AXA

Analisi della quotazione delle azioni AXA

--- Pubblicità ---
76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Tra le società i cui titoli sono quotati in Borsa, in particolare sul mercato italiano, si trovano spesso i grandi gruppi finanziari la cui attività tocca da vicino o da lontano l’ambito bancario o dell’assicurazione. Le azioni del gruppo AXA, note per la loro elevata liquidità e per le capacità dell’azienda di innovare, fanno parte delle azioni più popolari fra trader e investitori privati. Ecco quindi alcune informazioni di base a proposito di questa società e dei consigli per analizzarne la quotazione.  

Ultimi notizie

AXA: chiarimento delle conseguenze del coronavirus sugli utili sottostanti

05/06/2020 - 10h47

Questo mercoledì 3 giugno 2020, la notizia richiede una visita presso l'assicuratore AXA per comprendere alcuni dettagli. In effetti, AXA ha quantificato le conseguenze della pandemia di Covid-19 sui suoi guadagni sottostanti.

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

Analizzando l’attuale situazione del mercato assicurativo in Francia ed in Europa nonché i punti forti e deboli del gruppo AXA, si può tentare di prevedere la possibilità di crescita economica di questa azienda e quindi l’evoluzione della quotazione delle sue azioni sui grafici borsistici.

Analisi n. 2

AXA potrebbe infatti cogliere alcune interessanti opportunità di sviluppo e di crescita a medio e lungo termine. Il mercato delle polizze vita, uno dei prodotti faro del gruppo, è un mercato in eccellente salute rispetto ad altri segmenti e ciò lascia presagire delle belle prospettive. Il settore della vendita online di prodotti assicurativi è anch’esso in piena espansione e AXA è già ben posizionata in questo settore grazie alla filiale Direct Assurance tramite la quale potrebbe guadagnare delle nuove quote di mercato. Infine, AXA potrebbe orientare la propria strategia verso uno sviluppo internazionale più mirato approfittando in particolare delle prospettive di sviluppo dei mercati situati nei paesi emergenti come quelli asiatici.

Analisi n. 3

Ma per vincere questa scommessa AXA dovrà eludere alcune trappole ed evitare certe minacce che potrebbero rallentarne la crescita. Quindi la constatazione odierna interviene in una congiuntura economica piuttosto sfavorevole in quanto l’economia nazionale ed europea faticano a riprendersi dopo la crisi. D’altra parte, il numero di sinistri e di danni da indennizzare è in crescita da alcuni anni e questa tendenza potrebbe ulteriormente crescere in futuro, tanto più che sul mercato specifico delle assicurazioni contro i danni si concentrano moltissimi attori. Infine, in termini generali, AXA deve fronteggiare una concorrenza sempre più forte da parte di attori sia europei che internazionali, specializzati o meno nelle assicurazioni.

--- Pubblicità ---
Inizia a fare trading su AXA
Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.

A proposito della società AXA

Conosciuto soprattutto in Francia, il gruppo AXA è in realtà leader europeo del mercato in tutta Europa e il suo volume d’affari viene prodotto da una quantità di attività diverse come l’assicurazione, con le polizze vita e le polizze danni, e le attività di gestione di attivi, di assicurazione internazionale e bancarie.

Questo gruppo estende la sua attività a vari paesi d’Europa ma realizza la maggior parte dei suoi benefici in Francia.

 

I principali concorrenti di AXA

Conoscere i principali concorrenti del gruppo AXA consente di capire meglio le sfide del suo settore di attività: le assicurazioni. Infatti, osservando i risultati e seguendo le notizie delle società concorrenti è possibile dedurne le ricadute sulla società AXA e, di conseguenza, adattare più facilmente la propria strategia borsistica.

I concorrenti del gruppo AXA sul piano internazionale sono numerosi. Tra questi ritroviamo il gruppo Allianz che si classifica secondo nel mondo in questo settore e 6° in Francia. Questo concorrente ha globalmente lo stesso funzionamento del gruppo Axa con dei prodotti e dei servizi similari. Sviluppa inoltre una forte presenza a livello internazionale, anche al di fuori dell’Europa.

Un altro serio concorrente del gruppo Axa è Assicurazioni Generali, gruppo italiano leader in Italia e terza compagnia di assicurazioni in Europa. Le sue azioni si trovano in Borsa sotto il nome più comune di Generali. Generali propone anche delle soluzioni di assicurazione destinate ai privati ed alle aziende.

In Francia, il gruppo AXA subisce la concorrenza di Groupama (Groupe des Assurances Mutuelles Agricoles) che propone anche dei servizi bancari e di risparmio ed è il numero due delle assicurazioni su scala nazionale. AXA deve anche fronteggiare la concorrenza della MMA (Mutuelles du Mans Assurances) che, oltre a rivolgersi a privati e aziende, è specializzata in associazioni e collettività.

 

I principali partner di AXA

Sul versante partenariati della società AXA, bisogna rivolgersi alle start-up che sono al centro della strategia di alleanze di questa compagnia di assicurazioni. AXA si è infatti recentemente legata a Blablacar e Deliveroo per proporre dei servizi alle giovani aziende innovative.

Ad oggi, AXA non ha partenariati con grandi aziende quotate in Borsa.

 

Analisi del valore dell’azione AXA

Da alcuni anni, la quotazione delle azioni AXA segue alternativamente delle evoluzioni al rialzo e al ribasso in tendenze successive e liquide. È per questo motivo che molti investitori si interessano a questo valore.

 

Dati borsistici importanti a proposito delle azioni AXA

Per aiutarvi a circoscrivere meglio le sfide borsistiche delle azioni AXA, vi abbiamo fornito alcune informazioni essenziali e pertinenti come la loro evoluzione storica e tecnica nonché alcune date chiave della storia economica e finanziaria dell’azienda. È però anche importante conoscere alcuni dati più generali come quelli che vi segnaliamo ora:

Tutti questi dati sono indispensabili per una buona comprensione delle sfide economiche a cui sono sottoposte le azioni AXA e possono essere utilizzati per una delle analisi di questo titolo.

 

Storico economico e finanziario della società AXA

Per capire gli avvenimenti che hanno avuto un’influenza sul corso delle azioni AXA bisogna immergersi nello storico finanziario ed economico di questa azienda francese. Ecco quindi un riepilogo delle date più importanti che hanno segnato la storia di questo gruppo dall’inizio del 21° secolo.

 

Analisi dei punti forti e deboli del gruppo e delle azioni AXA

Prima di cominciare a trattare sulla quotazione delle azioni AXA bisogna ovviamente conoscere il meglio possibile le prospettive di crescita economica del gruppo. A tal fine, bisogna conoscere i punti forti e deboli di questa azienda ed individuare sia le opportunità da cogliere che le eventuali minacce che potrebbero rallentarne lo sviluppo. È quanto vi proponiamo di scoprire qui in dettaglio.

In primo luogo noteremo che il gruppo AXA dispone di numerosi punti forti tra i quali si può evidenziare una fortissima presenza sul mercato internazionale, visto e considerato che AXA svolge le proprie attività in ben 50 paesi differenti. In Europa AXA è un attore imprescindibile del settore delle assicurazioni e si posiziona infatti in seconda posizione della classifica in termini di quote di mercato. Il gruppo fa anche parte delle più grandi aziende al mondo nel settore della gestione degli attivi, in particolare grazie ai propri attivi associati alle polizze vita da esso proposte.

Grazie alla sua filiale Direct Assurance che propone vari tipi di contratti assicurativi su Internet e per telefono, AXA è attualmente il leader della vendita online in questo settore.

Infine, va ovviamente sottolineata la solidità finanziaria di questa società che continua ad attirare numerosi investitori.

Tuttavia, il gruppo AXA non ha unicamente punti di forza e soffre di alcuni punti deboli anch’essi importanti da conoscere. Si potrebbe, per esempio, rimproverare al gruppo la mancanza di diversificazione delle proprie attività che restano relativamente incentrate sulle prestazioni di polizze vita, risparmio e pensionistiche. Sebbene la sua presenza all’internazionale sia un innegabile punto di forza, si lamenta il fatto che la sua espansione sia incentrata principalmente sul territorio europeo con una scarsa presenza nel resto del mondo. D’altra parte AXA dipende fortemente dalle rivalutazioni tariffarie delle polizze contro i danni, cosa che può nuocere alla redditività di questo ramo di attività che è fra i principali del gruppo. Il gruppo deve inoltre fronteggiare una concorrenza sempre più forte sui mercati italiano e spagnolo dove stenta a svilupparsi correttamente.

Lamentiamo infine il fatto che la filiale AXA Banque presenti ad oggi dei risultati piuttosto scarsi rispetto alle attese. Ciò è dovuto certamente alla mancanza di specializzazione in questo settore ed alla fortissima concorrenza dei grandi gruppi bancari e delle banche online.

 

Le società controllate dal gruppo AXA e le loro attività

Per meglio comprendere l’estensione delle attività del gruppo AXA, vi proponiamo ora di scoprire quali siano le società detenute dal gruppo o che ne dipendono direttamente nonché le attività da esse svolte.

Ci interessiamo prima di tutto alle società che dipendono direttamente dalla società AXA France. Fra di esse troviamo:

Ci sono poi altre società che dipendono dal gruppo AXA ma non sono direttamente collegate ad AXA France:

 

Gli argomenti a favore di un rialzo della quotazione delle azioni AXA

Uno degli argomenti più interessanti a favore di una probabile tendenza rialzista delle azioni AXA è il posizionamento dell’azienda fra i protagonisti europei ed internazionali in alcuni segmenti specifici del suo settore di attività. Va infatti notato che il gruppo AXA è attualmente il numero due delle assicurazioni in Europa, il leader mondiale nel settore delle polizze vita e il numero due mondiale per quanto riguarda la gestione di attivi. Tale posizione di leader è stata resa possibile da una strategia a lungo termine, condotta dal gruppo da una trentina d’anni, basata essenzialmente su delle acquisizioni strategiche di imprese in tutto il mondo. Ad oggi, grazie a questa posizione di forza, AXA profitta di una migliore visibilità nel mondo rispetto alla maggior parte dei suoi concorrenti e della possibilità di coprire quasi completamente i differenti segmenti del settore.

Ciò conduce ad un altro argomento positivo per l’evoluzione futura della quotazione di queste azioni: la ripartizione delle attività del gruppo in differenti poli. Le polizze vita e quelle pensionistiche rappresentano da sole oltre il 58% delle attività del gruppo, seguite dalle polizze danni, con il 33%, e poi dalle assicurazioni internazionali e dalla gestione di attivi. Il fatto di disporre di questi distinti poli consente ad AXA di coprire meglio le esigenze del mercato e la protegge dai rischi connessi alla commercializzazione di un unico tipo di prodotti.

Oltre a questi argomenti si può inoltre sottolineare il fatto che la situazione finanziaria dell’impresa è particolarmente solida e rafforza quindi il sentimento di sicurezza degli azionisti e degli investitori spingendoli a prendere posizione all’acquisto. Tale solidità finanziaria è dovuta in gran parte alla gestione centralizzata del cash management dell’impresa con un rapporto di solvibilità del 191% a settembre 2016.

Da circa 8 anni, il gruppo AXA concentra le proprie attività e investimenti nei paesi emergenti, quindi in dei paesi a forte crescita, e ciò comincia a portare i suoi frutti. Nel 2010 AXA ha investito ben 4,2 miliardi di euro in Asia diventando il leader del suo settore. Ha inoltre investito 0,7 miliardi di euro nell’area mediterranea, in Africa e in America Latina nonché 200 milioni di euro nell’Europa dell’Est. L’attuale crescita di questi settori geografici dovrebbe continuare ad essere positiva per AXA e generare ancora maggiori introiti.

Un’altra strategia di AXA interessante per il suo sviluppo consiste nell’avere un orientamento sempre più incentrato sul digitale e, utilizzando canali di comunicazione e di distribuzione di questo tipo, il gruppo si mostra sempre più moderno, migliora la propria immagine di marca, riesce a raggiungere un mercato più vasto ed è più competitivo rispetto alla concorrenza. Sempre da un punto di vista strategico, per migliorare ulteriormente la propria redditività ed i propri risultati AXA ha recentemente deciso di concentrarsi sui prodotti tecnici, fra cui quelli per la salute, la previdenza e la pensione in unità di conto, che offrono dei margini più interessanti e sono quindi meno sensibili alle variazioni e alle debolezze dei tassi di interesse.

 In termini generali, se si confrontano i risultati del gruppo AXA con quelli del mercato in generale si nota che il gruppo è uno dei pochi ad essere in grado di generare degli utili, raggiungendo a volte dei record, in una congiuntura negativa con dei tassi reali bassi o dei mercati molto volatili.

Infine, l’ultimo argomento a favore del rialzo della quotazione delle azioni AXA è la fiducia globale che analisti e agenzie di notazione ripongono in questo titolo. Il gruppo gode infatti di una nota AA da parte di diverse agenzie e gli analisti concordano nell’evidenziare l’affidabilità del titolo.

 

Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni AXA

Quanto esposto in precedenza dimostra che il gruppo AXA è solido in termini finanziari ed ha un’interessante strategia, fattori che dovrebbero permettere la crescita delle sue attività e dei suoi risultati negli anni a venire. Tuttavia, gli investitori in Borsa non si accontentano di analizzare i punti di forza del gruppo ma prendono in considerazione anche le sue debolezze e gli argomenti a favore di un ribasso del suo titolo che presentiamo ora nel dettaglio.

Per prima cosa, in considerazione del molto specifico settore di attività in cui opera AXA, va notato che la struttura del capitale è molto sensibile ai rischi dei mercati finanziari. Ciò riguarda in particolare il prolungamento nel tempo degli attuali tassi bassi che è penalizzante per i servizi a tasso fisso proposti da AXA e per il mantenimento dei margini nelle polizze vita tanto quanto una risalita brutale dei tassi di interesse.

Si constata inoltre un forte calo strutturale della redditività dei prodotti di risparmio per la maggior parte delle compagnie di assicurazioni tra cui AXA. Relativamente ai nuovi contratti di risparmio, la redditività e il margine delle assicurazioni sono attualmente prossimi allo zero e, a lungo termine, ciò costituisce un vero e proprio problema.

La redditività del gruppo AXA può anche essere messa in difficoltà da certi eventi che comportano delle forti perdite come in occasione di attentati o catastrofi climatiche fra cui, più nello specifico, le inondazioni che sono sempre più frequenti negli ultimi anni.

L’obbligo di soddisfare le esigenze in capitale della normativa GSII è un ulteriore importante freno allo sviluppo di AXA che comunque per ora riesce ad esser all’altezza.

Infine, l’ultimo argomento a favore di un ribasso della quotazione delle azioni AXA è la mancanza di interesse degli investitori per i titoli di questo settore. Infatti, dopo la crisi finanziaria che ha colpito l’Europa alcuni anni fa, gli investitori mostrano una certa diffidenza per le imprese finanziarie di questa zona economica, comprese quelle nel settore delle assicurazioni.

Domande frequenti

In quali indici borsistici sono presenti le azioni AXA?

Attualmente, le azioni AXA fanno parte della composizione di tre indici borsistici principali: il CAC 40, l’SBF 120 e l’Eurostoxx 50. Tuttavia, sono presenti anche in vari indici secondari: CAC All Shares, CAC All-Tradable, CAC Large 60, Euro Stoxx 50, Euronext 100, Euronext CDP Environment France EW, Euronext CDP Environment France Ex Oil, FTSE Eurotop 100, Low Carbon 100 Europe, PEA, Stoxx Europe 50 e Stoxx France 50.

Quali sono state le performance recenti delle azioni AXA?

In termini storici si rileva che le performance delle azioni del gruppo AXA in Borsa sono state del -15,78% nel corso degli ultimi cinque anni, del -19,80% nel corso degli ultimi tre anni, del -12,83% nel corso degli ultimi due anni e del -14,04% nel corso dell’ultimo anno. Nei primi tre mesi del 2020 le performance sono state del -9,45%.

Qual è il livello di rischio delle azioni AXA a breve e lungo termine?

Il livello di rischio delle azioni AXA viene stimato al 39,87% a un mese e sale al 74,01% a tre mesi per poi scendere al 53,79% a sei mesi e al 27,06% a tre anni e risalire infine al 39,27% a dieci anni. Il rischio a lungo termine è quindi più basso.

--- Pubblicità ---
Inizia a fare trading su AXA
Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.