BREMBO

Analisi della quotazione delle azioni Brembo

72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

Bisogna ovviamente seguire con la massima attenzione l’evoluzione del mercato dei veicoli professionali e di quelli per uso personale. Brembo potrebbe infatti profittare di uno scarso rinnovo del parco auto per generare delle vendite interessanti nel segmento dei pezzi di ricambio. Questo mercato, in cui la concorrenza è ancora poca, presenta infatti un potenziale di crescita molto interessante che potrebbe fare aumentare gli introiti dell’azienda.

Analisi n. 2

Vanno ovviamente tenute d’occhio tutte le operazioni condotte da Brembo per estendere le proprie attività, sia in termini di diversificazione dei prodotti che di espansione internazionale. Ciò riguarda in particolare le operazioni di acquisizione di società in Italia e nel resto del mondo.

Analisi n. 3

Il mercato delle materie prime è da seguire se si desidera investire sulle azioni Brembo visto che l’aumento di costo di tali materie potrebbe incidere eccessivamente sui costi di produzione dell’azienda e quindi pesare sulla sua redditività.

Analisi n. 4

È ovviamente da seguire la concorrenza di questo settore e in particolare quella relativa ad alcuni segmenti specifici come il settore dei freni BbW (Brake by Wire) che conosce attualmente un vero e proprio sviluppo con delle imprese molto innovative che potrebbero sottrarre delle quote di mercato a Brembo.

Analisi n. 5

L’economia mondiale, e soprattutto il fenomeno dell’instabilità dell’economia in generale, è un punto da seguire. È infatti proprio l’economia che determina in gran parte le esigenze delle industrie automobilistiche e quindi, indirettamente, le attività del gruppo Brembo. Una nuova recessione potrebbe quindi avere un impatto negativo sulle vendite mentre un periodo di ripresa dell’economia mondiale avrebbe ovviamente degli effetti positivi su di esse e, quindi, sugli introiti di Brembo.

Analisi n. 6

Vanno seguite con attenzione tutte le notizie e le pubblicazioni in relazione alla leadership di Brembo nelle competizioni che gli permette di testare nuove soluzioni e di trovare nuovi partenariati. Questi ultimi sono ovviamente anch’essi molto interessanti da studiare per l’effetto positivo che possono avere sul valore delle azioni.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Presentazione della società Brembo

Il gruppo Brembo è specializzato nella fabbricazione e nella commercializzazione di sistemi di frenatura per automobili. Il segmento del disco di frenatura After Market è un riferimento del gruppo in termini di performance e rende questa marca molto richiesta dai costruttori.

Con sede in Italia, questa società è stata creata nel 1961 e conta oggi ben 7.960 dipendenti. La sua attività si sviluppa nel mondo intero.

Analisi della quotazione delle azioni Brembo
Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Concorrenza

Quando si realizzano delle analisi sul suo titolo, è ovviamente interessante conoscere l’ambiente economico in cui opera attualmente il gruppo Brembo e per questo proponiamo di scoprire chi siano attualmente i suoi principali concorrenti.

Buderus

 Questa impresa tedesca, che esiste dal 1731 ed è una delle più antiche d’Europa, è specializzata nel settore delle tecniche di fonderia ed opera in segmenti similari a quelli di Brembo. Nel 2003 il gruppo si è avvicinato a Bosch con cui ha operato una fusione per creare una nuova entità. Le attività di Buderus connesse all’acciaio sono state poi separate nel 2005 dal raggruppamento di società Böhler-Uddelholm.

SWH

 Anche quest’altra impresa tedesca è una delle più antiche industrie europee. Ad oggi è uno dei principali fabbricanti di componenti per auto e produce degli articoli che contribuiscono in maniera significativa alla riduzione del consumo di carburante e delle emissioni di CO2.

TRW

 Un altro concorrente diretto di Brembo è il gruppo TRW Automotive che è uno dei principali fornitori mondiali di sistemi per questo settore ed ha sede negli Stati Uniti.

Gustav Magenwirth

 Anche nota sotto il nome di Magura, questa impresa è una società tedesca che esiste dal 1893 ed è specializzata in particolare in produzione e distribuzione di prodotti concepiti in proprio fra cui sospensioni e freni. Produce inoltre occhiali da sole, borse e capi di abbigliamento.


Alleanze strategiche

È importante conoscere gli avversari di Brembo ma lo è altrettanto conoscere i suoi alleati strategici e proponiamo quindi di leggere alcuni esempi concreti di partnership strette da questa impresa.

Bosal Distribution

 Nel 2011 questa impresa ha scelto Brembo e i suoi prodotti di frenaggio per ampliare la propria offerta per automobili, furgoni e mezzi pesanti. Questa gamma era allora destinata al mercato dei ricambi e della riparazione indipendenti mentre i prodotti del marchio allestivano già da molti anni i veicoli di alcune marche di lusso.

SEMC

 Nel 2013 la SEMC ha rafforzato la propria partnership con Brembo distribuendo la gamma di freni SEMC/HPK del marchio. Da notare che SEMC è uno dei più vecchi distributori della società Brembo e, in quel momento, l’unico certificato per questa gamma di prodotti che costituisce la parte più tecnica dei sistemi di frenaggio proposti dal gruppo. Successivamente, SEMC ha continuato a proporre un servizio tecnico e racing per diversi campionati di Francia, tra cui quello del Superbike, grazie a questa partnership strategica con Brembo.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni

Tutti i trader efficaci cominciano sempre dall’acquisire una buona conoscenza di un’azienda prima di investire sulla sua quotazione di Borsa. Per farlo, è particolarmente interessante conoscere le forze e le debolezze di un gruppo quotato con la finalità di cercare di capire quanto sia capace di accrescere il proprio sviluppo e di migliorare i propri risultati finanziari in futuro. Per quanto riguarda le azioni Brembo, offriamo un aiuto nell’identificare i suoi punti di forza e i suoi punti deboli per prevedere al meglio le future tendenze di fondo di questo attivo. Cominciamo dall’elencare i principali atout di cui dispone attualmente questa azienda.

Il primo vantaggio di cui dispone il gruppo Brembo riguarda ovviamente l’innegabile qualità dei suoi prodotti. Infatti, i prodotti sviluppati sotto questo marchio sono riconosciuti per la loro reale eccellenza tecnologica e permettono all’azienda di smarcarsi efficacemente dalla concorrenza grazie ad un’immagine di marca positiva e stabile.

Brembo può ovviamente continuare ad innovare negli anni a venire anche grazie alla qualità della sua forza lavoro e delle sue risorse umane. L’azienda impiega infatti una mano d’opera molto qualificata che è in grado di realizzare dei lavori di qualità rispettando i tempi di consegna fissati. Questa forza lavoro è quindi un altro dei vantaggi principali del gruppo per il suo sviluppo futuro e il suo posizionamento sul mercato.

La strategia messa in opera dal gruppo Brembo per tutelarsi dai rischi di recessione va anch’essa segnalata come un innegabile punto di forza di questa azienda. La società fa di tutto, infatti, per diversificare efficacemente il proprio portafoglio di prodotti. Recentemente, in particolare, ha investito molto nel segmento dei sistemi di frenaggio a disco. Grazie a questa diversificazione, Brembo non si rivolge più ad un unico segmento ma a diversi e può così compensare le perdite che si verificano in certi momenti su alcuni prodotti con altri più richiesti e più redditizi. Questa diversificazione offre inoltre a Brembo la possibilità di rispondere in maniera più completa alla domanda dei suoi clienti evitando così che passino alla concorrenza.

Riguardo al modello economico che ha fatto il successo di Brembo, si può anche sottolineare la qualità della gestione della produzione. Questo gruppo dispone infatti di un sistema di produzione molto flessibile che, a seconda della domanda, può essere incrementato o ridotto senza perdite in caso di recessione del mercato. In questo modo l’azienda evita in particolare di avere dei livelli di stock eccessivi in caso di bassa domanda o dei ritardi di consegna in caso di domanda forte.

Infine, Brembo è una società che punta molto sull’innovazione tecnologica per conquistare nuovi clienti e per fidelizzare quelli già acquisiti. Di conseguenza, ogni anno investe molto denaro in ricerca e sviluppo e può quindi proporre regolarmente sul mercato nuovi prodotti e superare la concorrenza da un punto di vista tecnologico. È prima di tutto grazie a questa capacità di innovazione che Brembo è diventato il marchio rinomato e popolare che è oggi.

Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni

Il gruppo Brembo può facilmente attrarre gli investitori in Borsa grazie ai numerosi punti di forza di cui dispone per lo sviluppo delle proprie attività e per sostenere la propria crescita ma, ovviamente, e come per qualsiasi modello economico, questa società non dispone solo di vantaggi ma ha anche alcuni difetti di cui si deve assolutamente tenere conto al momento delle analisi preliminari. Proponiamo quindi ora di scoprire quali siano le grandi debolezze di questo gruppo e gli elementi che possono quindi avere un’influenza negativa sulle decisioni degli investitori e, di conseguenza, sull’evoluzione delle sue azioni in Borsa. In realtà, questa azienda presenta solo due punti deboli principali ma rilevanti in considerazione del peso che possono avere.

Il più grande difetto che si può rilevare relativamente a Brembo è il fatto che le innovazioni del gruppo non sono protette da brevetti. L’assenza di brevetti relativamente al modello di eccellenza tecnologica di questa azienda e della sua facilità di risposta alle esigenze rende più facile l’imitazione spiegando anche perché Brembo perda delle quote di mercato. Infatti, Brembo si accolla i costi necessari alla ricerca e allo sviluppo per creare i suoi prodotti e i concorrenti se ne appropriano semplicemente producendo e rivendendo tali prodotti a prezzo inferiore, guadagnando quindi in competitività, mentre Brembo perde sui margini. Inoltre, dei brevetti potrebbero permettere a Brembo di generare degli introiti supplementari incassando i relativi diritti.

Ciò ci porta al secondo punto negativo circa le attività della Brembo e il loro possibile sviluppo relativamente alla concorrenza di questo gruppo a livello internazionale. Brembo svolge infatti le proprie attività in un settore in cui la concorrenza è molto forte e deve fronteggiare dei veri e propri giganti di questa industria al di fuori dei mercati italiani. Inoltre, le attività della Brembo sono molto poco sviluppate nei paesi più interessanti quali i mercati emergenti dell’Asia e ciò costituisce un limite ai guadagni futuri, tanto più che il mercato italiano è già saturo.

Come si può constatare, le debolezze del gruppo Brembo sono poche come numero ma sono tuttavia suscettibili di avere un’influenza negativa sulla quotazione delle sue azioni per via della loro importanza e del loro possibile effetto sulla crescita del gruppo negli anni a venire. Bisogna quindi considerarle con molta attenzione per non commettere errori di strategia o mostrarsi troppo ottimisti relativamente ai futuri movimenti di questo valore.

Le informazioni fornite in questa pagina sono solo indicative e non devono essere utilizzate senza effettuare un’analisi fondamentale più completa di questo titolo, tenendo conto, in particolare, dei dati esterni, delle pubblicazioni future e di qualsiasi notizia di natura fondamentale che potrebbe far evolvere questi punti di forza e di debolezza o renderli più o meno gravosi. Tali informazioni non costituiscono in alcun modo raccomandazioni per la realizzazione di transazioni.

Domande frequenti

Qual è la presenza di Brembo nel settore degli sport motoristici?

Come è noto, il gruppo italiano Brembo S.p.A. è specializzato in sistemi di frenaggio ma è anche particolarmente noto per essere coinvolto in competizioni di altissimo livello come la Formula 1, il MotoGP e il Superbike. Tra l’altro l'impresa è membro della CLEPA, l’associazione europea dei fabbricanti di componenti per automobili. Questa forte presenza nel settore degli sport motoristici è soprattutto strategica e permette a Brembo di farsi conoscere presso il grande pubblico evidenziando la qualità dei suoi prodotti.

Quando è stato creato il gruppo Brembo?

Le origini di Brembo risalgono al 1961 quando l’azienda, che all’epoca non era altro che una piccola officina meccanica, è stata creata da Emilio Bomasei. La società Brembo ha cominciato a produrre i suoi primi dischi freno nel 1964 come pezzi di ricambio per i veicoli portati nella sua officina per essere riparati. Grazie ad un inizio promettente, Brembo ha cominciato a fabbricare i propri dischi freno, produzione a cui si sono rapidamente aggiunti altri elementi del sistema di frenaggio. Molto rapidamente l’impresa si è fatta conoscere e nel 1965 contava 28 dipendenti per poi crescere fino a diventare il gruppo che conosciamo oggi.

Come fare per sapere se la quotazione delle azioni Brembo salirà o scenderà?

Anche se non esiste una soluzione miracolosa per sapere con precisione se la quotazione delle azioni Brembo salirà o calerà nei mesi a venire è comunque possibile fare delle previsioni più o meno precise sulle loro tendenze future combinando una buona analisi fondamentale, una buona analisi tecnica e una buona esperienza di trading.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com