Ultimi notizie

Amundi annulla il pagamento del dividendo di 3,10 euro per azione

03/04/2020 - 17h11

La Covid-19 ha superato lo stato di crisi sanitaria colpendo diversi altri settori. Gradualmente, la Covid-19 paralizzò il settore economico prima che diventasse un problema sociale.

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

Le condizioni dei mercati finanziari sono ovviamente i primi elementi da monitorare dato che le attività del gruppo Amundi sono particolarmente sensibili ad esse.

Analisi n. 2

Il gruppo Amundi comunica in maniera regolare e trasparente circa i propri obiettivi a medio e lungo termine ed è quindi interessante verificare il raggiungimento degli obiettivi prefissati in particolare per quanto riguarda la raccolta, il coefficiente di sfruttamento, l’evoluzione dell’utile per azione, il tasso di distribuzione e i riacquisti di azioni.

Analisi n. 3

Va inoltre seguito il prosieguo dello sviluppo dei servizi di gestione di attivi alternativi messi in atto da Amundi che cresce in maniera interessante nonostante un ambiente molto concorrenziale.

Analisi n. 4

Tutte le operazioni di acquisto di partecipazione o di acquisizione di imprese da parte di Amundi hanno ovviamente la loro importanza così come le future partnership strette o la creazione di joint venture.

Il 75% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.

Presentazione generale della società Amundi

Per conoscere meglio la società Amundi, cominciamo col proporre  un riepilogo delle sue attività.

Il gruppo francese Amundi è una società specializzata nella gestione di attivi su scala internazionale. Propone quindi dei servizi di gestione di attivi, obbligazioni e tassi così come la gestione passiva di fondi indicizzati e la gestione di fondi non liquidi, ovvero degli attivi immobiliari e dei debiti privati.

Attualmente il gruppo Amundi gestisce 1.083 miliardi di patrimonio che possono essere ripartiti come segue a seconda del tipo di clientela e della quota che rappresentano:

È importante notare che, oltre alle sue attività principali di gestione di attivi, Amundi opera anche nei seguenti settori:

 

Conoscere la concorrenza delle azioni Amundi

Ad oggi Amundi fa parte dei leader nella gestione di attivi non solo in Francia ma in tutto il mondo. Tuttavia, è in concorrenza diretta con altri grandi gruppi di questo settore di attività che è importante conoscere per prevedere meglio i futuri movimenti delle azioni in Borsa. Ecco quindi gli attori mondiali più importanti di questo settore in termini di quantità di attivi gestiti.

 

Le alleanze strategiche strette dal gruppo Amundi

Proponiamo ora di scoprire alcune delle più recenti partnership strette dal gruppo Amundi che hanno avuto un’influenza sul posizionamento strategico dell’impresa e, quindi, sulla sua quotazione in Borsa.

 

Vantaggi e punti di forza delle azioni Amundi come attivo di Borsa

Per prima cosa, il posizionamento di Amundi nel suo settore di attività è ovviamente un innegabile vantaggio. Va infatti ricordato che la società francese è attualmente il primo attore europeo nel settore della gestione di attivi e che si posiziona al decimo posto a livello mondiale. Ciò gli conferisce ovviamente un buon potere di negoziazione e di persuasione presso i suoi clienti e gli procura un grande interesse da parte degli investitori di tutto il mondo.

Un altro innegabile vantaggio del gruppo Amundi è la buona ripartizione delle sue attività. Infatti, le attività della società sono ripartite tra le soluzioni di risparmio, che riguardano oltre 100 milioni di privati nel mondo e generano il 26% dei suoi introiti, e le attività relative alle soluzioni di investimento per i clienti istituzionali, che sono circa un migliaio e generano il 74% degli introiti. Grazie a questa ripartizione Amundi è meno esposta al solo segmento degli investitori istituzionali e può trovare altre fonti affidabili di introiti.

Sempre per quanto riguarda le attività del gruppo Amundi, è apprezzabile la loro buona diversificazione, in particolare nel settore degli attivi immobiliari, cosa resa possibile in seguito all’assorbimento della filiale Call del Crédit Agricole.

Gli analisti e gli investitori sottolineano inoltre la strategia di sviluppo internazionale di Amundi che, da molti anni, è intelligente ed efficace, in particolare grazie alle filiali di Crédit Agricole e di Société Générale, alla creazione di joint venture in Asia e ad una vasta rete di distributori terzi. Grazie a questo approccio, Amundi gestisce il 48% dei propri attivi in Asia, il 42% in Europa, Francia esclusa, e il 10% nel resto del mondo. Analogamente, i patrimoni gestiti da Amundi sono anch’essi ripartiti in differenti tipi di attivi come le obbligazioni per circa il 50%, la tesoreria per circa il 19%, le azioni per circa il 12%, i multi-asset per circa il 12% e i prodotti strutturati e alternativi per circa il 7%.

Infine, un ulteriore elemento molto rassicurante per quanto riguarda Amundi è il fatto che l’azienda ha una situazione finanziaria particolarmente sana con una notazione Investment Grade.

 

Svantaggi e punti deboli delle azioni Amundi come attivo di Borsa

eToro è una piattaforma multi-asset che offre sia investimenti azionari e cripto-asset, sia il trading di attività sotto forma di CFD.

Si prega di notare che i CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di rapida perdita di fondi a causa del loro effetto leva. Il 75% dei conti dei trader al dettaglio perde fondi quando scambiano CFD con questo fornitore. Dovresti chiederti se capisci come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio significativo di perdere i tuoi soldi.

Il contenuto in questione è fornito solo a scopo informativo e non deve essere considerato come consulenza in materia di investimenti. I risultati passati non sono garanzia di risultati futuri. La storia commerciale ha meno di 5 anni e potrebbe non essere sufficiente a servire da base per una decisione di investimento.

I criptoattivi sono strumenti volatili che possono fluttuare notevolmente in un periodo di tempo molto breve e non sono quindi adatti a tutti gli investitori. Al di fuori dei CFD, la negoziazione criptata non è regolamentata da alcun quadro normativo comunitario e non è pertanto soggetta a vigilanza.