Analisi n. 1

Per prima cosa, bisogna analizzare gli attivi gestiti da questa banca e il rapporto tra depositi e investimenti.

Analisi n. 2

Le differenti partnership che la banca potrebbe stringere per accrescere la propria notorietà e per sviluppare la propria clientela sono ulteriori fattori importanti nel quadro delle analisi.

Analisi n. 3

È inoltre necessario analizzare con interesse la salute economica italiana che determina le possibilità di crescita o di crisi settoriale del settore bancario nel paese.

Analisi n. 4

La concorrenza da parte di altri grandi gruppi bancari italiani è forte e bisogna quindi tenere conto di tutte le pubblicazioni importanti da parte degli avversari diretti di Banca IFIS.

Analisi n. 5

Bisogna inoltre monitorare gli sforzi fatti da questa banca per diversificare i propri prodotti e servizi o per proporre dei servizi innovativi alla clientela acquisita o potenziale.

Analisi n. 6

L’evoluzione delle normative emesse dalle autorità finanziarie italiane o europee può influire in maniera positiva o negativa sull’evoluzione di queste azioni.

Analisi n. 7

Infine, bisogna tenere d’occhio le note assegnate a questa banca dalle agenzie di notazione.

Il 75% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.

Presentazione del gruppo Banca IFIS

Una volta illustrati alcuni dati di quotazione di base sulle azioni Banca IFIS, proponiamo di saperne un po’ di più su questo gruppo bancario e sulle sue attività. Queste informazioni sono infatti utili per comprendere meglio quali siano le poste in gioco e le possibilità di evoluzione dell’azienda negli anni a venire.

Il gruppo Banca IFIS è un gruppo bancario italiano. Questa banca è molto attiva in particolare nei settori crediti commerciali, sofferenze e crediti tributari.

La banca svolge le sue attività tramite diverse filiali che possiede e gestisce al 100%:

  • Banca IFIS, attiva nel supportare le piccole e medie imprese che operano sul mercato italiano nell’ambito dei crediti commerciali.
  • Banca IFIS International, la filiale incaricata dei servizi alle imprese che operano o che hanno sede all’estero.
  • Banca IFIS Pharma, che fornisce un supporto nell’ambito dei crediti commerciali dei fornitori locali di servizi sanitari.
  • Toscana Finanza, la filiale impegnata nelle attività di business unit che opera nel settore delle sofferenze.
  • Infine, Fast Finance, la filiale che interviene specificamente nel settore della riscossione delle imposte.

È inoltre importante segnalare che il gruppo Banca IFIS fornisce anche dei servizi bancari di investimento tramite GE Capital Interbanca S.p.A.

Il gruppo è attivo principalmente in Italia ma ha anche delle attività all’estero, in particolare in Polonia, Romania, Ungheria e India. Il gruppo opera inoltre tramite i gruppi Interbanca e Cap.Ital.Fin. Milano.

 

Concorrenti

Il gruppo Banca IFIS è attualmente uno dei leader del factoring bancario italiano ma non è ovviamente l’unico a operare in questo settore specifico. Nel quadro delle analisi di questo valore è quindi necessario prendere in considerazione la concorrenza operata da altre aziende similari analizzando le loro comunicazioni specifiche, le loro quote di mercato e le notizie che le riguardano. Ecco una presentazione dei principali operatori di questo settore in Italia:

  • UBI Factor: Questa società è uno dei principali operatori del mercato italiano nel settore del factoring e si posiziona come sesto in Italia in termini di volume totale di operazioni, il che rappresenta diversi miliardi di euro l’anno. L’impresa si occupa in particolare della fornitura di servizi altamente specializzati che supportano la crescita dei loro clienti. Opera in stretta collaborazione con le reti bancarie e con gli altri rami di UBI Banca che sono in pieno sviluppo sia in Italia che all’estero.
  • BCC Factoring: Si tratta di un’altra impresa leader del settore del factoring in Italia ed è attualmente controllata dal gruppo Iccrea BancaImpresa che è a sua volta la banca per le imprese del Credito Cooperativo.
  • Banca Caripe SpA.: Infine, l’ultimo concorrente diretto di Banca IFIS è senza dubbio il gruppo Banca Caripe SpA., una cassa di risparmio con sede a Pescara. La banca, che dispone di 48 filiali di cui 13 nella provincia di Pescara e le altre distribuite tra Abruzzo e Marche, è stata assorbita nel 2016 dalla Banca Popolare di Bari ma ha comunque conservato il suo marchio. Ovviamente, oltre a prodotti e servizi bancari, propone dei servizi di factoring per le imprese.

Nel quadro dello studio dell’evoluzione della quotazione delle azioni Banca IFIS bisogna assolutamente realizzare uno studio settoriale completo che includa un’analisi della concorrenza diretta. Per farlo, bisogna seguire in particolare risultati, notizie di attualità e principali pubblicazioni relative a queste aziende.

 

Storico

Per spingersi oltre e capire meglio come possa comportarsi nei mesi e negli anni a venire la quotazione delle azioni Banca IFIS, proponiamo ora un’immersione nello storico del gruppo con le date e gli eventi che hanno segnato il suo passato dalla sua creazione a giorni nostri.

  • 1983. È l’anno in cui il gruppo Banca IFIS è stato creato a Genova da Sebastien Egon Furstenberg che ne è ancora oggi il presidente e l’azionista principale e di riferimento.
  • 1989. Il gruppo entra nell’ex Mercato ristretto, sul secondo mercato di Genova, ed entra poi nell’ex Mercato Ristretto di Milano.
  • 1999. L’Italia entra in una fase di forte crescita come tutta l’Europa e vengono aperte numerose filiali.
  • 2002. Banca IFIS diventa membro del Factor Chain International ed ha in quel momento un ruolo di primo piano nel contesto europeo con un modello unico e inedito di attività e una funzione di operatore indipendente.
  • 2004. Banca IFIS viene ammessa nel segmento STAR della Borsa Italiana.
  • 2006. Banca IFIS acquista Fidis Faktoring Polka, un operatore polacco specializzato nel factoring per le attività connesse alla produzione locale del gruppo Fiat.
  • 2008. Il gruppo presenta un nuovo piano industriale fino al 2010 che prevede il concentrarsi sulla crescita dell’attività di base, il factoring, una maggiore internazionalizzazione delle attività e della presenza geografica, l’estensione della gamma di prodotti proposti e la diversificazione delle fonti di reddito. Sempre nel 2008 il gruppo lancia sul mercato Rendimax, un primo prodotto al dettaglio della banca che rappresenta quindi una svolta storica per le attività di Banca IFIS. Questo prodotto consiste in un conto di deposito ad alto rendimento destinato sia alle imprese che ai privati.
  • 2010. Nel corso di questo anno il gruppo Banca IFIS procede, con una sottoscrizione integrale, ad un aumento di capitale di 50 milioni di euro portando il capitale totale del gruppo ad oltre 200 milioni di euro. L’aumento, che ha la finalità di sostenere l’incremento di investimenti e lo sviluppo delle attività del gruppo che si è molto sviluppato nel 2009 e nei primi mesi del 2010, supporta le esigenze di fondi propri per rispondere in maniera mirata ai più rigidi test di capitalizzazione fissati dalle autorità di controllo.

Domande frequenti

Quali sono i dati da conoscere circa la redditività di Banca IFIS?

Per quanto riguarda i dati pubblicati nel 2020 sulla redditività del gruppo Banca IFIS va segnalato in particolare un margine operativo (EBIT/fatturato) del 41,5%. La leva operativa (EBIT/delta fatturato) è di -2,69x. Il margine netto del gruppo (risultato netto/fatturato) è del 20,2%. Il ritorno sull’investimento (introiti netti/capitali propri) è del 7,29%. Infine, il rapporto del versamento dei dividendi è del 51,9%.

È possibile acquistare online le azioni Banca IFIS?

Attualmente non è possibile speculare online sulla quotazione delle azioni Banca IFIS tramite i CFD ma è comunque possibile acquistare i titoli di questo gruppo bancario italiano aggiungendoli al proprio portafoglio borsistico. Per farlo si può ricorrere ad un prodotto bancario di investimento in agenzia oppure, online, nei siti di banche o mediatori specializzati.

Dove trovare maggiori informazioni sulla società Banca IFIS?

Per studiare ulteriormente le azioni Banca IFIS si può consultare la sezione del sito di questo gruppo riservata agli investitori in cui si trovano tutti i dati necessari per realizzare una buona analisi del valore. In particolare, vi si trovano dati, notizie di attualità e pubblicazioni importanti della banca.

eToro è una piattaforma multi-asset che offre sia investimenti azionari e cripto-asset, sia il trading di attività sotto forma di CFD.

Si prega di notare che i CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di rapida perdita di fondi a causa del loro effetto leva. Il 75% dei conti dei trader al dettaglio perde fondi quando scambiano CFD con questo fornitore. Dovresti chiederti se capisci come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio significativo di perdere i tuoi soldi.

Il contenuto in questione è fornito solo a scopo informativo e non deve essere considerato come consulenza in materia di investimenti. I risultati passati non sono garanzia di risultati futuri. La storia commerciale ha meno di 5 anni e potrebbe non essere sufficiente a servire da base per una decisione di investimento.

I criptoattivi sono strumenti volatili che possono fluttuare notevolmente in un periodo di tempo molto breve e non sono quindi adatti a tutti gli investitori. Al di fuori dei CFD, la negoziazione criptata non è regolamentata da alcun quadro normativo comunitario e non è pertanto soggetta a vigilanza.