Analisi delle azioni Creval (Credito valtellinese)

Se siete interessati al trading delle azioni bancarie del gruppo Credito Valtellinese o Creval, vi proponiamo di scoprire tramite questo articolo dedicato a questo valore alcuni consigli borsistici e delle informazioni che vi saranno utili nel quadro delle vostre analisi. Questa pagina vi propone infatti, in particolare, di scoprire le attività di questa impresa italiana nel dettaglio,  i suoi principali concorrenti e i suoi partenariati recenti. Vi forniremo inoltre alcuni semplici consigli per realizzare le vostre analisi fondamentali di questo titolo accompagnati dai punti di forza e dai punti deboli del gruppo e dagli eventi che vanno seguiti prioritariamente nelle notizie di attualità.  

66% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

 

Le azioni Creval in breve

  • Capitalizzazione borsistica totale: 507.883.788 euro
  • Numero di titoli: 7.014.969.446
  • Piazza di quotazione: Borsa di Milano
  • Mercato: Mercato Telematico Azionario
  • Indice: FTSE MIB
  • Settore di attività: Finanza

 

L’attività della società Creval

Come investitore in Borsa, è necessario prima di tutto conoscere perfettamente la società che emette i titoli di proprio interesse, nella fattispecie la società Creval. È per questo motivo che vi proponiamo ora una rapida presentazione di questo gruppo con alcune informazioni relative alle sue attività. Queste informazioni vi permetteranno in particolare di capire meglio in che ambiente economico si muove il gruppo e quali sono le sue principali sfide.

Il gruppo Banca Piccolo Credito Valtellinese Spa o Creval è un’impresa italiana specializzata nel settore di attività bancario. Più precisamente, si tratta della società madre di un gruppo bancario composto da diverse banche territoriali, società finanziarie specializzate e società con finalità specifiche nella fornitura di servizi all’insieme delle società del gruppo. Per avere una miglior comprensione delle esatte attività di Creval possiamo suddividerle in differenti poli e segmenti come a seguire:

  • Il segmento Mercato è specializzato nella produzione e vendita di prodotti di credito nonché di servizi di investimento e di trasferimento. Si tratta del polo di attività più importante del gruppo.
  • Viene poi la divisione Specialized Finance che è incentrata su servizi assicurativi, prestiti, gestione di leasing e finanziamento a medio o lungo termine.
  • Infine, il segmento Production si occupa del controllo della gestione e dello sviluppo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nonché della gestione del patrimonio immobiliare.

Bisogna inoltre tener presente che il gruppo bancario fornisce anche servizi bancari commerciali, servizi fiduciari, servizi di gestione di imposte locali e servizi di tesoreria.

 

Conoscere la concorrenza del gruppo Creval

Sebbene sia uno dei leader del suo settore di attività in Italia, il gruppo Creval subisce comunque la concorrenza di alcuni altri gruppi bancari stranieri che è importante conoscere. Al momento di realizzare le analisi di questo valore è infatti fortemente consigliato effettuare un’analisi della concorrenza controllando in particolare i due principali avversari di Creval che vi presentiamo ora.

Il primo nemico di Creval è il gruppo tedesco Erste Group Bank AG che è attualmente uno dei principali fornitori di servizi finanziari in Europa centrale e in Europa orientale. Questo gruppo ha infatti al suo attivo ben 15,7 milioni di clienti in oltre 7 paesi.

Un altro concorrente che è interessante analizzare e prendere in considerazione nelle vostre analisi del gruppo Creval è il gruppo Commerzbank AG che è attualmente il secondo gruppo bancario tedesco e le cui attività sono molto sviluppate anche in Italia. Svolge le sue attività in Europa, Asia e Stati Uniti. In totale, Commerzbank è presente in oltre 40 paesi e dispone di una rete di 1.000 agenzie.

Potete prendere in considerazione anche le principali banche italiane come Unicredit, Intesa Sanpaolo, BPER e Banca MPS. Dovrete tenere d’occhio le quote di mercato in Italia di ognuno di questi grandi attori del mercato finanziario nonché le loro pubblicazioni importanti e i loro risultati finanziari.

 

Le alleanze strategiche strette dal gruppo Creval

Non è un caso se il gruppo Credito Valtellinese ha raggiunto la posizione che occupa attualmente e se, nel passato, è stato capace di mettere a profitto le proprie relazioni con altre aziende del suo settore di attività per sviluppare ulteriormente la propria crescita. Per aiutarvi a comprendere meglio l’importanza di questo tipo di alleanze sulla quotazione in Borsa di questo valore vi proponiamo qui un recente esempio concreto.

Si tratta del partenariato che Creval ha stretto nel 2018 con il gruppo francese Crédit Agricole che ha avuto notevoli effetti sui mercati finanziari. Questo partenariato, esclusivo e a lungo termine, riguarda il segmento delle polizze vita e comprende in particolare una partecipazione del 5% di Crédit Agricole in Creval.

In base all’accordo, il Crédit Agricole ha quindi accesso alla rete di distribuzione di Creval nel settore dei prodotti di risparmio e di alcuni prodotti di previdenza per una durata massima di 15 anni. Sempre in quest’ottica, il Crédit Agricole ha acquisito la totalità del capitale di Global Assicurazioni o GA, filiale di Creval. Questa verrà in un primo momento completamente ristrutturata in vista di essere controllata al 100% da Creval e ricentrata sulle attività vita e previdenza distribuite tramite la propria rete. L’importo di questa transazione è stato fissato a 80 milioni di euro di cui 70 saranno da pagare al momento della conclusione dell’accordo e i restanti 10 milioni di euro saranno versati in un secondo momento.

Come accennato in precedenza, il Crédit Agricole ha in tal modo acquisito il 5% di partecipazione nel capitale di Creval e le due società si sono accordate circa la possibilità di estendere il partenariato ad altri segmenti o settori di attività. In tal caso la partecipazione di Crédit Agricole potrebbe salire fino ad un massimo del 9,9%.

L’operazione è stata conclusa nel quarto trimestre 2018 e si possono già vedere delle ripercussioni sia sulla quotazione delle azioni Credito Valtellinese che su quelle Crédit Agricole. Bisognerà comunque attendere ancora alcuni mesi per osservare i benefici a lungo termine del partenariato.

Ovviamente, per cogliere delle opportunità di presa di posizione strategica sulla quotazione delle azioni Creval dovete prima di tutto prevedere in anticipo gli eventi di questo tipo abbonandovi ad un flusso di notizie mirato per seguire tutti gli annunci di nuove alleanze importanti strette dal gruppo.

 

Vantaggi e punti di forza delle azioni Creval come attivo di Borsa

Per realizzare con successo le vostre analisi delle azioni Creval dovete ovviamente capire come venga considerata l’impresa da parte degli investitori di tutto il mondo. Per farlo bisogna chiaramente confrontare i punti di forza dell’azienda con quelli deboli  per capire quali siano le sue possibilità di sviluppo nel futuro. Per aiutarvi in ciò, ecco per cominciare un riepilogo dei vantaggi di questo titolo e di questa società.

La maggior parte degli analisti che conoscono questo valore sottolineano in particolare la qualità dell’organizzazione messa in opera da Creval. Il gruppo è infatti organizzato su un modello di rete di imprese. Questa organizzazione assegna la parte di mercato di riferimento alle banche territoriali e il supporto operativo richiesto alle società finanziarie specializzate e alle società di finanziamento, il tutto con la finalità di migliorare l’efficienza.

È inoltre apprezzabile la forte capacità di espansione del gruppo in tutto il territorio italiano. Ad oggi, Creval gode di una forte presenza geografica tramite una rete di oltre 500 agenzie distribuite nel territorio e impiega oltre 4.500 dipendenti.

Lo stesso vale per la crescita dell’impresa e della sua clientela. Il gruppo può contare infatti attualmente su oltre 950.000 clienti e il loro numero aumenta incessantemente col passar del tempo.

Infine, ultimo vantaggio del gruppo Creval è senz’altro il suo portafoglio prodotti che è particolarmente ricco e gli permette di rispondere efficacemente alle esigenze del mercato con una diversificazione grazie alla quale può indirizzarsi sia alle PMI che ai privati.

 

Svantaggi e punti deboli delle azioni Creval come attivo di Borsa

Va da sé che, sebbene i vantaggi di cui dispone il gruppo Creval siano numerosi e possano permettergli di svilupparsi positivamente nei mesi ed anni a venire, la società ha anche dei difetti di cui si deve ovviamente tener conto al momento delle proprie analisi. Ecco quindi i principali punti deboli di questo gruppo.

Un aspetto negativo è il fatto che l’attuale ratio della banca sia relativamente elevato rispetto alla media del settore, il che significa che delle somme importanti connesse agli stock potrebbero essere utilizzate in maniera più efficace.

Altro importante punto debole di Creval è la debolezza del ciclo economico legato alle sue attività, soprattutto per quanto riguarda il segmento dei prestiti. I prestiti più a rischio rappresentano infatti una quota importante dei prestiti totali del gruppo e ciò rappresenta ovviamente un rischio.

Infine, terzo ed ultimo difetto di Creval, i portafogli detenuti da questa banca mostrano un’elevata volatilità il che costituisce un ulteriore rischio elevato per la redditività del gruppo.

 

Come realizzare una buona analisi fondamentale della quotazione delle azioni Creval

Per concludere questo articolo dedicato alle azioni Creval, vi proponiamo ora di scoprire quali siano gli elementi da seguire prioritariamente fra le notizie di attualità relative a questo gruppo per realizzare l’analisi fondamentale. È infatti raccomandabile seguire in priorità alcuni indicatori tra cui:

  • Andrà ovviamente tenuto d’occhio il riassestamento economico della zona europea che potrebbe essere l’occasione di una forte crescita per le imprese. Ciò avrebbe certamente un effetto positivo sulle attività del gruppo Creval legate a questo target. Ci si attende infatti che il tenore di vita aumenterà nella maggioranza delle economie di questa zona con una maggior competitività dei costi della manodopera, un mercato del lavoro più flessibile e una progressiva ripresa degli investimenti esteri.
  • Bisognerà inoltre seguire con attenzione il settore mondiale della gestione degli attivi e delle banche di deposito che vivono un interessante e rapido sviluppo e, secondo gli analisti, dovrebbero continuare a crescere.
  • La qualità della liquidità dei mercati interbancari a livello europeo è un ulteriore dato da prendere in considerazione perché una migliore liquidità potrebbe sostenere i mercati del credito.
  • Il mercato italiano e la sua crescita economica sono anch’essi degli indicatori da privilegiare. In questo mercato si riscontra attualmente un calo degli investimenti e ciò costituisce una minaccia per Creval.
  • Andrà ovviamente seguito anche il livello di concorrenza per quanto riguarda i depositi al dettaglio che è sempre più forte nel settore dei prestiti e delle anticipazioni. Questa concorrenza dovrebbe infatti rafforzarsi sempre di più negli anni a venire con delle condizioni piuttosto sfavorevoli nel settore dei mercati internazionali all’ingrosso.
  • Infine, andrà mantenuto uno sguardo attento sulle regolamentazioni del settore bancario nazionale e internazionale.

Non dimenticate di realizzare anche una buona analisi tecnica della quotazione del titolo prima di prendere una qualsiasi posizione.

 

Valutazione: 5.00 1 voti

Dove e come trattare sulla quotazione delle azioni italiane

Prendete posizione sulla quotazione delle azioni italiane senza attendere oltre iscrivendovi oggi stesso ad una buona piattaforma di trading online che vi permetterà di profittare di strumenti all’avanguardia per le vostre analisi.

Trattare online le azioni italiane!
66% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.