ATOS: conferma degli obiettivi per il 2020

  •   Le 30/07/2020 à 12h21
  •   DEHOUI Lionel

La stagione dei guadagni del primo semestre continua questa settimana. Anche Atos Group ha comunicato i dati relativi al periodo in esame. Ma cosa rappresenta in realtà Atos? Qual è la sua performance al primo semestre?

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Definizione di Atos seguita da cifre sulla sua attività

Da notare che il Gruppo Atos è il leader mondiale nella trasformazione digitale. È stata fondata nel 1997. Rappresenta il leader nel cloud, nel supercomputing e nella sicurezza informatica in Europa. Si tratta di un gruppo con un'attività di 11,6 miliardi di euro con un'operazione suddivisa in tre divisioni. All'interno del gruppo, il 9% della sua attività è dedicata a "grandi dati & cybersécurité". Poi il 36% a "soluzioni business & Platform".

Il restante 55% è a livello di divisione "infrastruttura & gestione dati". Inoltre, Atos ha registrato un utile netto di 329 milioni di euro per il primo semestre di quest'anno. Nello stesso periodo del 2019 il Gruppo ha generato 180 milioni di euro da attività in funzionamento. Le altre voci ammontano a +147 milioni di euro nei primi sei mesi del 2020, pari a -24 milioni di euro nel primo semestre del 2019.

 

Cifre su Atos

Si segnala che l'importo del primo semestre tiene conto della plusvalenza netta al lordo delle imposte per un totale di 120 milioni di euro. Ciò equivale alla vendita di azioni Worldline nel febbraio 2020. Per contro, la restante quota di partecipazione in Worldline (3,8%) non è più contabilizzata con il metodo del patrimonio netto. E' stato pertanto valutato al suo fair value (alla data di cessione).

Ne è risultato un risultato positivo di 54 milioni di EUR e un margine operativo dell'8 % del fatturato. In altre parole, ciò equivale a 450 milioni di euro, una regressione di 110 punti base rispetto all'anno precedente. Atos lo ha spiegato e ritiene che le forti misure di costo in vigore alla fine del primo trimestre abbiano avuto un impatto particolare.

Nota: per il Gruppo, tali misure hanno parzialmente mitigato l'effetto della diminuzione dei ricavi nella maggior parte delle aree geografiche. Ma è un'atmosfera che sembra più complicata in Europa centrale e soprattutto in Germania. Ciò si spiega con la mancanza di flessibilità degli elementi negativi non ricorrenti per i contratti in difficoltà. Lo stesso vale per i costi del personale.

 

Ricavi e prospettive del Gruppo Atos Origin

Tornando ai ricavi di Atos Origin, sono stati pari a 5,627 miliardi di euro, in calo del 2,8% a perimetro e cambio costanti. In queste condizioni, le vendite sono diminuite del 4,8% nel secondo trimestre. Tuttavia, Atos ha evidenziato che queste differenze temporali nel capitale circolante hanno avuto un impatto sul free cash flow. In realtà, l'hanno portata a -172 milioni di euro.

Atos ha aggiunto che i ritardi saranno completamente recuperati nel secondo trimestre. L'acquisizione di ordini da parte del Gruppo è stata di 6,280 miliardi di euro, pari al 112 per cento dei ricavi. Tuttavia, si prevede una crescita organica dei ricavi tra il 2% e il -4% e un tasso di margine operativo tra il 9% e il 9,5% dei ricavi, mentre il free cash flow è previsto tra 0,5 e 0,6 miliardi di euro.