Analisi delle azioni Banca Carige

Le azioni Carige fanno parte delle azioni bancarie italiane più seguite dagli investitori. Se anche voi avete intenzione di cominciare a speculare su questo valore, vi proponiamo di scoprire in questo articolo ad esse dedicato come analizzare correttamente questo titolo servendovi delle numerose informazioni che vi forniremo a proposito di questo gruppo bancario. Tratteremo in particolare le attività di questa banca nel dettaglio, i suoi concorrenti, i suoi recenti partenariati nonché i suoi punti di forza e le principali debolezze. Sarete così in grado di individuare le future tendenze di questo valore e di prendere delle posizioni interessanti su di esso tanto a breve che a medio o lungo termine con i CFD online.  

66% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

I nostri consigli per fare trading sulle azioni Banca Carige

Analisi delle azioni Banca Carige
  • La prima cosa da seguire fra le notizie di attualità sulla Carige sono gli sforzi fatti dal gruppo bancario per svilupparsi all’estero. Ciò gli permetterebbe infatti di ridurre la sua esposizione al solo mercato italiano e quindi i rischi in caso di crisi o di periodi di recessione economica. Ciò avverrà certamente tramite delle operazioni di fusione/acquisizione o di partenariati all’estero.
  • Analogamente, sebbene il gruppo Carige disponga già di un vastissimo portafoglio di prodotti e servizi, qualunque nuovo prodotto o servizio che gli permettesse di continuare nella diversificazione potrà essere interpretato come un segnale di crescita futura e sarà quindi un buon segnale di acquisto per questo titolo.
  • Gli investimenti realizzati da Carige nel settore della pubblicità e del marketing saranno anch’essi degli ottimi segnali di acquisto dato che questo settore è attualmente uno dei punti deboli del gruppo rispetto alla concorrenza e che una maggiore visibilità gli permetterebbe di aumentare il numero di clienti.
  • Andranno ovviamente seguiti da vicino anche i dati economici dell’Italia con l’evoluzione della crescita e del potere di acquisto che avranno un impatto diretto sulle vendite di prodotti e servizi bancari e influiranno molto su Carige per via della sua forte esposizione al mercato nazionale. Il debito del paese sarà in particolare un elemento da seguire.
  • Per quanto riguarda i clienti di questa banca, andrà seguita l’evoluzione del tasso di risparmio dei nuclei familiari italiani che, se dovesse continuare a scendere, potrebbe ridurre drasticamente il denaro disponibile nei conti di questa banca.
  • Infine, il gruppo Carige tende attualmente a sbarazzarsi degli attivi meno performanti o addirittura non-performanti. Bisognerà tenere d’occhio questa strategia e i suoi risultati perché l’eventuale successo di questa operazione potrebbe permettere al gruppo italiano di aumentare la sua redditività e la sua popolarità presso gli investitori.
Servizio di CFD - 66% perdono denaro

 

Le azioni Carige in breve

  • Capitalizzazione borsistica totale: 93,95 milioni di euro
  • Numero di titoli: 55.265.900.000
  • Piazza di quotazione: Borsa Italiana
  • Mercato: Mercato Telematico Azionario
  • Indice: FTSE MIB
  • Settore di attività: Banca

 

L’attività della società Carige

Carige, o più precisamente Banca Carige S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, è un gruppo bancario italiano e un’impresa attiva nel settore finanziario. I servizi offerti da Carige sono diversificati e riguardano in particolare i servizi bancari, i servizi finanziari, i servizi di fondi pensione e i servizi assicurativi.

Oltre che nei semplici servizi bancari Carige è quindi presente in dei settori diversificati come quelli delle assicurazioni, delle pensioni integrative ed altri. Per quanto riguarda l’organizzazione di questa azienda, le sue attività possono essere ripartite in quattro segmenti:

  • Il settore Liguria che serve i clienti delle succursali della banca madre in un’area geografica locale.
  • Il settore extra Liguria che riguarda in particolare la nuova Banca Carige Italia e i risultati delle banche filiali situate in altre aree geografiche.
  • Il settore delle altre attività operative che riguarda i clienti rimanenti e le altre aziende appartenenti al gruppo che svolgono attività di gestione di attivi, assicurative, finanziarie e strumentali.
  • Infine, il settore della Compensazione degli elementi non allocati si occupa della regolamentazione relativa alla presentazione degli elementi di compensazione e di riconciliazione infragruppo in rapporto ai dati contabili. Opera tramite la Cassa di Risparmio di Savona Spa.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni Carige

Per capire in quale ambiente economico evolve il gruppo bancario Carige bisogna ovviamente prendere in considerazione la concorrenza di questo settore di attività. In questo caso ci interessiamo unicamente al settore bancario italiano visto che il gruppo Carige svolge pochissime attività internazionali. I suoi principali concorrenti sono quindi nazionali e vi proponiamo di scoprirli qui più nel dettaglio con la classifica delle 10 più grandi banche italiane in termini di numero di attivi:

  • Unicredit è ad oggi il primo gruppo bancario italiano sia in termini di attivi che di capitalizzazione borsistica.
  • Il gruppo Intesa Sanpaolo è il secondo gruppo del settore e la prima banca in ordine di importanza con oltre 12 milioni di clienti. È inoltre molto ben rappresentato a livello internazionale.
  • In terza posizione si trova la Cassa Depositi e Prestiti che è una banca pubblica controllata in gran parte dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.
  • Il gruppo Banco BPM è quarto in classifica e deriva dalla fusione tra il Banco Popolare e la Banca Popolare di Milano avvenuta nel 2017.
  • Il quinto posto della classifica è occupato dalla Banca Monte dei Paschi di Siena o BPSM, la più antica banca del mondo, creata nel 1472.
  • In sesta posizione si trova il gruppo bancario Ubi Banca, anch’esso frutto di una fusione, in questo caso tra Banche Popolari Unite e Banca Lombarda e Piemontese.
  • Il settimo posto della classifica delle banche italiane va alla BNL, Banca Nazionale del Lavoro, che dal 2006 è una filiale del gruppo bancario francese BNP Paribas.
  • Il gruppo PER Banca, un tempo conosciuto come Banca Popolare dell’Emilia-Romagna, si classifica all’ottavo posto.
  • Al nono e penultimo posto della classifica si trova la banca d’affari Mediobanca, specializzata in consulenza finanziaria e in gestione di attivi.
  • Infine, il Crédit Agricole Cariparma occupa il decimo ed ultimo posto della classifica.

Da notare che il gruppo Carige è da parte sua classificato 16° in questa classifica nazionale in termini di attivi. Seguire l’evoluzione delle quote di mercato di questi attori sarà una buona idea nell’ambito dell’analisi delle azioni Carige perché ogni variazione in questa classifica può avere un’influenza importante sulla loro quotazione. Andranno anche seguite le pubblicazioni e gli annunci di questo settore di attività in Italia.

 

Le alleanze strategiche strette dal gruppo Carige

Se volete investire sulla quotazione delle azioni Carige dovete anche conoscere i principali partner di questa banca e le alleanze di lunga data strette per aumentare la propria popolarità e la propria redditività. Ecco quindi alcuni esempi di recenti partenariati stretti da Carige con delle grandi aziende.

Nel 2006 il gruppo Carige ha stretto un ottimo partenariato con la francese Caisse nationale des Caisses d’épargne. L’accordo siglato tra i due istituti prevede la creazione di una filiale comune nel settore del credito al consumo, una joint-venture detenuta al 51% da Carige e al 49% da GCE Financial Service, la filiale delle Caisses d’épargne specializzata nel settore. L’obiettivo di questa joint-venture è di sviluppare la produzione di crediti al consumo sia per la clientela bancaria che per le filiali di assicurazioni del gruppo Carige in Italia, sia tramite un’attività in proprio che tramite altri partner. La rete del gruppo Carige profitta ovviamente di un accordo di esclusiva di distribuzione. Da notare che le due entità avevano già in precedenza degli accordi di partenariato nei settori della gestione di attivi e del finanziamento delle collettività locali.

Nel 2018 il gruppo bancario Carige si è associato a un gigante dell’informatica, il gruppo statunitense IBM. Nel quadro di un partenariato, le due aziende hanno anche creato una joint-venture denominata Dock che, dotata di un budget di oltre 430 milioni di euro, ha come obiettivo di accompagnare il gruppo Carige nel quadro della sua trasformazione digitale e dello sviluppo dei suoi progetti negli ambiti di intelligenza artificiale, analisi e big data.

Infine, sempre nel 2018, il gruppo Carige si è avvicinato a varie altre banche italiane che gli verseranno fino a 400 milioni di euro nonché una parte dei loro investimenti privati in una operazione di partenariato di sostegno reciproco che ha come obiettivo di permettere a Carige di riuscire a rafforzare i suoi fondi propri nei termini fissati dalla Commissione Europea ed evitare così una nuova crisi di questo settore di attività in Italia. Va infatti ricordato che da alcuni anni le banche subiscono una forte pressione e questa operazione sarà utile sia alla Carige che alle banche concorrenti che partecipano all’operazione.

 

Vantaggi e punti di forza delle azioni Carige come attivo di Borsa

Per prevedere le variazioni future del suo titolo in Borsa, è anche importante conoscere le forze e le debolezze del gruppo bancario Carige perché determineranno la capacità di crescita del gruppo ed avranno quindi effetto sulle decisioni prese dagli investitori. Ecco quindi, per cominciare, i vantaggi di cui dispone questo gruppo bancario. Torneremo poi sui suoi principali difetti.

Per prima cosa, va notato che il gruppo Carige ha avuto successo nella scommessa di diversificare al massimo le proprie attività e propone oggi un’offerta molto estesa di prodotti e servizi che lo protegge contro i rischi connessi ad un unico settore di attività e può inoltre moltiplicare le sue fonti di reddito.

La strategia geografica del gruppo Carige è anch’essa da considerare come un vantaggio sebbene i prodotti e servizi del gruppo si limitino per il momento al solo settore italiano ad eccezione di un’agenzia in Francia. In Italia, Carige dispone infatti di una rete di oltre 1.000 agenzie che gli permettono di coprire l’insieme del territorio in maniera efficace e di raggiungere gran parte della popolazione.

Carige è inoltre un gruppo bancario che punta sulla modernità e che cavalca l’onda delle banche online e del banking mobile per conquistare ulteriori nuovi clienti ed ha quindi sviluppato una piattaforma per l’accesso ai suoi servizi bancari tramite tablet e smartphone per tutte le banche del gruppo.

Infine, si può ovviamente citare la grande forza lavoro di Carige come un ulteriore vantaggio. Grazie alla sua rete di agenzie ed alle sue diverse filiali e joint-venture in Italia e nel resto del mondo, la società Banca Carige impiega attualmente circa 5.000 dipendenti, tra cui numerosi esperti in finanza.

 

Svantaggi e punti deboli di Carige come attivo di Borsa

Abbiamo appena scoperto i diversi vantaggi di cui dispone il gruppo Carige e quindi altrettanti elementi suscettibili di sostenere al rialzo la quotazione in Borsa del suo valore. Tuttavia, prima di una qualsiasi presa di posizione in questa direzione dovete ovviamente anche scoprire quali siano le debolezze di questa azienda e confrontarle alle forze. È quanto vi proponiamo ora tramite un riepilogo degli elementi negativi di Carige ovvero gli elementi che possono innescare una tendenza al ribasso o rallentare una tendenza rialzista.

Per prima cosa, possiamo ovviamente citare l’attuale contesto economico italiano come punto debole importante delle azioni Carige. Infatti, in considerazione della situazione economica e della debole ripresa del paese, i prodotti bancari di risparmio e di credito nonché i prodotti assicurativi sono più difficili da vendere e ciò comporta, già da alcuni anni, un calo degli introiti.

Altro punto debole del gruppo Carige è il fatto che questo gruppo bancario si sia recentemente ritrovato al centro di una polemica relativa a delle astuzie contabili, cosa che ha avuto grande eco nei media ed ha portato ad una certa diffidenza da parte degli investitori.

Analogamente, il gruppo si trova attualmente in una situazione difficile per via dei derivati che la banca ha acquistato dal gruppo tedesco Deutsche Bank e che pesano ulteriormente sui risultati di Carige.

Va da sé che il fatto che Carige sia prima di tutto un gruppo bancario italiano è una debolezza da evidenziare. Come segnalato in precedenza, il fatto che la situazione economica in Italia non sia molto stabile comporta un maggior rischio di perdita in caso di una vera e propria crisi nel paese. Inoltre, la scarsa presenza di Carige a livello internazionale con appena qualche succursale in Europa comporta una piccola quota di mercato e quindi una certa debolezza di questa banca rispetto ai suoi concorrenti.

Infine, in termini generali il gruppo Carige accumula errori strategici da diversi anni ed è stato spesso additato dagli esperti e dagli analisti del settore. Per via di queste mancanze sempre più grosse e di perdite sempre più frequenti gli investitori non sono più veramente interessati da questo titolo che tende quindi ad evolvere al ribasso.

Come potete constatare, i difetti del gruppo bancario Carige sono meno numerosi dei suoi vantaggi ma dovete comunque prendere in considerazione questi punti negativi nelle analisi di questo valore per via del loro forte peso nelle prese di decisione dei trader e degli investitori di tutto il mondo. Questi argomenti hanno infatti un impatto spesso più forte che non quelli positivi che abbiamo citato precedentemente e potenzialmente incidono quindi maggiormente sulla quotazione delle azioni.

 

Come realizzare una buona analisi fondamentale della quotazione delle azioni Carige

Vi proponiamo ora di spingervi oltre nell’analisi della quotazione delle azioni Carige attraverso alcuni consigli che vi aiuteranno a realizzare un’analisi fondamentale completa e pertinente di questo valore. Infatti, oltre a prendere in considerazione gli attuali punti forti e deboli di Carige, dovete anche seguire gli eventi dell’attualità futura per prevedere efficacemente le future tendenze del valore.

 

Valutazione: 4.43 7 voti

Come trattare sulle principali azioni italiane?

Se volete cominciare a trattare online sulla quotazione delle azioni italiane, vi consigliamo di farlo tramite una buona piattaforma di trading messa a disposizione da un broker riconosciuto e apprezzato.

Trattare online le azioni italiane!
66% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.