ASTRAZENECA

Analisi della quotazione delle azioni Astrazeneca

--- Annuncio ---
76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Hai intenzione di investire una parte del tuo capitale sul titolo Astrazeneca? In questo caso si consiglia di prendersi il tempo di leggere questo articolo interamente dedicato a queste azioni di Borsa che fornisce tutti gli elementi necessari a realizzare delle analisi su questo valore. Tratteremo infatti sia i dati fondamentali importanti relativi a questa società, con le sue attività nel dettaglio, i suoi concorrenti e le sue principali partnership, che i dati tecnici, con i valori numerici della quotazione delle azioni e un’analisi tecnica storica dei loro prezzi nel corso degli ultimi dieci anni. Potrai così realizzare seriamente le tue analisi.

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

Lo sviluppo delle attività all’estero del gruppo, in particolare nei mercati emergenti, è senza dubbio uno degli elementi più importanti da prendere in considerazione nell’analisi di queste azioni.

Analisi n. 2

Le innovazioni sviluppate dal gruppo sono ulteriori fattori molto importanti per la crescita del titolo e bisogna seguire in particolare i progressi di Astrazeneca nel settore dei biosimulatori che è attualmente in piena crescita.

Analisi n. 3

L’invecchiamento della popolazione mondiale è un ulteriore fattore di crescita per il gruppo e per le sue vendite e lo stesso vale per l’espansione demografica.

Analisi n. 4

Va inoltre seguito e preso in considerazione il lancio sul mercato di farmaci generici in concorrenza diretta con dei brevetti di Astrazeneca arrivati a scadenza.

Analisi n. 5

Le normative e le leggi relative all’inserimento nel mercato di medicinali nei vari paesi del mondo influiscono sulle attività del gruppo.

Analisi n. 6

Infine, è necessario monitorare la concorrenza in questo settore di attività.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Fare trading con i CFD su Plus500

Presentazione della società Astrazeneca

Il gruppo Astrazeneca è stato creato nel 1999 in seguito alla fusione tra la società svedese Astra e la società britannica Zeneca.  Il gruppo fa oggi parte dei leader mondiali dell’industria farmaceutica e produce un gran numero dei farmaci e trattamenti sanitari venduti sul mercato. Le attività del gruppo farmaceutico Astrazeneca possono essere suddivise in funzione dei segmenti sanitari mirati dai suoi prodotti e del fatturato generato da ciascuno di essi.

  • Il trattamento delle malattie cardiovascolari e metaboliche rappresenta il 35,3% del volume d’affari generato dal gruppo.
  • Il trattamento delle malattie respiratorie rappresenta il 20,7% del fatturato globale dell’impresa.
  • I trattamenti oncologici rappresentano il 14,7% del fatturato dell’impresa.
  • Il 22% del volume d’affari viene generato dai trattamenti per malattie infiammatorie ed autoimmuni, neurologiche, gastrointestinali e infettive.
  • Il rimanente 7,3% del fatturato deriva da prestazioni di ricerca e da studi condotti da Astrazeneca per conto di altri grandi gruppi.

Il gruppo Astrazeneca realizza attualmente la maggior parte del proprio fatturato in America, mercato che rappresenta ad oggi il 39,9% del volume d’affari. L’Europa continentale genera il 24,3% del fatturato con l’8% nel Regno Unito. Vengono poi i mercati di Africa, Asia e Australia con una quota del 27,8% del fatturato globale.

Analisi della quotazione delle azioni Astrazeneca
Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Fare trading con i CFD su Plus500

Concorrenza

Come citato in precedenza, il gruppo Astrazeneca fa parte dei più grandi nomi dell’industria farmaceutica mondiale e, per la precisione, si colloca all’ottavo posto della classifica mondiale in termini di fatturato. Per capire meglio quali siano i concorrenti diretti del gruppo, ecco la top 10 mondiale delle imprese del settore farmaceutico:

GlaxoSmithKline

Il settimo posto è occupato dal gruppo britannico GlaxoSmithKline.

Astrazeneca

L’ottavo posto è occupato dal gruppo britannico Astrazeneca.

AbbVie

Infine, il decimo posto è occupato dal gruppo statunitense AbbVie.


Alleanze strategiche

Per mantenersi alla punta dell’innovazione nel settore di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti terapeutici, la società Astrazeneca deve fare affidamento su delle partnership serie e ben selezionate e per questo nel tempo ha stretto diverse alleanze con altre imprese del suo stesso settore di attività o di settori complementari.

Adherium

Nel 2015 il gruppo Astrazeneca si è associato ad un’impresa neozelandese, Adherium, per mettere in opera una collaborazione su un trattamento per inalazione destinato a pazienti con malattie respiratorie che sfrutta le tecnologie digitali di Adherium.

Unicancer

Nel 2017 il gruppo Astrazeneca si è inoltre alleato al gruppo francese Unicancer, specializzato nella lotta contro il cancro, per creare una partnership finalizzata ad effettuare delle ricerche cliniche per mettere in opera un piano nazionale di lotta contro il cancro in Algeria. Nel quadro dell’accordo le due imprese realizzano da principio un’analisi della situazione sul terreno per poi attuare un programma di sviluppo nei differenti centri del paese.

Merck

Sempre nel 2017 Astrazeneca ha annunciato di aver stretto una partnership nel settore dell’oncologia con il gruppo farmaceutico statunitense Merck. Questa associazione ha come obiettivo di condurre delle ricerche sullo sviluppo di alcuni tipi di cancro con dei test clinici mirati.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Fare trading con i CFD su Plus500
Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni

Per capire come la quotazione delle azioni AstraZeneca possa comportarsi a più o meno a lungo termine, è essenziale capire come la crescita di questa impresa possa progredire o, al contrario, recedere. A tal fine, l’ideale è confrontare i punti di forza e di debolezza dell’impresa, che rappresentano in realtà i vantaggi e gli svantaggi del suo titolo. Ecco quindi alcuni elementi che aiutano a vederci più chiaro.

Iniziamo questa analisi comparativa con una sintesi dei principali punti di forza di cui dispone oggi il gruppo AstraZeneca:

  • In primo luogo, si può naturalmente parlare del fatto che da alcuni mesi, nel 2020, AstraZeneca è al centro dell’attenzione degli investitori grazie allo sviluppo del suo vaccino contro il COVID-19. In effetti, centinaia di milioni di dosi di questo vaccino sono già state ordinate da vari paesi prima ancora di ottenere le autorizzazioni all’immissione in commercio. Questi eventi drammatici per la popolazione e per l’economia in generale sono quindi stati benefici per le sue azioni in Borsa che hanno guadagnato molti punti nel 2020.
  • Sempre per quanto riguarda i vantaggi di cui dispone il gruppo AstraZeneca, si può parlare della presenza importante e affidabile di questa impresa in alcuni mercati strategici, tra cui quelli emergenti, che deriva da una strategia di espansione ben gestita ed efficace. Ricordiamo infatti che il gruppo AstraZeneca è attualmente attivo in oltre 100 paesi in tutti i continenti. La società impiega ad oggi oltre 60.000 dipendenti nel mondo.
  • Una delle chiavi del successo di AstraZeneca è senza dubbio il livello elevato di investimenti in ricerca e sviluppo. Grazie a questi investimenti ingenti e regolari, l'azienda si mantiene all'avanguardia dell'innovazione e può offrire continuamente nuovi prodotti per soddisfare le esigenze del mercato. Da notare che attualmente il gruppo dispone di oltre 11.000 gruppi di ricerca e sviluppo dedicati.
  • Un altro vantaggio di questo gruppo riguarda una decina di prodotti già commercializzati che generano entrate superiori a 1 miliardo di dollari ciascuno.
  • Si può anche sottolineare la diversità e la qualità del portafoglio prodotti del gruppo che comprende in particolare trattamenti contro il cancro e contro alcune malattie cardiovascolari, gastrointestinali e infettive, nel campo delle neuroscienze e per problemi alle vie respiratorie e delle infiammazioni.
  • Sempre tra le principali forze del gruppo AstraZeneca, si osserva inoltre la forte crescita, negli ultimi anni, del segmento dei biosimilari sul quale il gruppo è particolarmente ben posizionato.
  • Infine, l'invecchiamento della popolazione mondiale può consentire di prevedere una domanda forte e relativamente stabile nei prossimi anni.
Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni

E’ ovvio che questi elementi, piuttosto a favore di una forte capacità di crescita del gruppo AstraZeneca, non sono da analizzare da soli e devono essere messi in relazione con gli elementi negativi, ossia con le debolezze di questo gruppo che proponiamo di scoprire qui:

  • In primo luogo, il gruppo AstraZeneca è stato colpito in passato da una crisi di penuria di alcuni dei suoi medicinali, in particolare il Cefotan. Sebbene sia passata, la crisi ha causato molti danni al gruppo, in particolare per quanto riguarda la sua immagine.
  • Il gruppo presenta anche altri punti deboli dal punto di vista commerciale in quanto i brevetti di molti dei suoi medicinali già sul mercato stanno per scadere. Di conseguenza, l’impresa è direttamente minacciata dalla concorrenza dei farmaci generici e potrebbe perdere quote di mercato nel prossimo futuro.
  • Normative e direttive rigorose emesse dalle autorità sanitarie, in particolare per quanto riguarda la convalida dei test, le sperimentazioni cliniche e il rilascio delle autorizzazioni all'immissione in commercio, possono avere un impatto più o meno negativo sulle vendite di AstraZeneca e provocare gravi perdite qualora siano stati necessari investimenti ingenti per un farmaco candidato per il quale non fosse poi stata autorizzata la vendita.
  • Lo stesso vale per i frequenti procedimenti giudiziari riguardanti AstraZeneca in relazione ai suoi brevetti o a problemi di prezzo, che incidono anche pesantemente sull’immagine della società.
  • Infine, per quanto riguarda la ricerca e lo sviluppo, il gruppo subisce anche una concorrenza sempre più forte da parte delle biotech, alcune delle quali si stanno ricavando una buona posizione sul mercato e potrebbero quindi farle perdere quote di mercato e redditività.
Le informazioni fornite in questa pagina sono solo indicative e non devono essere utilizzate senza effettuare un’analisi fondamentale più completa di questo titolo, tenendo conto, in particolare, dei dati esterni, delle pubblicazioni future e di qualsiasi notizia di natura fondamentale che potrebbe far evolvere questi punti di forza e di debolezza o renderli più o meno gravosi. Tali informazioni non costituiscono in alcun modo raccomandazioni per la realizzazione di transazioni.

Domande frequenti

Qual è il numero di azioni Astrazeneca attualmente in circolazione sul mercato?

Attualmente, 30 luglio 2020, il numero di azioni Astrazeneca in circolazione sul mercato è di 1.312 milioni. Questi titoli vengono scambiati su diverse piazze finanziarie dato che l’impresa gode di una tripla quotazione e le azioni vengono infatti quotate, sotto il simbolo AZN, sia alla Borsa di Londra che a quelle di Stoccolma e di New York.

Quando è stata creata la società Astrazeneca?

La società Astrazeneca esiste dal 6 aprile 1999 e deve la sua origine alla fusione di due imprese, la svedese Astra AB e la britannica Zeneca PLC. Ad oggi l’azienda impiega circa 70.600 dipendenti dislocati principalmente nei mercati emergenti tra cui Cina e Russia nonché in Centro America, Europa e Stati Uniti.

In che valuta viene quotato il corso delle azioni Astrazeneca?

Le azioni Astrazeneca vengono quotate principalmente in dollari statunitensi. Tuttavia, i detentori di azioni di questa azienda quotata a Londra possono ricevere il loro dividendo in altre valute tra cui ovviamente la lira sterlina. È comunque necessario fare attenzione al tasso di cambio applicato ai dividendi in base alla valuta con la quale si sceglie di percepirli o quella con cui si effettuano le proprie operazioni di acquisto o vendita dei titoli.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Fare trading con i CFD su Plus500