Comprare azioni ArcelorMittal

Valutazione: 4.21 19 voti
 

Le grandi industrie generano spesso degli introiti molto elevati e le loro azioni permettono quindi di guadagnare con i dividendi o puntando direttamente sulle evoluzioni della loro quotazione in diretta. Ma, per farlo, bisogna prima di tutto essere in grado di capire la loro attività per individuare le evoluzioni del corso dei loro titoli. Vi proponiamo qui di saperne di più a proposito delle azioni ArcelorMittal.  

 

A proposito del gruppo ArcelorMittal

Il gruppo francese ArcelorMittal è attualmente il leader mondiale della siderurgia. Il volume d’affari generato ogni anno deriva quindi da differenti attività in relazione a questo settore industriale. La maggioranza dei suoi introiti deriva dalla vendita degli acciai laminati ma l’azienda vende anche dell’acciaio in barre al carbonio e dei prodotti tubolari nonché propone dei servizi per la trasformazione e la distribuzione.

I clienti del gruppo sono le società dei settori automobilistico, elettrodomestici, imballaggio e costruzioni.

 

I principali concorrenti di ArcelorMittal

Il gruppo ArcelorMittal è attualmente leader internazionale dell’industria del ferro e dei metalli ferrosi ma ovviamente non è la sola azienda di questo segmento e deve far fronte ad una concorrenza sempre più rude da parte di alcune imprese internazionali dello stesso settore. Per realizzare un’analisi coerente e completa dellaquotazione delle sue azioni in Borsa dovete ovviamente conoscere questi concorrenti per studiarne i risultati e l’evoluzione delle loro quote di mercato. Per aiutarvi ecco i principali avversari di ArcelorMittal nel mondo:

  • ThyssenKrupp AG
  • Salzgitter AG
  • States Steel Corporation

 

I principali partner di ArcelorMittal

La strategia di ArcelorMittal di fronte alla concorrenza si si basa sul fare ricorso ad alcuni partenariati strategici come quelli che vi presentiamo.

  • Nel 2014 ArcelorMittal è stata scelta dal gruppo Technip come partner unico per la fornitura di fili d’acciaio ad alta resistenza destinati allo sviluppo di campi petroliferi e di gas offshore.
  • Il gruppo siderurgico ArcelorMittal ha annunciato venerdì 10 febbraio 2017 la costituzione di una joint-venture con il gruppo italiano Cellino, denominata Steelcame. Riprenderà degli attivi di Solustil, la filiale francese di ArcelorMittal specializzata nella trasformazione di prodotti siderurgici.
  • Air Liquide e ArcelorMittal, primo produttore al mondo di acciaio, hanno firmato sempre nel 2017 due contratti di rinnovo a lungo termine della fornitura di ossigeno, azoto e argon nei siti di ArcelorMittal situati nelle zone industriali portuali di Fos-sur-Mer e Dunkerque in Francia. Air Liquide rafforza la sua posizione in Belgio, a Gand, firmando un nuovo contratto di fornitura a lungo termine con Arcelormittal per sostenere la crescita delle sue esigenze in gas industriale. Nel quadro di questo nuovo contratto, Air Liquide estenderà la sua rete di canalizzazioni al Benelux.

 

Analisi del corso delle azioni ArcelorMittal

Quotate sul mercato NYSE Paris, le azioni ArcelorMittal fanno parte dell’indice borsistico Euronext 100. I grafici borsistici storici e l’analisi tecnica mostrano una buona prestazione di queste azioni con delle previsioni interessanti.

 

Dati borsistici importanti a proposito delle azioni ArcelorMittal

Tutte le informazioni di cui siete venuti a conoscenza attraverso questo articolo vi serviranno a capire meglio cosa sia suscettibile di far salire o crollare la quotazione delle azioni ArcelorMittal. È tuttavia anche molto interessante conoscere alcuni dati fondamentali essenziali a proposito di questo titolo e della sua collocazione sul mercato borsistico. Ecco quindi alcune informazioni che dovete assolutamente conoscere.

  • Nel 2017 la società ArcelorMittal contabilizza una capitalizzazione borsistica totale di 22.345,97 milioni di euro.
  • Il numero di titoli borsistici emessi da ArcelorMittal e tuttora in circolazione sui mercati raggiunge nello stesso periodo i 3.065.710.869.
  • Il corso delle azioni ArcelorMittal viene attualmente quotato sul compartimento A del mercato Euronext Paris in Francia.
  • Il gruppo ArcelorMittal integra anche la composizione dell’indice borsistico AEX.
  • L’azionariato della società ArcelorMittal è composto da floating assets per il 56,86% del capitale, per il 37,38% da quote del gruppo HSBC Trust e per il 5,49% da quote del gruppoCapital Group Companies.

Questi dati sono ovviamente sempre suscettibili di evoluzione nel tempo e devono essere sistematicamente verificati.

 

Storico economico e finanziario della società ArcelorMittal

Per capire meglio come si sono evolute le azioni Arcelormittal nel corso degli ultimi decenni è indispensabile interessarsi alla storia di questa azienda ed agli eventi finanziari ed economici che ne hanno segnato il percorso. Ecco un breve richiamo alle date da tenere a mente.

  • È nel 2001 che il gruppo ArcelorMittal si costituisce in seguito alla fusione del gruppo spagnolo Arcelia, del gruppo belga Arbed e del gruppo francese Usinor.
  • Nel 2003 questo settore di attività subisce un forte calo di crescita e solo Arcelor mantiene una redditività di fronte ai suoi concorrenti con 42,8 milioni di tonnellate di acciaio vendute ed un risultato di esercizio di 1,9 miliardi per l’anno 2002. Ciononostante le azioni Arcelor subiscono un vero e proprio crollo sul mercato con il CAC 40 che raggiunge il suo più basso livello in dieci anni. Il seguito alla crisi che colpisce con forza il mercato dell’acciaio, il piano Apollo Chaud prevede la chiusura di piccoli altiforni nel termine di 7/8 anni. Alla fine il gruppo, che nel corso dello stesso anno si aspettava delle grosse perdite, ottiene invece un risultato di 14,5 miliardi di utili d’esercizio sulle tre annate seguenti con una progressione positiva del proprio volume d’affari di oltre 60%, in particolare grazie alla ripresa dei prezzi dell’acciaio sul mercato delle materie prime.
  • Nel 2005 il gruppo Arcelor lancia un’OPA sulla società canadese Dofasco per 4,3 miliardi di dollari. Questa offerta viene poi rivista al rialzo a dicembre per neutralizzare la proposta di ThyssenKrupp AG. Il contratto di vendita viene alla fine firmato con Arcelor per un importo elevato ma l’operazione rimane comunque molto redditizia rispetto alle performance di questa azienda.
  • Nel 2006 il volume d’affari di Arcelor continua a crescere e viene ottenuto un risultato di 40 miliardi di euro di cui 15 miliardi di margine operativo lordo. È ancora nel 2006 che il gruppo Mittal lancia sul gruppo Arcelor la sua prima OPA ostile che sarà la prima del genere nell’Unione Europea. Grazie alla sua situazione molto positiva con pochi debiti ed elevati capitali propri, Arcelor rifiuta in prima istanza questa proposta. D’altra parte, il gruppo Severstal accetta nel corso dello stesso anno di investire più di 12 miliardi di euro in cambio del 30% delle quote di capitale della società Arcelor. Bisogna attendere il mese di giugno, quindi 5 mesi dopo, perché il gruppo Mittal riveda infine al rialzo la propria proposta con un 44% supplementare. Alla fine la direzione del gruppo Arcelor cambia idea ed accetta l’OPA ostile di Mittal per un importo di 26,9 miliardi di euro corrispondenti a 40,37 euro per azione Arcelor.
  • Nel 2013 ArcelorMittal acquista la società giapponese Nippon Steel per un importo di 1,5 miliardi di dollari e le attività basate in Alabama della società ThyssenKrupp.
  • Nel 2014 il gruppo rivende il suo stabilimento siderurgico Gallatin situato nel Kentucky al gruppo Nucor per un importo vicino a 770 milioni di dollari.
  • Nel 2015 ArcelorMittal avanza la possibilità di sopprimere 2.800 posti in Messico. Questo annuncio fa eco ad altri annunci similari da parte di produttori d’acciaio concorrenti in Messico.
  • Nel 2016 ArcelorMittal annuncia la rivendita delle sue attività Solustil, specializzata in produzione di acciaio per i costruttori di automobili, e WireSolutions, specializzata nella produzione di fili metallici e di chiodi. Queste due società avevano ben 2.000 dipendenti in Francia.

Confrontando semplicemente queste date alle reazioni delle azioni ArcelorMittal sui grafici borsistici, avrete la possibilità di anticipare meglio i movimenti futuri di questo titolo grazie all’analisi fondamentale e realizzare di conseguenza una strategia efficace.

 

Dati finanziari e della capitalizzazione della società ArcelorMittal

Le azioni del gruppo ArcelorMittal sono quotate su diverse piazze finanziarie tra cui New York, Amsterdam, Bruxelles, Lussemburgo, Madrid e Parigi. Nel 2008, la quotazione di queste azioni ha raggiunto i 65€ con una capitalizzazione borsistica di oltre 100 miliardi di euro, una delle più elevate dell’indice borsistico francese CAC 40. La capitalizzazione borsistica del gruppo è stata spinta in avanti dal riacquisto di oltre 2,6 miliardi di euro in azioni nel 2007 e di 1,08 miliardi di euro nel 2008. Tuttavia, il costo dell’indebitamento della società si è moltiplicato per 6 nel corso dei 3 anni che hanno seguito l’OPA del 2006.

All’epoca, ArcelorMittal era il numero uno in diversi mercati come l’automobile, le costruzioni, gli elettrodomestici e l’imballaggio ed ha consegnato nel 2007 116 milioni di tonnellate d’acciaio grezzo, corrispondenti al 10% della produzione mondiale. Tuttavia, il debito viene comunque considerato eccessivo dalle agenzie di notazione specializzate e per questo motivo, nel corso dello stesso anno, l’agenzia Standard & Poors la classifica in categoria speculativa. L’agenzia Moody’s opera poi analogamente a fine 2007.

Per ridurre il proprio debito, fin dall’inizio del 2009 il gruppo ArcelorMittal smobilizza basandosi sulle regole finanziarie comuni relative all’indebitamento delle industrie più soggette a ciclicità come quella dell’acciaio. Questo tipo di indebitamento deve infatti mantenersi basso se non inesistente per limitare l’effetto leva che ingenera senza dubbio un elevato rischio finanziario.

Nel 2011 il gruppo ArcelorMittal riesce a generare un utile lordo di esercizio di oltre 10 miliardi di dollari corrispondenti ad un utile netto per il gruppo nell’ordine di 1,75 miliardi di dollari dopo deduzione di spese per interessi, imposte, ammortamenti e riserve.

Nel 2012 il gruppo accelera la propria strategia di smobilizzo con un volume d’affari in netto calo del 12,3% in un anno e, quindi, una perdita netta di oltre 700 milioni di dollari. Nel corso dei 9 mesi seguenti l’utile netto perde ancora valore e passa a 0,3 miliardi di dollari. Di conseguenza, i dividendi che nel 2012 superavano ancora il miliardo di dollari vengono divisi per 4 nel 2013. Contemporaneamente, il gruppo mantiene la propria previsione circa un utile lordo di esercizio di oltre 7 miliardi di dollari per l’anno 2012, leggermente al di sopra del tetto fissato dai contratti di finanziamento.

 

Organizzazione interna e direzione del gruppo ArcelorMittal

Il gruppo ArcelorMittal, nato dalla fusione inversa di Mittal Steel Company in Arcelor ha la sua sede operativa a Rotterdam, nonostante un’incorporazione in Lussemburgo ed una residenza effettiva a Londra. Il suo primo azionista londinese è Lakshmi Mittal.

La direzione generale del gruppo è composta dal CEO Lakshmi Mittal, da Michel Wurth per gli acciai lunghi, Gonzalo Urquijo per l’Asia, l’Africa e la distribuzione, Sudhir Maheshwari e Lou Schorsch per gli acciai piatti in America, Peter Kukielski per le miniere e Davinder Chugh per i servizi condivisi.

Il consiglio di amministrazione è composto da 11 direttori come imposto dal Memorandum of Understanding firmato nel 2006.

 

Quali sono i vantaggi e i punti di forza delle azioni ArcelorMittal come attivi di Borsa?

Come tutti gli investitori alla ricerca di azioni di Borsa su cui investire una parte del proprio capitale, vorreste certamente saperne di più circa i punti forti e deboli delle azioni ArcelorMittal. A tal fine vi proponiamo di cominciare dal riepilogo dei principali punti di forza di questo valore e dei vantaggi di questa azienda francese.

La prima cosa che si può citare come vantaggio innegabile della società ArcelorMittal riguarda ovviamente il suo posizionamento nel suo settore di attività. Il gruppo è infatti attualmente il leader mondiale nel settore della siderurgia e rappresenta da solo oltre il 7% della produzione mondiale di acciaio. È anche leader mondiale dello sfruttamento minerario, ben avanti ai suoi concorrenti.

Da un punto di vista strategico, i mercati su cui il gruppo ArcelorMittal è più presente sono anche dei punti di forza per l’azienda. Il gruppo opera molto, in particolare, nel mercato europeo, un mercato che presenta il vantaggio di essere protetto da misure antidumping contro l’acciaio proveniente dalla Cina. ArcelorMittal riesce nell’impresa di avere oltre il 60% delle quote di mercato della vendita di acciaio nel Nord America, un settore privilegiato dalle aziende del settore.

Nel corso del tempo, ArcelorMittal ha saputo profittare delle proprie esperienze ed offre oggi un’integrazione verticale delle proprie attività realizzando in proprio le differenti operazioni, dalla semplice estrazione alla distribuzione passando  per la trasformazione dei metalli. Ciò garantisce al gruppo degli elevati introiti supplementari ed una ancor maggiore presenza sul mercato.

La strategia di sviluppo internazionale del gruppo, in particolare nei paesi emergenti come Brasile e Sudafrica le cui industrie hanno delle esigenze sempre maggiori, è un altro elemento a favore delle azioni ArcelorMittal.

Sono anche da apprezzare gli sforzi fatti dall’azienda per ridurre il suo livello di indebitamento. Per raggiungere i propri obiettivi ArcelorMittal ha puntato su una strategia di aumento di capitale associata ad una redditività più stabile.

Si noti per concludere che le azioni ArcelorMittal fanno parte di quelle con il più forte rialzo degli ultimi anni e beneficiano, agli occhi degli investitori, di un’interessante condizione di “pure play”.

 

Quali sono le carenze e i punti deboli delle azioni ArcelorMittal come attivo di Borsa?

Perché le vostre strategie siano realmente concrete e ben studiate dovete ovviamente conoscere anche i punti deboli delle azioni ArcelorMittal per integrarvi i vari fattori di rischio. Ecco quindi, per venirvi in aiuto, il dettaglio delle principali carenze di questo valore e i punti deboli di questa azienda.

Per prima cosa, se da una parte si può citare come vantaggio la strategia industriale messa in opera da ArcelorMittal consistente in una gestione verticale completa, dall’estrazione alla produzione, si può deplorare una mancanza di audacia da parte del gruppo per quanto riguarda la creazione di valore con delle attività in definitiva poco diversificate.

La società subisce inoltre da qualche anno il contraccolpo di un calo molto forte della quotazione di alcune materie prime come il minerale di ferro o il carbone. Per questo motivo le sue miniere soffrono di un sensibile calo di redditività. Il gruppo ArcelorMittal, per via delle sue attività specifiche, è inoltre fortemente esposto all’aleatorietà del mercato dell’acciaio ed all’evoluzione del suo prezzo. Negli ultimi tempi i prezzi mostrano infatti un forte calo in particolare per l’abbassamento significativo della domanda proveniente dalla Cina e la società realizza la maggior parte delle vendite a prezzi di mercato riducendo quindi considerevolmente i propri margini. I prezzi dell’acciaio sono in fortissimo calo anche negli Stati Uniti e ciò può indurre gli investitori a temere una forte riduzione dei risultati negli anni a venire.

Si può anche temere in un futuro prossimo la delocalizzazione al di fuori dell’Europa di altre unità di produzione di ArcelorMittal, in particolare a causa delle regole sempre più severe in termini di emissioni di CO2.

Come potete constatare leggendo queste informazioni, la quotazione delle azioni ArcelorMittal rimane fortemente esposta alla situazione globale del mercato. Conviene quindi mostrarsi molto prudenti per quanto riguarda le strategie a lungo termine.

 

Alcuni consigli per realizzare una buona analisi fondamentale delle azioni ArcelorMittal

Per aver maggiori probabilità di anticipare al meglio le future variazioni di corso delle azioni ArcelorMittal si consiglia vivamente di adottare una strategia basata sia su una buona analisi tecnica storica e attuale che su un’analisi fondamentale completa e mirata. Per farlo, dovete prendere in considerazione in particolare gli elementi seguenti.

Il titolo ArcelorMittal viene prima di tutto considerato un valore che presenta un elevato rischio di inversione, in particolare dopo le forti perdite subite nel 2015 e dopo l’aumento di capitale operato nel 2016. L’analisi tecnica deve quindi essere al cuore delle strategie indipendentemente dalla situazione del mercato.

Come detto in precedenza, la redditività dell’azienda è anche fortemente esposta ai prezzi dei minerali di ferro ed alla crescita economica e industriale dei paesi dei mercati emergenti. Bisognerà in particolare seguire con attenzione le procedure di protezione dell’acciaio europeo di fronte alla concorrenza aggressiva della Cina.

Il gruppo ArcelorMittal ha avviato alcuni anni fa il piano Action 2020 che consiste nell’ottenere una riduzione dei costi di 3 miliardi di dollari entro il 2020. Il raggiungimento di questo obiettivo va ovviamente seguito da vicino.

Gli utili della società vengono inoltre seguiti con attenzione dagli investitori in quanto negli anni a venire dovrebbero aumentare e si dovrebbe avere in particolare un aumento dell’utile operativo lordo.

Sebbene l’attuale concorrenza di ArcelorMittal sia scarsa se non inesistente in alcune aree geografiche, è caldamente consigliato tenere d’occhio alcuni outsider provenienti dall’Asia che potrebbero cambiare la faccia del mercato internazionale.

Se vi prendete il tempo di analizzare ognuno degli elementi che abbiamo citato tenendo conto al tempo stesso degli indicatori tecnici, dovreste essere in grado di mettere in opera delle efficaci strategie di trading a lungo termine.

 

Che strategia adottare per speculare sulle azioni ArcelorMittal?

Adesso che sapete come fare per analizzare la quotazione delle azioni ArcelorMittal a partire dagli elementi grafici e dalle news, vi chiederete senz’altro quale strategia sia preferibile mettere in opera.

Come abbiamo visto rapidamente in precedenza, in particolare tramite l’analisi tecnica storica, le azioni ArcelorMittal sono un valore soggetto a inversioni di tendenza. Ciò significa che le loro tendenze, anche se chiare e volatili, possono invertirsi in qualsiasi momento il che rende relativamente difficile prendere delle posizioni lunghe su questo titolo borsistico.

Vi consigliamo al contrario di adottare una strategia a più breve termine e in particolare una strategia di day trading che vi permetterà di profittare di queste inversioni di tendenza se seguirete costantemente il corso. Anche se l’utilizzo degli ordini stop e limit è raccomandato per tagliare le eventuali perdite o ritirare i guadagni, si consiglia comunque di seguire da vicino l’evoluzione in diretta della quotazione di queste azioni.

Gli effetti annuncio sono anch’essi dei buoni punti di ingresso sul mercato grazie alla loro fortissima influenza sui grafici. Quindi, profittando delle pubblicazioni economiche e delle notizie su questa azienda e su questo mercato per investire al rialzo o al ribasso, avrete molte più probabilità di prendere delle posizioni strategicamente vantaggiose.

Vi consigliamo tuttavia di privilegiare una buona analisi tecnica moltiplicando gli indicatori grafici e confrontandoli per scegliere meglio la strategia a medio o più breve termine.

Investire online trattando le azioni ArcelorMittal

Gli strumenti dei broker online vi permettono di speculare direttamente sui mercati borsistici, e quindi sulle azioni ArcelorMittal, per testare le vostre strategie. Approfittate di questa opportunità per cominciare ad investire in Borsa.

Speculate con ArcelorMittal!*
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 80.6% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.