Dettagli sul risultato di Tagrisso

Secondo gli annunci del gruppo, si è registrata una riduzione del numero di pazienti che hanno avuto una ricaduta dopo la guarigione o che sono morti. Egli stima che questa riduzione sia dell'80% alla fine dello studio di Fase III di ADAURA basato sul trattamento con Tagrisso. Tuttavia, lo studio di gruppo ha utilizzato il trattamento dopo l'intervento chirurgico. AstraZeneca ha riferito che l'89 per cento dei soggetti dello studio si è ripreso dalla malattia ed è vivo.

Inoltre, AstraZeneca aveva pubblicato che il 53% dei soggetti era ancora sotto placebo con pazienti seguiti per 2 anni. Il 31 maggio, durante la sessione ASCO20 (American Society of Clinical Oncology), il gruppo ha presentato i risultati al mondo. In seguito a questi risultati sul trattamento del cancro ai polmoni, AstraZeneca è stata raccomandata per il trattamento del cancro al pancreas dal CHMP.

 

Dettagli sulla raccomandazione Lynparza

Questo lunedì il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) ha certamente soddisfatto il gruppo AstraZeneca raccomandando il suo Lynparza. Lynparza ha dimostrato di essere efficace nel trattamento dei pazienti con la mutazione BRCA nel cancro del pancreas metastatico. Il gruppo biofarmaceutico ha indicato che questa raccomandazione viene fatta in seguito ai risultati clinici di fase III.

L'EMA (European Medicines Agency) ha riscontrato che questi risultati hanno mostrato un certo follow-up mediano senza alcuna evoluzione della malattia. La mediana di follow-up è stata più lunga nel gruppo di Lynparza rispetto al gruppo placebo (7,4 contro 3,8). Da notare che lo sviluppo e la commercializzazione di Lynparza avviene in collaborazione con il gigante americano Merck. A parte questo, AstraZeneca ha ottenuto un'altra approvazione.

 

Brilinta di AstraZeneca approvata dalla FDA

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha dato la sua approvazione per la Brilinta (ticagrelor) biofarmaceutica di AstraZeneca. È approvato per la sua efficacia nel ridurre il rischio di ictus e di infarto in alcuni pazienti. Questi pazienti sono esclusivamente quelli che soffrono di malattia coronarica, la più comune patologia cardiaca vista oggi. La decisione di approvazione della FDA si basa sui risultati soddisfacenti dello studio THEMIS (Fase III).

A proposito, alla fine della sperimentazione, si nota che l'endpoint di base dei principali sintomi cardiovascolari è statisticamente ridotto. Si riduce a 36 mesi quando Brilinta 60 mg viene usato insieme all'aspirina in contrapposizione all'aspirina da sola. AstraZeneca ha chiarito che il trattamento è destinato a pazienti affetti da CAD e diabete (tipo 2). Soprattutto per chi è ad alto rischio di ictus o di primo infarto.

Informazioni: AstraZeneca ha osservato che l'aggiunta di tricagrelor alla molecola dell'aspirina rappresenta una nuova possibilità terapeutica per ridurre il rischio di ictus o infarto. Per lui, è un progresso significativo che rafforza la capacità del gruppo di prendersi cura dei pazienti ad alto rischio.