a proposito dello storico economico e finanziario della società Ferrari con le date che hanno segnato l’azienda negli ultimi anni.

 

Vantaggi e punti di forza delle azioni Ferrari come attivo di Borsa

Capire quali siano le forze e le debolezze della società Ferrari è indispensabile per prevedere al meglio possibile le future variazioni della quotazione di queste azioni in Borsa. È quanto vi proponiamo adesso cominciando dai punti di forza di questo gruppo che sono altrettanti atout per incrementare la sua crescita negli anni a venire e che potrebbero essere di sostegno alla sua quotazione in Borsa.

Per prima cosa, va ricordato che il marchio Ferrari ha una lunga storia e dispone quindi di un patrimonio e di un certo riconoscimento nel suo settore di attività che rappresentano ad oggi il suo principale punto di forza. Il valore di marca della Ferrari è infatti uno dei più forti di questo settore visto che viene considerato dal grande pubblico come un marchio culto e sinonimo di qualità ed eccellenza.

Un altro punto di forza del gruppo Ferrari consiste nella sua forte presenza nel settore delle corse automobilistiche. Grazie alla sua presenza importante in occasione dei grandi campionati ed incontri internazionali, Ferrari rafforza ulteriormente la propria visibilità nel mondo e conquista sempre più la fiducia dei consumatori seducendo al tempo stesso gli appassionati degli sport motoristici. Ciò permette inoltre a Ferrari di dimostrare le proprie capacità di innovazione tecnologica e le proprie prestazioni.

Bisogna dire che le capacità di innovazione della Ferrari sono anch’esse uno dei punti di forza di questa azienda che gestisce un servizio di progettazione all’avanguardia ed investe molto in ricerca e sviluppo per andare sempre più lontano nella progettazione dei suoi motori e dei suoi veicoli di lusso. Gli acquirenti di queste automobili apprezzano in particolare gli sforzi fatti dal marchio per equipaggiare i propri veicoli con leghe ultraleggere che offrono un’accelerazione più efficace e una maggiore maneggevolezza rispetto alla maggior parte dei suoi concorrenti.

Ferrari ha inoltre recentemente investito molte energie nella messa in opera di un programma dedicato alle vendite di seconda mano. Non si limita quindi più a commercializzare i propri veicoli nuovi su ordinazione ma raggiunge ormai tutti i segmenti di clientela, potendo così ovviamente aumentare i profitti.

Un altro atout di questa azienda riguarda le basse spese effettuate nell’ambito del marketing e della pubblicità. Grazie alla sua fama mondiale, infatti, il marchio è ad oggi una fonte di ispirazione ed è una delle auto più ambite al mondo. Di conseguenza, Ferrari realizza degli interessanti risparmi in termini di comunicazione.

Infine, va anche notato che il gruppo Ferrari non si limita a vendere dei veicoli sportivi e di lusso ma propone anche un certo numero di prodotti derivati, che si rivelano molto lucrativi, come profumi, abbigliamento o modellini dei suoi veicoli.

 

Inconvenienti e punti deboli delle azioni Ferrari come attivo di Borsa

Adesso che conoscete i principali atout del gruppo Ferrari ecco, per concludere, i suoi principali difetti che vi permetteranno di bilanciare il vostro giudizio al momento delle analisi su questo titolo.

Si può constatare che le politiche doganali di alcuni paesi frenano fortemente le vendite della Ferrari in certe aree del mondo. La complessità delle pratiche di importazione di questi veicoli porta infatti ad allungare le procedure e ciò può frenare alcuni acquirenti.

Ferrari deve anche fronteggiare delle aspettative sempre più esigenti e puntigliose da parte dei suoi clienti e va detto che il gruppo non è sempre in grado di soddisfare tali richieste.

Infine, la concorrenza rimane un punto negativo importante per l’azienda per via degli avversari che aumentano gli sforzi per sottrargli quote di mercato.

Domande frequenti

Da quando le azioni Ferrari sono quotate in Borsa?

Le azioni Ferrari sono state introdotte in Borsa a gennaio 2016 ad una quotazione di 43€ per titolo. Gli azionisti della casa madre Fiat-Chrysler hanno contestualmente ricevuto un’azione Ferrari ogni dieci possedute. Un mese dopo, il titolo è crollato a 30€ ma da allora la quotazione di queste azioni ha guadagnato molti punti e, in meno di un anno, sono riuscite a raggiungere i 93€ con una capitalizzazione di 18,1 miliardi di euro.

Dove trovare delle azioni Ferrari in Borsa?

Se si intende speculare sulle azioni del gruppo Ferrari, ci sono alcuni prodotti di investimento borsistico che consentono di acquisirle con la finalità principale di detenerle per molto tempo e percepire dei dividendi. È però anche possibile fare trading su queste azioni senza acquistarle utilizzando una piattaforma di trading online che consente di accedere a dei contratti CFD, contratti per differenza, su azioni.

Quali indici tecnici utilizzare per le azioni Ferrari?

Per realizzare un’analisi tecnica coerente delle azioni Ferrari si possono utilizzare al tempo stesso degli indici di volatilità e degli indici di inversione o rafforzamento della tendenza. Si tratta in particolare dei punti pivot e dei livelli di supporto e di resistenza tecnica. Questi ultimi indicano il proseguimento della tendenza quando vengono superati e un’inversione quando provocano un rimbalzo.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.