Ultimi notizie

Le banche britanniche cadono dopo aver rinunciato ai dividendi

03/04/2020 - 11h31

Il mercato finanziario britannico ha visto un notevole calo della performance dei suoi principali titoli bancari mercoledì. Già martedì la Borsa di Londra è stata punteggiata da cali di fatturato di diversi gruppi, ma anche dalla sospensione dei dividendi.

Analisi n. 1

In primo luogo, andranno seguite da vicino le possibilità e le opportunità di crescita e di espansione del gruppo Barclays a livello internazionale e in particolare nelle economie emergenti con l'apertura di agenzie o eventuali acquisizioni.

Analisi n. 2

La strategia di Barclays per attrarre una clientela sempre più giovane, in particolare per la vendita di prodotti di investimento, deve essere seguita nei mesi e anni a venire.

Analisi n. 3

Allo stesso modo, andranno seguiti tutti gli sviluppi di Barclays nel segmento dell’online banking, che rientrava fra le sue lacune.

Analisi n. 4

È anche interessante seguire tutti i cambiamenti nelle politiche economiche e finanziarie di tutto il mondo.

Analisi n. 5

Infine, la concorrenza svolge ovviamente un ruolo innegabile nel modo in cui il titolo Barclays evolve. Un'analisi settoriale e un'analisi delle quote di mercato di ciascuno di questi grandi attori è quindi fondamentale.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.

A proposito del gruppo Barclays

Barclays è un gruppo bancario britannico che figura tra i più grandi del paese. La sua attività può essere suddivisa in diversi gruppi:

Il gruppo gestisce attualmente 567,4 miliardi di euro di depositi e 541,6 miliardi di euro di crediti. Raggiunge principalmente il mercato europeo.

 

Storia del gruppo Barclays

La storia del gruppo Barclays ha oltre trecento anni ed ha infatti inizio nel 1690 a Londra per opera di John Freame e Thomas Gould.

A fine ‘800 Barclays riunì sotto il suo nome molte banche londinesi e della provincia con delle acquisizioni che sono continuate anche per tutto il Novecento con l’accorpamento di altre piccole banche inglesi.

Il gruppo Barclays è stato all’avanguardia anche nella parità di genere e nel 1958 è stata la prima banca nel Regno Unito ad avere una direttrice donna, la sig.ra Harding.

Nel 1965 il gruppo Barclays ha aperto la sua prima filiale a San Francisco, negli Stati Uniti, e nel 1966 ha introdotto la prima carta di credito del Regno Unito.

Nel 1975 ha installato a Londra il primo sportello bancomat. Nel 1984 il gruppo Barclays ha registrato dei profitti record. Nel 1985 ha lanciato Connect la prima carta di debito del Regno Unito.

Il gruppo Barclays ha continuato ad espandersi e ad acquisire nuovi gruppi bancari e nel 2008 ha portato sotto il proprio marchio una delle storiche banche degli Stati Uniti, la Lehman Brothers.

Oggi Braclays è un gruppo bancario internazionale presente in 50 paesi ed è strutturato in cinque divisioni operative: UK Banking, Global Retail and Commercial Banking, Barclays Capital - banca d'investimento, Barclays Global Investors - gestore di fondi comuni d'investimento per investitori istituzionali e Wealth Management.

Nell’agosto del 2016 il gruppo Mediobanca, attraverso la controllata CheBanca!, ha acquisito le attività retail di Barclays in Italia.

 

I principali concorrenti di Barclays

Il gruppo Barclays è un gruppo bancario britannico che svolge sia delle attività di banca sistemica che di banca di investimento. A questo titolo deve far fronte alla concorrenza di diversi gruppi in funzione del settore di attività preso in considerazione.

Da un punto di vista generale, nel Regno Unito Barclays è la seconda banca del paese, subito dietro la HSBC. È seguita dalla Lloyds Banking Group, la Royal Bank of Scotland, Standard Chatered, National Westminster Bank, Santander, CYBG, Virgin Money e la Co-Operative Bank.

Per quanto riguarda la classifica mondiale delle banche sistemiche di livello 2, Barclays occupa il primo posto, seguita da Crédit Suisse, Goldman Sachs, ICBC, Mitsubishi UFJ e Wells fargo.

Infine, nel settore delle banche di investimento Barclays si classifica 9° dopo Goldman Sachs, Morgan Stanley, JP Morgan, Bank of America, Deutsche Bank, Citygroup, Crédit Suisse e UBS. Nomura occupa il decimo posto della classifica.

È importantissimo conoscere bene i principali concorrenti della banca Barclays se si ha in programma di speculare online sulle sue azioni in Borsa. Per farlo, consigliamo prima di tutto di seguire le news di queste società ed i loro risultati.

 

I principali partner di Barclays

Ecco per concludere alcuni importanti partenariati stretti dal gruppo Barclays che saranno di aiuto nella realizzazione dell’analisi fondamentale.

 

Analisi della quotazione delle azioni Barclays

Il corso delle azioni Barclays è attualmente quotato sul Main Market del London Stock Exchange ed integra anche il calcolo dell’indice borsistico FTSE 100.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.