Airbus diventa leader nella costruzione di aerei internazionali

  •   Le 28/01/2020 à 11h43
  •   Adeline HARMANT

Come abbiamo appreso all'inizio del 2020, il gruppo francese Airbus è appena diventato il leader mondiale nel settore della produzione aeronautica con una consegna record di velivoli nell'ultimo anno. Vi invitiamo a conoscere meglio questi dati, che senza dubbio aiuteranno la sua quota di mercato azionario a guadagnare ancora più punti nei prossimi mesi.

Inizia a fare trading su Airbus!
76.4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Airbus diventa leader nella costruzione di aerei internazionali
Immagine: reeser - Flickr

Airbus supera finalmente il suo diretto concorrente e diventa leader di mercato:

E' quindi a seguito della pubblicazione dei risultati del gruppo Airbus, che ha annunciato che nel 2019 avrà consegnato più di 863 velivoli, un vero e proprio record, che il costruttore europeo è salito sul gradino più alto del podio in questo settore nel mondo e finalmente supera il suo concorrente americano, il gruppo Boeing.

In effetti, Boieng è in cima a questa classifica dal 2011. È quindi la prima volta in quasi dieci anni che il suo concorrente francese gli ruba i riflettori grazie a questo record di vendite. Si tratta di un vero e proprio record in tutti i sensi, in quanto nessun altro produttore ha raggiunto un così alto volume di vendite di apparecchiature in un anno fino ad oggi.

Anche questo volume di vendite realizzato nel 2019 rappresenta un incremento di oltre l'8% rispetto all'anno precedente, il 2018. Per quanto riguarda il suo diretto concorrente Boeing, ha visto dimezzare le vendite per il periodo compreso tra gennaio e novembre e rispetto all'anno precedente con soli 345 velivoli venduti rispetto ai 704 dello stesso periodo del 2018.

È abbastanza facile spiegare il recente calo di attività del gruppo Boeing, che ha dato la colpa alle ricadute della crisi causata dai due successivi incidenti dei suoi 737 Max, avvenuti nell'ottobre 2018 e nel marzo 2019. Dopo questi eventi, i velivoli di questo modello, considerati difettosi, sono stati fermati a terra, e la produzione di quest'ultimo è addirittura cessata a gennaio.

 

Una strategia orientata alla performance e al raggiungimento degli obiettivi :

Tuttavia, le cose non erano necessariamente scontate per il produttore francese, che ha avuto qualche difficoltà anche sul fronte industriale. Di conseguenza, lo scorso ottobre il Gruppo Airbus ha dovuto ridurre di quasi il 2-3% gli obiettivi di consegna dei velivoli per il 2019.

Ma non si è fermato a queste difficoltà ed è riuscito a sorprendere il mercato rimbalzando finalmente alla fine dell'anno. In effetti, Airbus è riuscita finalmente a raggiungere il suo obiettivo iniziale a dicembre, in particolare mobilitando migliaia di dipendenti, alcuni dei quali hanno dovuto rinunciare alle ferie di fine anno per questo scopo.

Questa operazione è quindi costata al gruppo ma, secondo gli analisti, questa operazione strategica, che ha avuto un impatto temporaneo sui costi e sul margine operativo, non ha influito sulla sua redditività.

 

Ordini in corso che confermano la crescita del gruppo:

Infine, possiamo anche sottolineare il fatto che le attività del Gruppo Airbus hanno buone probabilità di continuare a crescere negli anni a venire. In effetti, conserveremo qui che il portafoglio ordini del gruppo sembra essere ben compilato e questo, per diversi anni a venire.

In ottobre, analisti e investitori hanno potuto realizzare questa attrattiva con l'ordine di 300 aerei della compagnia aerea indiana low-cost IndiGo, che rappresenta un record per questo secolo. Va ricordato che ogni dispositivo costa tra i 120 e i 140 milioni di dollari. Ciò significa che il gruppo ha più di 35 miliardi di dollari di attività qui.

Si segnala inoltre che il gruppo francese ha in programma di sviluppare una nuovissima linea di assemblaggio a Tolosa per soddisfare gli ordini dell'A32 Neo, che è attualmente il più grande velivolo della famiglia A320.

È quindi più che probabile che il titolo Airbus continuerà ad attirare investitori nei mesi e forse anche negli anni a venire.