Analisi della quotazione delle azioni Europcar

Prima di cominciare l’analisi e di mettere in opera una strategia di investimento sulla quotazione delle azioni Europcar, ecco in questo articolo alcune informazioni utili che sono di aiuto per queste operazioni. Proponiamo infatti di scoprire i dati importanti relativi a questo gruppo, le sue attività, i suoi concorrenti e partner, i suoi punti di forza, le sue debolezze e le notizie e le pubblicazioni da seguire assolutamente.  

Il 73% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Analisi n. 1

I dati provenienti dal settore del trasporto aereo da cui dipende circa il 40% del fatturato.

Analisi n. 2

Gli annunci e le dichiarazioni dei suoi concorrenti tra cui Avis.

Analisi n. 3

L’aspetto ciclico delle attività che comporta sempre un surplus operativo lordo durante il secondo e il terzo trimestre.

Analisi n. 4

La messa in opera della strategia Fast Lane che si basa su dei nuovi servizi e su delle acquisizioni o partnership strategiche a lungo termine che richiedono oltre 80 milioni di euro di investimento.

Analisi n. 5

Il consolidamento degli acquisti in Europa e la strategia di espansione internazionale extra europea condotta dal gruppo.

Analisi n. 6

L’evoluzione delle quote di mercato della concorrenza e in particolare quella delle società che sfruttano i servizi tra privati.

Il 73% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.

Presentazione generale della società Europcar

Per essere in grado di valutare le azioni del gruppo Europcar, cominciamo col riassumere rapidamente le attività svolte dal gruppo.

Europcar è un gruppo francese specializzato nel noleggio di veicoli ed è attualmente il leader del settore in Europa. Propone in particolare dei servizi di noleggio a breve e medio termine per privati e imprese. Noleggia automobili e furgoni sia sotto il marchio Europcar che, nel segmento low cost, InterRent. Per comprendere meglio le attività di questo gruppo è possibile suddividerle in differenti poli qui elencati a seconda del volume d’affari generato:

La locazione di veicoli rappresenta ovviamente la larga maggioranza delle attività del gruppo Europcar con il 93,5% del fatturato globale. Questa attività viene svolta tramite differenti agenzie di noleggio gestite direttamente dal gruppo o tramite agenti indipendenti.

Un’altra attività del gruppo Europcar è la fornitura di servizi che rappresenta da parte sua il 4,4% del volume d’affari del gruppo.

Il restante 2,1% di fatturato di Europcar consiste nei diritti pagati dai beneficiari di contratti di franchising.

Come suggerito dal nome stesso, Europcar concentra attualmente le proprie attività in Europa dove realizza il 92,8% del fatturato.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni Europcar

Il gruppo Europcar è attualmente il leader del noleggio di veicoli in Europa ma non per questo è esente dalla concorrenza di altre imprese che è necessario conoscere prima di investire sul suo titolo. Ecco quindi i concorrenti da prendere in considerazione a seconda del segmento.

Per quanto riguarda il noleggio di veicoli per privati vanno segnalate in particolare le società Avis, Rent-a-Car, Fraikin, Ubeeqo, PBSC Solutions e Arval.

Relativamente al noleggio di veicoli per la clientela professionale e per le imprese vanno considerate le società Sixt, Budget, Avis et Hertz, la maggior parte delle quali propongono anche automobili per privati.

Infine, non va trascurata la concorrenza indiretta rappresentata da alcune imprese innovative come Drivy, che propone dei servizi di noleggio tra privati, e BlablaCar, che propone dei servizi di carpooling sempre tra privati.

Al momento della realizzazione delle analisi fondamentali del titolo Europcar è bene integrare un’analisi di questi concorrenti.

 

Le alleanze strategiche strette dal gruppo Europcar

Le partnership e le alleanze strategiche che Europcar stringe con altre società sono degli elementi che è importante prendere in considerazione realizzando delle analisi del suo titolo. Per comprendere meglio quale sia l’interesse nel seguire questi annunci, ecco due recenti esempi di importanti partnership strette da Europcar.

  • Franchise of North America Inc. Nel 2013 il gruppo Europcar ha sottoscritto una partnership strategica con il gruppo Franchise of North America Inc che svolge le proprie attività negli Stati Uniti e, in particolare, possiede il marchio Advantage. Le due società si sono associate per proporre dei servizi comuni ai propri clienti e l’alleanza ha infatti come effetto il rafforzamento del posizionamento strategico di Europcar sul mercato statunitense, che è attualmente in piena espansione, e il completamento della propria offerta di mobilità innovativa rispondendo in maniera più efficace alle esigenze ed alle attese dei suoi clienti.
  • Air Caraïbes. Nel 2016 è con la compagnia aerea Air Caraïbes che Europcar ha stretto una partnership strategica commerciale. L’accordo, di una durata di 3 anni, ha come obiettivo di permettere ai passeggeri di Air Caraïbes di profittare di un servizio flessibile e di qualità in fase di acquisto grazie all’integrazione del noleggio di automobili nel sistema di prenotazione dei voli. Oltre a permettere ai passeggeri di prenotare il loro veicolo di locazione contemporaneamente al loro viaggio in aereo, il sistema consente di profittare di una tariffa vantaggiosa sul noleggio. Per Europcar il vantaggio è ovviamente di avere un nuovo canale di distribuzione ed una maggiore visibilità.

 

Storico della quotazione

Nel corso degli ultimi dieci anni, la quotazione delle azioni Europcar ha seguito diverse tendenze di fondo con una prevalenza di tendenze ribassiste. Tra giugno e dicembre 2015 il titolo ha avuto un’evoluzione senza direzione precisa intorno ai 12€ prima di avviarsi in una tendenza al ribasso in direzione del livello degli 8€ raggiunto a febbraio 2016. Subito dopo il titolo si avvicina nuovamente ai 10€ a maggio dello stesso anno prima di crollare infine ancora più in basso a circa 7€ a luglio 2016.

Ne segue un tentativo di ripresa al rialzo che lo porta a raggiungere il livello dei 13€ a luglio 2017 e poi dei 13,30€ a settembre dello stesso anno prima di ritracciarsi al ribasso in direzione questa volta dei 10€ a dicembre 2017.

Nonostante un tentativo di ripresa a livello degli 11,50€ nel mese successivo, il titolo continua il suo crollo dirigendosi verso i 5€ che vengono superati al ribasso verso ottobre 2019.

 

Vantaggi e punti di forza delle azioni Europcar come attivo di Borsa

Per prima cosa, va ricordato che il gruppo Europcar profitta di una posizione di leader europeo del noleggio di veicoli con ben il 19% delle quote di mercato e che si posiziona al terzo posto a livello mondiale.

La strategia di espansione internazionale del gruppo è vincente dato che Europcar propone i propri servizi in Francia, Germania, Australia, Belgio, Spagna, Italia, Nuova Zelanda, Portogallo e Regno Unito e dispone inoltre di franchising in altri paesi.

La società profitta inoltre attualmente di un mercato favorevole soprattutto per via della ridotta necessità di possesso di veicoli da parte di privati e imprese in Europa.

Il fatto che il gruppo Europcar si basi su dei programmi di riacquisto per la gestione della larga maggioranza della propria flotta di veicoli è un ulteriore vantaggio perché ciò riduce fortemente l’esposizione al rischio di crisi economica.

Sono inoltre apprezzabili le numerose partnership strette da Europcar in particolare con delle aziende dei settori dei trasporti e del turismo che gli permettono di aumentare la propria visibilità e di generare una gran parte del proprio fatturato.

Infine, gli investitori si sentono rassicurati dalla situazione finanziaria piuttosto sana del gruppo che, in particolare, si è rafforzata in occasione della sua introduzione in Borsa nel 2015 e della rinegoziazione delle posizioni debitorie nel 2016.

 

Svantaggi e punti deboli delle azioni Europcar come attivo di Borsa

Per prima cosa va ricordato che il settore di attività in cui opera Europcar è un settore particolarmente sottoposto alla concorrenza ed è inoltre in piena evoluzione considerando il successo sempre maggiore delle società di car sharing e carpooling.

Da alcuni anni il gruppo è inoltre costretto a rivedere le proprie tariffe al ribasso soprattutto per via delle prenotazioni online che rappresentano ad oggi circa il 50% dei noleggi.

Sempre tra i difetti del gruppo si può annoverare la forte dipendenza di Europcar dalle attività europee dato che soltanto l’8% dei suoi introiti viene generato al di fuori dell’UE.

Infine, va notato che le attività e la redditività del gruppo Europcar dipendono in gran parte dai tassi di interesse dei prestiti per il finanziamento del proprio parco auto che sono iscritti fuori bilancio.

Il 73% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.