Analisi n. 1

Bisogna ovviamente conoscere tutte le pubblicazioni di risultati finanziari ed economici emesse da Buzzi Unicem tutti i trimestri e all'inizio di ogni anno.

Analisi n. 2

Questa società comunica spontaneamente i suoi obiettivi e i suoi piani strategici per la crescita. È interessante seguire queste pubblicazioni e confrontare gli obiettivi fissati con i risultati effettivi conseguiti.

Analisi n. 3

Il settore di attività delle costruzioni e dell’edilizia nei mercati in cui il gruppo Buzzi Unicem opera è, ovviamente, un ambito da monitorare con cura per prevedere l'evoluzione della domanda.

Analisi n. 4

Bisogna prendere in considerazione il costo delle principali materie prime utilizzate da Buzzi Unicem nel quadro della sua produzione perché può influenzare la sua redditività nel medio-lungo termine.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.

A proposito del gruppo Buzzi Unicem

Il gruppo italiano Buzzi Unicem produce e commercializza materiali da costruzione e cemento. La maggior parte del suo volume d’affari viene realizzato tramite la vendita di cemento e clinker ma propone anche calcestruzzo pronto all’uso e granulati.

Con ben 35 cementifici e 501 centrali di betonaggio, Buzzi Unicem raggiunge, oltre all’Italia, diversi mercati internazionali tra cui gli Stati Uniti, la Germania e la Polonia.

 

Storia del gruppo Buzzi Unicem

Il gruppo Buzzi Unicem alla sua origine era la Fratelli Buzzi S.p.A., azienda per la produzione del cemento, fondata da Pietro e Antonio Buzzi nel 1907 a Trino, in provincia di Vicenza. Nel 1923 l’azienda si amplia con un secondo stabilimento a Casale Monferrato, con la dotazione di due forni verticali automatici e un forno a tino per la calce in zolle per la produzione di cemento.

Nello stesso anno la società completa con successo l'emissione di obbligazioni per un importo nominale di 350 milioni di euro e della durata di 7 anni. L'emissione raccoglie adesioni pari a 2,3 volte l'offerta, un ottimo debutto sul mercato pubblico Eurobond.

 

Analisi del corso delle azioni Buzzi Unicem

Il corso delle azioni Buzzi Unicem viene attualmente quotato sul Mercato Telematico Azionario della Borsa Italiana ed integra il calcolo dell’indice borsistico FTSE MIB.

I grafici borsistici storici del loro corso mostrano una forte volatilità con numerosi micromovimenti. Si nota una tendenza rialzista fino a giugno 2007 seguita da un ritracciamento al ribasso e poi una nuova ripresa a partire da giugno 2012 attualmente ancora visibile.

 

Andamento del titolo Buzzi Unicem

Il gruppo Buzzi Unicem ha chiuso il 2016 con un fatturato consolidato pari a 2,67 miliardi di euro con un lieve aumento, lo 0,3%, rispetto all’esercizio precedente. Le vendite di calcestruzzo preconfezionato non hanno subito variazioni rispetto all’anno precedente, attestandosi a 11,9 milioni di metri cubi. In aumento invece le vendite di cemento che sono state pari a 25,6 milioni di tonnellate.

Si riduce anche l’indebitamento finanziario netto che passa a 942 milioni di euro dagli 1,03 miliardi di euro dell’anno precedente, con una riduzione di 88 milioni di euro. Un miglioramento dovuto al flusso dell’attività operativa nonostante l’esborso di 75 milioni destinati al rinnovamento dello stabilimento produttivo in Texas.

Il gruppo Buzzi Unicem ha previsto di chiudere il 2016 con un margine operativo lordo che si aggira attorno ai 550 milioni di euro, al di sopra delle aspettative del mercato.

A seguito della presentazione dei conti finanziari, le azioni Buzzi Unicem a Piazza Affari stanno registrando una progressione dell’1,2%.

Per quanto riguarda le vendite, nel 2016 si è registrato un aumento soprattutto nel mercato Europeo con una ripresa in Polonia, Repubblica Ceca ed Ucraina. In Germania le vendite del calcestruzzo preconfezionato hanno mantenuto buoni livelli. Il fatturato nel mercato tedesco è stato pari a 176 milioni, rispetto a 169 milioni dell'esercizio precedente (+3,9%). In Italia invece si è registrata una diminuzione di fatturato dell’1,6% rispetto al 2015, con un fatturato di 375 milioni di euro.

Negli Stati Uniti gli investimenti nel settore delle costruzioni, dopo gli eccellenti risultati del biennio 2014-2015 spinti dagli investimenti nel settore commerciale e residenziale, hanno proseguito nella loro crescita ma senza eccessive accelerazioni. Il cambio favorevole ha comunque favorito marginalmente il fatturato. Nei Paesi emergenti la crescita del Gruppo Buzzi Unicem rimane stabile in Cina mentre prosegue a ritmi elevati in India. In Brasile si registra ancora una fase di regressione, mentre si registra una lieve crescita in Russia, principalmente nel settore petrolifero.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.