Aramco taglierà le spese in conto capitale dopo i risultati inferiori del 2020

  •   Le 26/03/2021 à 08h31
  •   DEHOUI Lionel

Chiamata ufficialmente "Saudi Arabian Oil Company", Aramco è una società nazionale saudita di idrocarburi. Nel regno saudita, quasi tutte le risorse di idrocarburi sono gestite da questa società. Grazie al suo volume di produzione, Aramco è in cima alla classifica delle compagnie petrolifere mondiali. Tuttavia, il suo anno fiscale 2020 è stato pesantemente colpito dalla pandemia.

--- Annuncio ---
Inizia a fare trading!
Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Fare trading con i CFD su Plus500
Aramco taglierà le spese in conto capitale dopo i risultati inferiori del 2020

Investimenti ridotti

A causa del difficile ambiente di mercato causato dalla crisi sanitaria, il gruppo saudita sta pensando di ridurre i suoi investimenti. La domanda e i prezzi del greggio nel settore sono stati pesantemente colpiti dalla pandemia. Logicamente, l'attività del gruppo è in calo del 44,4% nell'utile netto per l'esercizio 2020.

Mentre il gigante petrolifero saudita aveva inizialmente contato su investimenti che vanno dai 40 ai 45 miliardi di dollari, ha rivisto questa stima. L'azienda si aspetta ora un totale di 35 miliardi di dollari per tutti i suoi investimenti.

Al 31 dicembre 2020, Aramco aveva un utile netto di 183,76 miliardi di riyal, o 49,00 miliardi di dollari. Nell'anno fiscale precedente, il gruppo aveva generato 330,69 miliardi di riyal in tutto il 2019. Gli analisti, nel frattempo, puntavano a un utile netto di 186,1 miliardi di riyal nel 2020.

 

I fattori responsabili della caduta

Le cause principali del calo significativo dei risultati annuali di Aramco sono note. Sono il considerevole calo dei volumi di vendita, la riduzione dei prezzi del petrolio e la diminuzione dei margini. Quest'ultimo è stato fatto sui prodotti chimici e sulla raffinazione. Dal 2019, quando l'azienda ha iniziato a comunicare i suoi risultati, ha così registrato il suo secondo calo annuale consecutivo.

Questa realtà sarebbe una fonte di pressione per le finanze pubbliche. Ma Riyadh rimane ancora concentrato sui suoi ambiziosi progetti valutati a diversi miliardi di dollari. Infatti, con i suoi progetti, prevede di diversificare la sua economia legata al settore petrolifero o alla produzione.

 

Dividendo pagato nonostante l'aumento del debito

Alla fine di questo eccezionale anno fiscale, il gigante saudita del petrolio ha dimostrato una forte capacità di recupero per evitare di fare perdite. Tuttavia, la maggior parte dei suoi concorrenti non ha potuto resistere alla crisi. Sono stati quindi costretti a fare perdite significative.

Inoltre, in linea con i suoi impegni verso i suoi azionisti, Aramco ha pagato un totale di 75 miliardi di dollari come dividendo. Il suo debito netto è in aumento, poiché l'importo dei dividendi pagati è molto più alto del profitto realizzato.

 

Le prospettive di Aramco

Con i dati registrati per l'anno fiscale 2020 in calo, Aramco è tornata ai suoi obiettivi per il futuro. Infatti, nonostante i risultati scoraggianti, lo slancio per ottimizzare il portafoglio di produzione di petrolio e gas è ancora in corso. Inoltre, la ripresa della domanda di petrolio si sta evolvendo in linea con il graduale miglioramento dell'ambiente macroeconomico. Questo è particolarmente vero in Asia, dove ci sono segnali positivi.

Così, Aramco si aspetta un miglioramento della domanda nei suoi vari mercati in tutto il mondo e in particolare in Asia. Questa stima è rafforzata dal recente aumento dei prezzi del greggio. Questo non è successo per un anno.